18°

28°

dibattito

Disagio minorile: la scrittura per diffondere la legalità

Tra i partecipanti Cosimo Ferri, Caterina Chinnici, Marco Buticchi, Pino Spadaro. Importante tavola rotonda con politici, magistrati e scrittori al Teatro della Rosa.

Il dibattito a Pontremoli sul disagio minorile

Il dibattito a Pontremoli sul disagio minorile

Ricevi gratis le news
0

 

Mattia Monacchia
 «Il sistema penale minorile italiano è un fiore all’occhiello che tutta Europa ci invidia». Questo il messaggio più forte della tavola rotonda «Il disagio minorile: la scrittura ed il gioco per difendere e diffondere la legalità» organizzata da amministrazione comunale e Istituto Penale Minorile di Pontremoli.
 Il dibattito si è tenuto lunedì al Teatro della Rosa e ha visto la partecipazione del sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri. Tra gli ascoltatori erano presenti anche gli alunni di alcune scuole superiori.
 Il sindaco Lucia Baracchini ha introdotto l'incontro spiegando che «questa è un’occasione importante per riflettere sulle modalità di recupero dei minori disagiati».
L’incontro è stato poi moderato dallo stesso Cosimo Ferri che ha presentato i relatori, a partire da Caterina Chinnici, Capo Dipartimento per la Giustizia Minorile e figlia di quel Rocco Chinnici che 30 anni fa venne ucciso dalla mafia:
«I ragazzi - ha esordito la Chinnici sono i principali destinatari di quest’incontro poiché la devianza minorile è frutto di un disagio. Fino a poco tempo fa i principali reati commessi dai minori erano contro il patrimonio, ora è in aumento la violenza. Bisogna interrogarsi sulle cause del disagio, e la prima a farlo deve essere la famiglia, con l’ascolto».
Dopo Caterina Chinnici, lo scrittore Marco Buticchi, che per ragioni professionali si è relazionato spesso con detenuti, ha «intervistato» Cosimo Rega, ergastolano che da un anno sta scontando la sua pena fuori dal carcere e protagonista del film «Cesare deve morire», e Guglielmo Giuliano, vincitore del premio letterario «Goliarda Sapienza», riservato ai detenuti minorenni.
Entrambi hanno sottolineato il ruolo importante della riflessione e della cultura, con la quale si combatte il grigio di una cella. 
Significativo anche l’intervento di Serenella Pesarin, Direttore generale per l’Attuazione dei Provvedimenti Giudiziari che ha ricordato come il carcere per i minori in Italia sia solo una misura residuale, alla quale cioè si ricorre in casi estremi.
Dello specifico caso di Pontremoli ha parlato invece Antonio Pappalardo, Dirigente del Centro di Giustizia Minorile di Torino, ricordando che la struttura pontremolese è unica in Europa perché è l’unico istituto penale minorile esclusivamente femminile e ha ricordato alcuni progetti, come teatro, laboratori e attività sportive che coinvolgono non solo le detenute ma tutto il personale.
E’ seguito l’intervento del Presidente del Tribunale dei Minori di Bologna, Pino Spadaro, che ha sottolineato come, usando una frase forte e significativa,  alcuni minori, commettono delitti perché «hanno perso la capacità di giocare».
Ci sono state infine alcune domande espresse dal pubblico a cui hanno risposto il procuratore minorile Cristina Mangia e il giudice del Tribunale dei Minori di Genova Giampiero Cavatorta.
Le domande vertevano su come evitare il carcere come misura punitiva per i minorenni: Cristina  Mangia ha risposto che bisognerebbe riflettere sui costi e fare prevenzione, mentre il Giampiero Cavatorta ha ribadito che il carcere minorile è una misura residuale, che si adotta quando è indispensabile far riflettere sul proprio errore il minore condannato. In finale, sono intervenuti alcuni dirigenti scolastici che hanno spiegato come scuola e famiglia debbano concordare i percorsi formativi dei ragazzi.
In conclusione dell'incontro  il sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini ha omaggiato tutti coloro che erano sul palco di alcuni libri.
Infine, Daniela Giustiniani, direttrice del carcere minorile pontremolese, ha invitato i presenti a recarsi nella struttura, dove le detenute avevano preparato un rinfresco.
Mattia Monacchia
 «Il sistema penale minorile italiano è un fiore all’occhiello che tutta Europa ci invidia». Questo il messaggio più forte della tavola rotonda «Il disagio minorile: la scrittura ed il gioco per difendere e diffondere la legalità» organizzata da amministrazione comunale e Istituto Penale Minorile di Pontremoli. Il dibattito si è tenuto lunedì al Teatro della Rosa e ha visto la partecipazione del sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri. Tra gli ascoltatori erano presenti anche gli alunni di alcune scuole superiori. Il sindaco Lucia Baracchini ha introdotto l'incontro spiegando che «questa è un’occasione importante per riflettere sulle modalità di recupero dei minori disagiati».L’incontro è stato poi moderato dallo stesso Cosimo Ferri che ha presentato i relatori, a partire da Caterina Chinnici, Capo Dipartimento per la Giustizia Minorile e figlia di quel Rocco Chinnici che 30 anni fa venne ucciso dalla mafia:«I ragazzi - ha esordito la Chinnici sono i principali destinatari di quest’incontro poiché la devianza minorile è frutto di un disagio. Fino a poco tempo fa i principali reati commessi dai minori erano contro il patrimonio, ora è in aumento la violenza. Bisogna interrogarsi sulle cause del disagio, e la prima a farlo deve essere la famiglia, con l’ascolto».Dopo Caterina Chinnici, lo scrittore Marco Buticchi, che per ragioni professionali si è relazionato spesso con detenuti, ha «intervistato» Cosimo Rega, ergastolano che da un anno sta scontando la sua pena fuori dal carcere e protagonista del film «Cesare deve morire», e Guglielmo Giuliano, vincitore del premio letterario «Goliarda Sapienza», riservato ai detenuti minorenni.Entrambi hanno sottolineato il ruolo importante della riflessione e della cultura, con la quale si combatte il grigio di una cella. Significativo anche l’intervento di Serenella Pesarin, Direttore generale per l’Attuazione dei Provvedimenti Giudiziari che ha ricordato come il carcere per i minori in Italia sia solo una misura residuale, alla quale cioè si ricorre in casi estremi.Dello specifico caso di Pontremoli ha parlato invece Antonio Pappalardo, Dirigente del Centro di Giustizia Minorile di Torino, ricordando che la struttura pontremolese è unica in Europa perché è l’unico istituto penale minorile esclusivamente femminile e ha ricordato alcuni progetti, come teatro, laboratori e attività sportive che coinvolgono non solo le detenute ma tutto il personale.E’ seguito l’intervento del Presidente del Tribunale dei Minori di Bologna, Pino Spadaro, che ha sottolineato come, usando una frase forte e significativa,  alcuni minori, commettono delitti perché «hanno perso la capacità di giocare».Ci sono state infine alcune domande espresse dal pubblico a cui hanno risposto il procuratore minorile Cristina Mangia e il giudice del Tribunale dei Minori di Genova Giampiero Cavatorta.Le domande vertevano su come evitare il carcere come misura punitiva per i minorenni: Cristina  Mangia ha risposto che bisognerebbe riflettere sui costi e fare prevenzione, mentre il Giampiero Cavatorta ha ribadito che il carcere minorile è una misura residuale, che si adotta quando è indispensabile far riflettere sul proprio errore il minore condannato. In finale, sono intervenuti alcuni dirigenti scolastici che hanno spiegato come scuola e famiglia debbano concordare i percorsi formativi dei ragazzi.In conclusione dell'incontro  il sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini ha omaggiato tutti coloro che erano sul palco di alcuni libri.Infine, Daniela Giustiniani, direttrice del carcere minorile pontremolese, ha invitato i presenti a recarsi nella struttura, dove le detenute avevano preparato un rinfresco.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

2commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

Juventus

Sputo (gomitata e testata) a Di Francesco: 4 giornate a Douglas Costa

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design