14°

27°

Parma

Pazzo mondo

Pazzo mondo
Ricevi gratis le news
0

BIMBO DI 4 ANNI SPARA ALLA BABYSITTER CHE GLI HA PESTATO UN PIEDE
 Un bimbo di 4 anni arrabbiato con la sua babysitter che gli aveva inavvertitamente pestato un piede le ha sparato, ferendola ad un braccio. E' successo a Jackson, in Ohio, dove Nathan Beavers, 18 anni, e altri ragazzi stavano accudendo diversi bambini all’interno di una casa-roulotte. Secondo quanto riferito alla polizia dai testimoni, la babysitter ha inavvertitamente pestato un piede a uno dei bambini. Questi per tutta risposta è andato nella camera da letto a prendere una pistola custodita in un cassetto dell’armadio e le ha sparato.

WASHINGTON, COMINCIANO A CERCARE OGGI UN RAGAZZO SCOMPARSO DIECI ANNI FA
La storia è incredibile ma drammaticamente vera. Arriva dagli Stati Uniti. Le autorità di El Dorado, in Kansas, sono alla ricerca di una persona sparita. Nulla di strano. Se non fosse che la scomparsa è avvenua nel 1999 quando il "ricercato" era un ragazzino di 11 anni. Nessuno ne aveva mai  denunciato la scomparsa. E quindi, in quasi dieci anni nessuno, a parte i genitori adottivi, si è accorto che era scomparso. Questa l’assurda vicenda di cui è protagonista Adam Herrman, che se fosse ancora in vita oggi avrebbe 21 anni. Ma la polizia non sa dire se sia vivo o morto, perché anche se scomparso dieci anni fa le autorità hanno cominciato a cercarlo solo oggi. Era infatti un giorno imprecisato del 1999 quando il ragazzo non fece ritorno nella casa-roulotte in cui viveva con i suoi genitori adottivi a Towanda, una piccola località nella zona meridionale del Kansas. La coppia, Doug e Valerie Herrman, non ritenne di denunciarne la scomparsa perchè – come ha riferito alle autorità – «capitava spesso» che si allontanasse anche per giorni. E quando si sono resi conto che l’assenza si era fatta troppo prolungata, hanno pensato che il ragazzo «avesse deciso di non tornare a casa e fare il barbone». Le autorità sono venute a conoscenza della sua vicenda dopo che una telefonata anonima ha raggiunto nei giorni scorsi l'ufficio Persone Scomparse della Sedgwick County. Alla polizia è stato sufficiente un breve controllo per constatare che gli Herrman erano i genitori adottivi del ragazzo e che, per loro stessa ammissione, dieci anni prima non ne avevano denunciato la scomparsa. La coppia lo aveva preso in affidamento da un orfanotrofio quando il bambino aveva 2 anni e – come risulta dai documenti anagrafici – si chiamava Irvin Groeninger III. Una volta adottato, al bambino venne cambiato nome: Adam Hermann. Non risulta – stando ai media americani che riportano la vicenda - che Adam sia mai stato iscritto ad una scuola.

TEST PILOTA A NEW YORK: "SCATOLA NERA" SUL TAXI
Test pilota a New York: la scatola nera sul taxi. Compariranno dal prossimo anno su alcune auto gialle della Big Apple assieme all’avviso "Potresti essere registrato", rivolto ai passeggeri.  L’apparecchio registrerà dati riguardanti l’utilizzo dell’auto, gli eventuali incidenti stradali e qualunque altra informazione su tutto ciò che può avvenire all’interno del mezzo. Secondo il Daily News, rappresenterebbe una «forma di sorveglianza» che invade la privacy dei clienti, ma i responsabili del progetto hanno contestato questa definizione. «E' un modo per migliorare la sicurezza stradale e ridurre i premi delle assicurazioni», ha detto Matthew W. Daus, il presidente della Commissione.

PACHISTANA ALTA PIU' DI 2 METRI RICEVE ASILO PER ALTEZZA
Una donna pachistana alta 2 metri e 20 ha ricevuto asilo politico in Gran Bretagna perché sostiene di essere stata vittima di discriminazioni e persecuzioni nel suo Paese natale per via della sua altezza. Zainab Bibi – che fino al 2004 ha detenuto il record di donna più alta del mondo - è arrivata nel Regno Unito due anni e mezzo fa durante un tour promozionale. Ha deciso di restare e far richiesta di asilo, e si è stabilita a Manchester. Da allora ha trascorso la maggior parte del suo tempo ricevendo sussidi per la disoccupazione grazie ai quali riesce ogni tanto a mandare soldi alla famiglia, rimasta alquanto sorpresa della sua decisione perché grazie al suo titolo di donna più alta del mondo la Bibi era riuscita negli ultimi anni a farsi una certa a fama nel suo Paese e a guadagnare soldi con apparizioni in pubblico che le avevano "fatto dimenticare quando nel villaggio del Punjab dove risiedeva, spesso veniva presa di mira da ragazzi che le tiravano pietre addosso e le strappavano i vestiti".

SPAGNA, FRATELLI DIVISI DA 32 ANNI S'INCONTRANO FACENDO LA FILA PER IL REGISTRO CIVILE

Rachid Mohammed Ahmed e sua sorella Fatma, entrambi di origini saharawi, non si erano mai conosciuti, separati nel 1976 a causa dell’occupazione da parte del Marocco e della Mauritania dell’antica colonia spagnola del Sahara occidentale. Ma il caso ha voluto che si ritrovassero casualmente e che si conoscessero facendo la fila davanti al Registro Civile di Cordova, dove centinaia di saharawi dal febbraio scorso si recano per recuperare la nazionalità spagnola, che questo popolo perse nel 1976. Fatma fuggì all’epoca con altri quattro fratelli nei campi profughi in Algeria, dove attualmente vivono oltre 125.000 saharawi. Rashid, nato nel 1976, fu cresciuto invece nel territorio occupato, nella città di Villa Cisnero, fino a che non si è trasferito in Spagna, nel 2001. Una mattina dell’aprile scorso, mentre erano entrambi in attesa di entrare al Registro Civile di Cordova, Rashid ha notato l’impressionante somiglianza di Fatma con due delle sue sorelle cresciute con lui nel Sahara occidentale. Ed è rimasto ancora più sorpreso nel sentire alcuni funzionari comunali chiamare la donna, attualmente 52enne, con i suoi stessi cognomi. «Le chiesi se fosse figlia di Mohammed Ahmed – ricorda Rashid – e lei, che sapeva della mia esistenza e fino ad allora mi aveva cercato, scoppiò a piangere».

USA: SCIATORE APPESO A SEGGIOVIA SEMINUDO A TESTA IN GIU'
Curioso incidente sciistico a Vail, in Colorado: uno sciatore che era appena salito su una seggiovia, per ragioni imprecisate è scivolato dal seggiolino, uno degli sci gli è rimasto incastrato all’impianto di risalita e lui è rimasto appeso a testa in giù per almeno un quarto d’ora. Con i pantaloni completamente calati. Così, impotente, per quindici minuti è rimasto con il posteriore nudo esposto tanto al freddo del Colorado quanto agli implacabili sguardi e alle ineluttabili fotografie di chi passava sulla pista sottostante. Pubblicate, inevitabilmente, sul sito di gossip newyorkese www.thesmokinggun.com. L’uomo era appena salito sull'impianto di risalita quando – a suo dire per un difetto nel seggiolino – ha perso l’equilibrio. Resta il fatto che è scivolato fuori dal sedile (mentre al suo compagno di risalita, un bambino, non è successo) ed è precipitato verso il basso, a testa in giù. Uno degli sci è però rimasto incastrato nell’impianto. Questa circostanza gli ha evitato la caduta, ma nell’impatto pantaloni e sotto-panataloni da sci del malcapitato si sono aperti, lasciandolo per circa un quarto d’ora completamente seminudo a testa in giù dalla cintola in su. I responsabili dell’impianto hanno avuto non poche difficoltà a raggiungere il seggiolino e a riportare a terra lo sciatore.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Avicii - Best moments live

MUSICA

Avicii, best moments live: i concerti più belli del dj svedese Video

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

serie tv

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

Star Smallville incriminata per traffico sessuale

televisione

Star di "Smallville" incriminata per traffico sessuale

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Parma, tanto cuore per tornare al secondo posto. E lunedì tocca al Frosinone Risultati e classifica

2-1 al Carpi

Parma, tanto cuore per tornare al secondo posto. E lunedì tocca al Frosinone Risultati e classifica

"Vittoria incerottata e sofferta: 3 punti findamentali", Videocommento di Grossi - Barillà: "Vitoria dedicata a Lucarelli e Munari" Video

5commenti

serie b

D'Aversa: "Restiamo con i piedi per terra" Video

scomparso

San Secondo, da 24 ore non si hanno notizie di Claudio. Chi l'ha visto?

polizia

Il market dello spaccio? Installato nel greto della Parma. Cinque in manette Video

In tutto 13 arresti e oltre 65 chili di droga sequestrati

9commenti

Ospreys 37-14

Le Zebre chiudono (in casa) con una vittoria

incidente

Mezzano superiore, finisce con l'auto nel fossato: ferito un 65enne

felino

Parcheggiava con un permesso disabili falso intestato a un morto

4commenti

gazzareporter

Bici "parcheggiata" in via Marchesi

arte

Lorenzo Dondi protagonista al Fuorisalone di Milano Foto

dopo il maltempo

Sicurezza del territorio: 62 interventi finanziati dalla Regione, da Colorno all'Appennino

carabinieri

Sborsa 30mila euro per una Porsche usata ma è una truffa: tre denunciati

1commento

VIA SIDOLI

Scende dall'autobus: 83enne assalita e rapinata

6commenti

FURTI

Notte di raid nelle assicurazioni: cosa cercavano i ladri?

5commenti

Addio

Giancarlo Bonassi, l'antesignano delle guide turistiche

L'agenda

"Nel segno del giglio" e non solo: un sabato tra dischi in vinile, libri e musica

Tribunale

Picchia e perseguita la fidanzata: condannato a due anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Intese difficili. La prossima settimana è decisiva

di Domenico Cacopardo

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

India

Scatta la pena di morte per chi stupra le bambine

La Spezia

Rifacimento di piazza Verdi: due arresti per tangenti

SPORT

MotoGp

Marquez penalizzato: da primo a quarto in griglia

GAZZAFUN

Parma-Carpi 2-1: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GAZZAFUN

“La morta in Tär" e le belle storie in dialetto: rispondi al nostro quiz

Gran Bretagna

Star e colpi di cannone per il compleanno di Elisabetta

MOTORI

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover