14°

26°

PGN primo piano

Panini, se la farcitura è arte

Panini, se la farcitura è arte
Ricevi gratis le news
0

Di  Gian Luca Zurlini

Parma, capitale della buona cucina, è anche la «culla» di sandwich d'autore. Il viaggio in otto paninoteche storiche della città attraverso le loro creazioni più  gettonate dagli «aficionados» degli «imbottiti» 

Gli anni Ottanta, quelli dei «paninari», sono ormai ontani nel tempo. Di quel periodo, però, una «moda» si è affermata e, anzi, si è sempre più sviluppata. E' quella delle paninoteche, o birrerie o pub. In una parola, dei locali che fanno dei panini la loro ragion d'essere e che ospitano ogni giorno schiere di giovani (e meno giovani) affamati che nei panini trovano l'ideale «sostituto» del tradizionale piatto di pasta.


E a Parma la tradizione non è solo fatta di tortelli d'erbetta, punta al forno o torta fritta. Proprio nella nostra città ci sono infatti molti locali che sulla bontà (e l'originalità) dei propri panini hanno costruito le proprie (meritate) fortune.  Così abbiamo voluto provare un «tour» nel mondo dei paninari (intesi come quelli che i panini li fanno) di casa nostra.   E per farlo abbiamo scelto, con un criterio legato soprattutto all'«anzianità» di servizio, otto locali che rappresentano, per varie tipologie di clientela, il «top» nel campo dei panini «alla parmigiana». Per ciascuno di loro abbiamo indicato il sandwich che meglio rappresenta, nell'immaginario dei suoi frequentatori, l'immagine del locale. E una cosa è certa: se Parma è considerata  una «culla dell'eccellenza» alimentare italiana, anche nel campo dei panini le cose non vanno davvero male. E, senza nulla voler togliere a celebri «multinazionali del sandwich«, nella nostra città si può ben dire a ragion veduta che la realizzazione dei panini sia stata elevata al livello di un arte.
A cominciare da quello che, senza voler essere troppo pomposi, può tranquillamente essere definito il «triangolo d'oro» dei panini in pieno centro storico dove, nel raggio di poche decine di metri, si possono trovare tre «templi» dell'imbottitura alla parmigiana come  Pepèn in borgo Sant'Ambrogio, Walter, che non a caso ha chiamato il locale «Clinica del panino» in borgo Palmia e l'enoteca Fontana sotto i portici dei Crociferi di via Farini. 

 Tre «siti» che forse non navigano su internet, ma che hanno saputo riunire più generazioni all'insegna dell'«addentamento» di quelli che, più che panini, rappresentano una gustosa alternativa al pasto.   E se proprio vogliamo trovare un difetto, beh, l'unico è che, purtroppo tutti e tre (con l'unica eccezione di Walter al venerdì e al sabato) sono chiusi alla sera, privando così delle loro delizie  i «nottambuli» di casa nostra.  Nottambuli che però possono trovare alternative «di lungo corso» altrettanto valide: a cominciare dalla «Corriera», che si è trasferita dalla sede storica di via Preti a via Platone, nel quartiere San Lazzaro non perdendo però neppure un grammo della qualità dei suoi panini che da trent'anni sono un «must» per gli «aficionados» vecchi e nuovi, con l'«artista» Lorenzo Dondi a guidare sempre da dietro il bancone il «gruppo di famiglia» che da sempre gestisce il locale  E un'altra pietra miliare è rappresentata dal «Chelsea Pub» di via Emilio Lepido, che proprio in questo 2008 festeggia i 25 anni di attività. E i tre fratelli Fontana (Gianluca, Marco e Silvano)  con la loro divisione perfetta dei ruoli, sono la dimostrazione di  come, nella capitale della buona cucina, si possa fare «storia» anche specializzandosi in birra e panini, tanto che clienti «storici» di mezza età e giovanissimi sono sempre presenti in giuste dosi.  Due «ingredienti» che sono la «base» anche del riuscito «mix» di simpatia, iniziative  rivolte agli studenti e «panini creativi» che il mitico «Ferro», al secolo Ferruccio Bottoni, non a caso figlio di un oste, ha saputo creare nell'Highlander Pub di via Spezia.  E poi tornando in centro, altri due locali che ormai «consolidati» negli appuntamenti dei panino-dipendenti della notte (ma non solo)  sono il «Frank Focaccia» di piazzale San Lorenzo, famoso soprattutto per le focaccine uniche nel loro genere create dalle abili mani di «Frank», al secolo Francesco e farcite con ogni delizia possibile e l'Underground di strada Farnese dove Sabo e Daniele si alternano da oltre vent'anni in  «plancia» di comando sfornando panini che hanno ormai «sfamato» almeno un paio di generazioni di parmigiani. E, considerando che la scelta dei locali è stata per ragioni di spazio limitata, si può ben capire perché Parma può fregiarsi a buon diritto anche del titolo di «capitale del panino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Tutte le foto del  royal baby

FOTOGALLERY

Tutte le foto del royal baby

Lealtrenotizie

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

1commento

tg parma

Punta un'arma contro la fidanzata del figlio: paura in via Rezzonico Video

il fatto del giorno

Botte alla compagna sotto gli occhi della figlia: condannato Video

tg parma

Cerca di fuggire: pusher "placcato" e arrestato dai carabinieri in Viale Vittoria Video

Un cittadino polacco è stato denunciato per furto

2commenti

SPORT

Centro sportivo di Collecchio: c'è una nuova offerta, si riapre la gara

L'offerta è stata fatta dall'Istituto per il credito sportivo (Ics). Il Parma Calcio 1913 rassicura i tifosi: "Parteciperemo alla prossima asta pubblica"

9commenti

PARMA

Incendio in uno scantinato: vigili del fuoco in zona San Lazzaro

E' successo in via Bondi

LUTTO

Addio a Oddi, pilastro dell'Audace

tg parma

Ok al bilancio di Fondazione Cariparma e via libera al nuovo Cda Video

la segnalazione

"Il parcheggio dell'Ercole Negri pericolosamente al buio da troppo tempo"

PARMA

Uno sprint al tramonto: il 4 maggio torna la Cetilar Run

Ecco il percorso della manifestazione: 8 chilometri dal Parco Ducale alla Cittadella

Parma

Vandalismi all'Itis, la preside chiude il bagno

Soragna

I ragazzini rapinati: abbiamo ancora paura

'NDRANGHETA

Gigliotti deve restare in cella: no del gip alla scarcerazione

FELINO

Invalida per finta e denunciata per davvero

Sosta con un permesso falso sullo stallo per disabili in via Brigate Alpine: un'automobilista originaria del Napoletano scoperta e indagata dai vigili

1commento

IL CASO

Massacro di via San Leonardo, chiesto il rinvio a giudizio di Solomon

PARMA

Casa nel Parco: gioco e lavoro vanno a braccetto Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

1commento

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

londra

Per il giudice Alfie può andare a casa, ma non in Italia. I medici frenano

piacenza

Due discoteche chiuse per alcol a minorenni

SPORT

CHAMPIONS

La Roma si sveglia tardi: il Liverpool vince 5-2

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

social

Da odio a sesso, le linee guida di Facebook sui post vietati

curiosità

La filastrocca sull'aereo Pippo recitata nei luoghi di Parma sotto le bombe Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento