17°

27°

Parma

Terremoto, chiesto lo stato di emergenza Oggi controlli nelle scuole

Terremoto, chiesto lo stato di emergenza Oggi controlli nelle scuole
Ricevi gratis le news
212

Il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli ha chiesto questa mattina in via del Taglio lo stato di emergenza per il territorio provinciale.  Lo ha fatto pubblicamente, firmando un documento che nel pomeriggio è stato presentato alla Giunta regionale dal presidente della Regione Vasco Errani. Domani la richiesta per le province di Parma e Reggio Emilia sarà sottoposta al Consiglio dei ministri.

Intanto, proseguono i controlli a tappeto della protezione civile e dei vigili del fuoco che stanno ora effettuando verifiche nelle scuole della provincia. Proprio questa mattina è nato il Com, il centro operativo misto con sede in via del Taglio che vede collaborare fra loro Regione, Provincia, Vigili del Fuoco, Usl, Prefettura, Protezione Civile, Comune di Parma e Comuni interessati dal terremoto. 

I danni provocati dalla scossa di martedì scorso, intanto, continuano ad aumentare. Nel bilancio, ieri, è rientrata anche la chiesa di Castellaro, una frazione di Sala Baganza. Qui è crollato il soffitto (vedi foto).  Il numero degli sfollati, secondo quanto riferito ieri in un summit nella sede della Provincia fra vigili del fuoco, protezione civile e sindaci dei Comuni interessati, è aumentato ancora, salendo a 108 persone. In aumento anche quello delle chiese danneggiate, salito a 46.

GLI SFOLLATI - Gli evacuati, alle 13,28 di ieri, erano 108:  73 nel Comune di Felino, 24 in quello di Sala Baganza, soprattutto nella zona di San Vitale, 9 a Langhirano e 2 a Neviano.

CHIESE E SCUOLE DANNEGGIATE- 46 le chiese danneggiate: nella lista è rientrata anche la chiesa di Collecchio, dichiarata parzialmente inagibile. Sempre a Collecchio, danni alla villa storica del ristorante Ceci. Altri danni sono stati riscontrati nella scuola elementare di Bazzano, dichiarata inagibile per una crepa profonda. Nel Comune di Neviano, problemi strutturali per un caseificio.

LE SCOSSE
- Intanto, lo sciame sismico in Emilia-Romagna sta proseguendo in Emilia-Romagna. Fra Langhirano e Neviano gli strumenti alle 5,20 hanno avvertito l'ennesima leggera scossa di assestamento (magnitudo 2.6). Ieri  mattina, due scosse alle 7:28 e alle 7:37. (di magnitudo 2,6 e 2,9). Alle 13 di sabato una scossa di magnitudo 3.1 è stata avvertita nel Reggiano, con epicentro fra Albinea, Viano e Scandiano (nella Valle del Secchia, verso il Modenese). E appena quaranta minuti più tardi, alle 13.40, un terremoto di magnitudo 3.3 è stato registrato nel Bolognese, fra Castel Guelfo, Dozza e Imola. Una nuova scossa in Val Secchia è stata avvertita alle 14,23.
In Val d'Enza una scossa di terremoto è stata registrata venerdì notte alle 3.59 di magnitudo 2.9, a una profondità di 10 chilometri. L'epicentro è quello della prima, forte scossa di martedì 23 dicembre: la zona fra Canossa e Traversetolo. Dopo la scossa di martedì 23 dicembre, ci sono state nuove scosse: magnitudo 3.2 alle ore 1,30 e magnitudo 2.8 alle 2,30. Altre scosse sono state avvertite alle 13,28 e alle 18,05 (in questo caso con magnitudo 3.5). L'epicentro era sempre sulla fascia pedemontana reggiana; la scossa delle 18,05 ha un epicentro a soli due chilometri di profondità. Le scosse sono state avvertite comunque anche a Parma e provincia.

 UN CENTRO UNICO PER CHI HA SUBITO DANNI - Al centro unificato provinciale della Protezione civile di  via del Taglio si risponderà a tutte le richieste provenienti  da privati residenti in città (e non nel resto della provincia) su danni,  sopralluoghi e procedure burocratiche conseguenti al terremoto.  Due i numeri reperibili 24 ore su 24: telefono 0521/957320, fax  0521/957357. 

