14°

22°

PGN primo piano

PGN - "Ci vediamo in mensa"

PGN - "Ci vediamo in mensa"
Ricevi gratis le news
3

In edicola con la Gazzetta oggi c'è Parmagiornoenotte. Il settimanale dedicato al mondo del divertimento fa spazio alle mense universitarie: tavole dai menu decisamente apprezzate dagli studenti ma troppo care. In compenso, promossi i locali, che servono anche come luoghi d'incontro, e il personale, per tutti <fantastico>.

Non mancano gli appuntamenti della settimana, con concerti, aperitivi, degustazioni e cinema. In primo piano, il fine settimana al Be Bop e al Mercury di Felino, i deejay che prongono musica in stile inglese al Neroblanco e al Dadaumpa e i live no stop a Le male di Alberi con le band parmigiane. Il locale della settimana è l'Xxl, con giochi di gruppo, balli latini e serate dedicate ai ragazzi dell'Erasmus. Ed eccoci alle feste: Dal San Marco di Pontetaro alla Mucca Pazza di Noceto, dal Porfirio Rubirosa alla mostra di Mangia come scrivi e al bar Edera. Ci raccomandiamo come sempre di inviare le foto delle vostre feste a parmagiornoenotte@gazzettadiparma.net  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • lorenzo pelagatti

    20 Novembre @ 12.35

    L'obiettivo dell'articolo è la difesa dell'indifendibile, dicendo che si, vi hanno aumentato il prezzo del 50%, ma alla fine rimane comunque un posto di ritrovo quindi state zitti e non vi lamentate che va tutto bene, tanto come è scritto &quot;Basta che prendi qualcosa in meno e sei a posto&quot;. A pensar male si fa sempre bene...

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    19 Novembre @ 20.42

    Spett. Udu,    facendo riferimento al Vs. comunicato, preciso che: a) l'intenzione del pezzo è raccontare un ambiente frequentato per lo più da giovani, non alimentare una polemica, già ampiamente carburata con prese di posizione oggettivamente eccessive. b) I conti sui menu riportati nel box sono esatti, a meno che non si voglia bluffare, aggiungendo contorni o altre optional gastronomici. c) è fuori luogo affermare &quot;la questione deve essere approfondita e non solo trattata marginalmente con qualche intervista e per sentito dire&quot;. Chi, come, quanto e perché intervistare, fino a prova contraria - se in buona fede - lo decide il giornalista.  Augurando buon lavoro, invio i migliori saluti,  Stefano Rotta

    Rispondi

  • Unione Degli universitari

    19 Novembre @ 20.08

    Ci vediamo in mensa: se te la puoi permettere.. L’Unione degli Universitari non può esimersi dal commentare l’”inchiesta” uscita nell’inserto della Gazzetta di Parma (Parma giorno e notte): Ci vediamo in mensa. Crediamo che per fare un’inchiesta la questione debba essere approfondita e non solo trattata marginalmente con qualche intervista e per sentito dire. Infatti varie sono le inesatezze che caratterizzano questo articolo, al quale vogliamo rispondere con la forza di chi questa università la vive tutti i giorni ed è in contatto quotidianamente con gli studenti che rappresenta. Il primo aspetto da chiarire è che la mensa, per essere un punto di ritrovo, deve offrire dei prezzi adeguati. Siamo noi i primi a usare la mensa come luogo dove incontrare gli studenti per discutere della situazione dell’università o per parlare dei problemi delle varie facoltà, ma perchè questo avvenga devono esserci dei prezzi tali che la portino a non essere una mensa per pochi privilegiati ma aperta a tutti, senza distinzioni di reddito, e questo si può ottenere solamente con un abbassamento dei prezzi (ricordiamo che in altre città la mensa a parità di qualità costa dai 2 ai 4 euro, mentre a Parma il costo si aggira sui 9€). Il secondo è che la protesta, come sottolineato dai nostri precedenti comunicati, è rivolta verso Er.go e Camst e non certamente verso il personale, che riteniamo disponibilissmo.Anzi, in questa situazione precaria, i lavoratori devono essere tutelati per evitare ritorsioni in conseguenza al calo dei coperti. Non devono essere sempre gli ultimi a rimetterci. Intendiamo anche sottolineare come alcuni conti fatti dalla gazzetta siano totalmente inesatti, infatti un pasto full rinunciando alla frutta (quindi primo, secondo, contorno, pane e bevanda) viene a costare 7,85 euro e non 6,90 come scritto e i nuovi menù proposti portano un risparmio che varia fra i 15 e gli 60 centesimi, elemosina in confronto agli aumenti del 2 novembre che spaziano fra i 2 e i 3 euro. Per concludere vogliamo sottolineare che, mentre in via d’Azeglio c’è una vasta platea di esercizi commerciali che possono parzialmente coprire le mancanze della mensa (dagli alimentari, alle tavole calde, ai kebab); al campus invece la Camst si trova in una posizione di monopolio, non essendoci alternative, la quale grava fortemente sugli studenti, che nella breve pausa che hanno difficilmente riescono a recarsi al supermercato o in via Langhirano. Chiediamo quindi, con forza, un abbassamento dei prezzi, affinchè la mensa rimanga un luogo dove il diritto allo studio venga rispettato, permettendo a tutti, compresi gli studenti con un reddito basso, di mangiare decentemente, senza dover costringere a scegliere fra un primo e un secondo per risparmiare e arrivare a fine mese. Universitari Progressisti – Unione degli Universitari di Parma

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Avicii, la famiglia rivela: "Non poteva più andare avanti"

MUSICA

Avicii, la famiglia rivela: "Non poteva più andare avanti"

Baye litiga con Aida per il tiramisù: invettive e intimidazioni. E il "Grande Fratello" minaccia provvedimenti

TELEVISIONE

Baye-Aida, violento litigio: il "Grande Fratello" minaccia provvedimenti Foto Video

Cafè Tano: la laurea  di Biagio Foto: ecco chi c'era alla festa

PGN FESTE

Cafè Tano: la laurea di Biagio Foto: ecco chi c'era

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore!": dai "massaggiatori" ai film porno, la rivoluzione sessuale passo per passo Video Foto

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Salvato dall'infarto grazie all'holter

Sanità

Salvato dall'infarto grazie all'holter

WHATSAPP

«Solo dopo i 16 anni? Giusto, ma non basta»

Progetto

Largo ai giovani con la Dallara Academy

SALSO

Lo Street Talk di Villani in onda in tutt'Italia

TRAVERSETOLO

Allarme droga: siringhe nei bagni pubblici

BASSA

Ponte sul Po fra Colorno e Casalmaggiore: a giugno il bando, in primavera la riapertura

Il ponte sarà restaurato e riaperto al traffico: ecco le prossime tappe dell'iter

1commento

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'holter rivela l'infarto: parmigiano salvato dopo una giornata di ricerche

L'uomo ha promesso una pizza per tutti i suoi soccorritori

vigili del fuoco

Pitone di oltre un metro in un tombino di via Treviso Video

5commenti

IL CASO

La Bandiera Lilla sventola su Fontanellato: il turismo per i disabili

FIDENZA

Addio a Rina Guidelli, esperta contabile e borghigiana doc

Intervista

Anna Pirozzi, diva in Tosca: «Ringrazio mio marito»

il caso

L'inquilina (abusiva) accoglie i proprietari con il coltello

3commenti

Evento

Torna (parco Ex Eridania) il concerto del 1° Maggio a Parma Il programma

TRUFFA

Vende il camper, ma gli rifilano un assegno falso da 30mila euro

3commenti

Prevendita al via

Parma-Ternana, torna "Porta due amici in curva"

GOVERNO

Danni da maltempo: dichiarato lo stato di emergenza anche per l'Appennino di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pd-Di Maio ultima chance per evitare le elezioni

di Vittorio Testa

6commenti

CHICHIBIO

Ustaria dal m’rcà: tradizione fatta in casa con fantasia

1commento

ITALIA/MONDO

PORTOGRUARO

E' morto l'imprenditore Pietro Marzotto: aveva 80 anni Foto

PIACENZA

Bimbo schiacciato dal trattore: il padre è indagato

SPORT

PARMA BASEBALL

400 giocatori in 60 anni di storia

Calciomercato

Milan, per l'attacco c'è Muriel

SOCIETA'

Posta elettronica

Google cambia Gmail: ora i messaggi si autodistruggono

GAZZAREPORTER

Lago Santo: 25 Aprile al rifugio Mariotti

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

2017: IL SORPASSO

La CO2 emessa dai benzina supera quella dei diesel

2commenti