12°

26°

PGN primo piano

Due parmigiane nell'Egitto del dopo Mubarak

Due parmigiane nell'Egitto del dopo Mubarak
Ricevi gratis le news
0

 Maroua El Baroui

Scambiati i regali e terminati i festeggiamenti per l’anno nuovo, è già arrivato per molti il momento di riprendere tutto ciò che è stato interrotto per le varie festività. Vale anche per due giovani ragazze di Parma: Giulia Bertoluzzi e Costanza Spocci.  Da lavoratrici «fuori sede» hanno già un volo per il Cairo che le aspetta. Entrambe hanno cominciato meno di un anno fa a lavorare per un quotidiano on line egiziano (www.hoqook.com), curando e sviluppando la versione in lingua inglese del giornale (http://www.facebook.com/hoqookinternational). Amiche da anni e cresciute entrambe a Parma, hanno percorso sentieri diversi per arrivare allo stesso punto. 
Giulia, dopo essersi laureata in Lingue e culture europee e aver conseguito una  specializzazione a Bruxelles, ha  lavorato prima a Berlino, all’Istituto di diplomazia culturale come stagista, poi per un ente istituzionale a Bruxelles, per poi concludere in Olanda in  una World Fair Trade Organization. Infine, attirata dal Medio Oriente, ha iniziato a     collaborare con la redazione di Hoqook.com. 
Costanza, invece, dopo la laurea in Scienze politiche e un master  all’Università di Forlì, ha cominciato subito il suo viaggio tra India, Afghanistan e Marocco.  Al Cairo  ha incontrato un vecchio amico conosciuto in Marocco che le ha parlato del progetto in lingua inglese di Hoqook.
 Giulia e Costanza, insieme ad altri giovani  giornalisti e fotografi, hanno creato una sorta di associazione, spiega Giulia:  «Lavorare con il giornale ci ha sicuramente arricchite. Ci siamo però convinte a creare un qualcosa di alternativo, una sorta di gruppo, di società nella quale si ricercano e divulgano immagini e video alternative ai media tradizionali». «Questa è l’era delle immagini  - continua Giulia - e la nostra è una società per immagini, così il modo migliore per comunicare è   usare foto e video, cercando di arrivare alle  agenzie e testate on line mondiali. Ci siamo confrontate e abbiamo chiesto consiglio a un gruppo di ragazzi. Coincidenza ha voluto che  uno di questi fosse di Parma. Ci siamo incontrati in città e ci ha dato   consigli  e incoraggiamenti, avendo lui già intrapreso un’esperienza simile, e  ci ha rincuorato ricordandoci che, nonostante la recessione, non resteremo  senza lavoro perché l’informazione di qualità non avrà crisi».
 «Partiamo da un budget pari a zero - spiega Costanza - quindi stiamo contattando diversi gruppi che, a suo tempo, iniziarono come noi: con poco e niente. Ci piacerebbe raccontare il Cairo usando un filtro diverso da quello di Al Jazira, Al Arabya o la Rai. Partiremo dalle piccole cose, sperando di mostrare quello che nessuno vede o  non vorrebbe vedere. Ci sono pochi corrispondenti che non riescono a coprire tutte le varie zone della città e che utilizzano comunque uno stile un po’ “vecchio stampo”. Tutte le grandi testate internazionali stanno ormai investendo sul web perché ne hanno compreso l’importanza. Si può avere un pezzo approfondito con foto e video e ottenere un’informazione a 360°».
 La storica riservatezza e ostilità dei paesi arabi nei confronti dei media e delle informazioni divulgate tramite il web, non spaventa le giovani parmigiane:   «Ormai tutti i giovani egiziani sfruttano le potenzialità della rete e comunicano senza più timore, siamo anche incoraggiate dal fatto che la popolazione è molto sensibile e vigile alla vita politica. Sappiamo   che il nostro lavoro non cadrebbe nel silenzio».
Da qualche settimana Il Cairo è nuovamente infuocato dalle rivolte popolari e dalle proteste  per l’esito del referendum e della nuova costituzione. Giulia e Costanza non si sentono per niente intimidite dalla situazione:  «Sentiamo che il nostro ruolo è  far da ponte. Un ponte tra l’Occidente e il Medioriente: l’Egitto. Ovviamente cerchiamo di non  infilarci in situazioni pericolose o di correre in piazza se sparano o se è in corso una violenta rivolta. Si percepisce, a volte, nell’aria una strana elettricità, una sorta di tensione negativa che magari aleggia per giorni. Noi aspettiamo solo che la tensione esploda, sperando di non essere lì in quel momento -  - spiega Costanza - . Un membro del nostro gruppo  ha girato un video dello scontro che ha poi generato quasi 88 mila  visualizzazioni su You Tube (http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=aIuRc4hIhMw). Questo punto di vista dello scontro, le interviste strappate  ai seguaci dei Fratelli musulmani così come quelle degli studenti laici, non sono mai state mandate in onda da nessun altro canale nazionale».
Giulia e Costanza  ripartono  da Parma con le valigie cariche di Parmigiano, cappelletti, lambrusco e salame alla volta del Cairo,   dei suq stracolmi di verdure,  spezie e  storie. Ripartono con la voglia di scoprire e riscoprire ogni volta una piazza, Piazza Tahrir, nelle cui fondamenta pulsa un’anima viva e forte. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa

FESTE

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa Foto

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

Lealtrenotizie

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

carabinieri

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

1commento

polizia

Aggressione nella notte in via D'Azeglio

Dieci anni

Beve soda caustica: bambina di Bari salvata al Maggiore

1commento

segnalazione

San Leonardo, bossoli di arma da fuoco sul marciapiede

via zanardelli

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

6commenti

ALLUVIONE

La Procura replica all'attacco di Pizzarotti: «Parole scomposte»

10commenti

CARABINIERI

Prima il furto all'Ikea, poi l'aggressione al cassiere: arrestato 30enne reggiano

E' divenuta esecutiva la condanna per rapina e lesioni nei confronti di un uomo per un episodio del novembre 2014

CALCIO

D'Aversa: "Il sistema di gioco si decide in base ai giocatori disponibili" Video

bardi

Cade nel bosco mentre fa legna: soccorsi difficili per un 67enne ferito

reggio emilia

Cellulare rubato passa di mano, due denunciati a Montechiarugolo, due a Felino

Inchiodati grazie al tracciamento, ma il telefono è sparito

mostra

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

gazzareporter

Rissa fra ragazze: volano bottiglie di birra (e infrangono un portone)

Stazione

Chiude il piano dei senzatetto

1commento

Traversetolo

Ancora liquami nel Termina: è allarme

7commenti

CARABINIERI

Sul ponte di Ragazzola con il rosso: pioggia di multe

1commento

Volanti

Nonnina terribile minaccia la vicina con la scopa: denunciata

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi e l'alibi del voto regionale

di Luca Tentoni

L'ESPERTO

Termovalvole: se non si usa il riscaldamento si paga solo la quota fissa

di Mario Del Chicca*

1commento

ITALIA/MONDO

ancona

Dimentica lo zaino con un chilo di marijuana sul treno: arrestato

1commento

bari

Norman Atlantic, dopo 3 anni chiuse le indagini per 32 persone

SPORT

tg parma

Franco Carraro a Parma: "Il nuovo ct? Io chiamerei Donadoni" Video

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

SOCIETA'

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

amsterdam

Ecco il primo supermarket senza plastica Video

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

ANTEPRIMA

Ford, ecco la nuova Focus. Da 20mila euro Fotogallery