SUPERLAVORO PER I VIGILI DEL FUOCO. I vigili del fuoco continuano i controlli di stabilità di numerosi edifici in città e in provincia. Sono state in tutto circa quattrocento le richieste di verifiche statiche giunte ai vigili del fuoco dal 23 dicembre (giorno della prima e più violenta scossa) a sabato. Quasi trecento sono già stare effettuate (di cui un centinaio solo ieri), mentre le rimanenti (150) si svolgeranno oggi e nei prossimi giorni. Sempre che non arrivino altre richieste e che non ci siano ulteriori scosse particolarmente intense. Superlavoro dunque per i vigili del fuoco di Parma e dei distaccamenti della provincia, che per far fronte alla situazione eccezionale venutasi a creare hanno raddoppiato i turni di lavoro, il che significa una sessantina di persone in servizio. Diverse anche le squadre di colleghi giunte da comandi di altre province. Ieri, in particolare, ne sono arrivate tre (con altrettanti funzionari e autoscale) da Bologna, Modena e Ferrara: in tutto, dunque, una ventina di uomini in più. Mentre oggi e domani in supporto dei vigili del fuoco di casa nostra le squadre esterne saranno quattro: da Bologna, Modena, Piacenza e Forlì. E saranno altri 25 uomini in più a dare man forte ai colleghi parmensi. "Nei primi giorni ci siamo concentrati sulle verifiche alle chiese - spiega Annalicia Vitullo, vicecomandante provinciale dei vigili del fuoco di Parma - perché dovevamo garantire la sicurezza dei cittadini in vista delle celebrazioni per il Natale. Ora invece ci stiamo dedicando prevalentemente ai controlli nelle abitazioni private"

SOPRALLUOGO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA. Il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e l'assessore alla Protezione civile Gabriele Ferrari hanno effettuato un sopralluogo - con vigili del fuoco e Protezione civile - per fare il punto dei danni fra Langhirano, Felino e Sala Baganza. È stato richiesto nei giorni scorsi lo stato di calamità naturale: Bernazzoli è ottimista sul fatto che sarà concesso. I danni vanno quantificati con precisione (e ne vengono constatati di giorno in giorno) ma ammonterebbero a diversi milioni di euro.
I problemi più gravi riscontrati finora sono al patrimonio storico: 23 chiese in tutta la provincia sono inagibili, altre 7 sono parzialmente inagibili. Gravi danni sono stati arrecati alle chiese del territorio di Felino (tutte inagibili), la chiesa di Mattaleto e quella di San Vitale Baganza. Ingenti danni anche a Villa Ceci, un'abitazione privata di San Michele Gatti (Felino) che risale al Seicento. Da alcuni mesi, dopo la ristrutturazione, la villa ospitava un bed&breakfast. Ora l'attività è ferma: ci sono molti danni nella struttura (crepe e calcinacci caduti).
Sulla Gazzetta di Parma in edicola ci sono 6 pagine con articoli e foto sul terremoto a Parma e provincia.

Leggi: su Facebook è terremoto-mania
Leggi: Cosa fare quando la terra trema

IL VIDEO IN UN SUPERMARKET DI LANGHIRANO - Vai al sito Youreporter

Guarda un video girato in un altro supermarket e apparso su Youtube

Inviateci testimonianze e fotografie, utilizzando lo spazio commenti nela colonna centrale di fianco a questo articolo oppure scrivendoci all'indirizzo mail sito@gazzettadiparma.net

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Max

    29 Dicembre @ 21.53

    Saranno pure scosse di assestamento quelle di questo sciame sismico, ma dopo aver vissuto nel 76 il terremoto del Friuli mi é rimasta una fifa addosso !! La scossa del 23 pomeriggio non l´ho sentita perché ero in treno (ci hanno fermato a Piacenza per quasi un'ora), ma quella delle 11 di sera l'ho sentita perfettamente vivendo all'ottavo piano a Sant'Ilario. Dicevo che il terremoto del Friuli si é verificato il 6 Maggio '76, ma poi il giorno 11 Settembre (perció piú di 4 mesi dopo) c'é né stato un'altro altrettanto forte, se non di piú (solo che non é durato tanto come quello di Maggio) perció meno distruttivo ma non meno forte. Che paura!

    Rispondi

  • Michela

    28 Dicembre @ 10.18

    Io vengo ogni anno a Tabiano alle terme ormai da moltissimi anni e devo dire di aver girato tutta la provincia di Parma in lungo e in largo e questo terremoto sta rovinando una provincia bomboniera e minando i nervi della gente magnifica che vi abita. Forza!\r\n\r\nda Trieste

    Rispondi

  • giuliano g.

    27 Dicembre @ 23.19

    Vorrei sapere come si spiega un epicentro a soli 2 km di profondità - grazie

    Rispondi

  • Alessia

    27 Dicembre @ 21.39

    il 23 dicembre ero in casa e se devo essere sincera mi ha fatto parecchio impressione sentire il terremoto....

    Rispondi

  • Maria Villarreal

    27 Dicembre @ 21.15

    Mi hanno detto che la chiessa di Barbiano, il balcone su Parma, ha subito gravi danni: e` vero? Io, a Barbiano, ci andavo d'state con mia madre, quand'ero piccola. Adesso ho 71 anni e vivo in California, ma la zona di Felino, dove ho ancora dei parenti, mi e` sempre nel cuore. Si potra` riparare la chiesa?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

8commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

SERIE A

Parma, che tour de force

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

12commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

6commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

3commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

USA

Coppia insospettabile "drogava e stuprava donne": forse centinaia di casi

scosse

Terremoto di magnitudo 2.5 e replica a Pozzuoli

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design