22°

31°

il caso

Il "Don" critico sulla fusione Polesine-Zibello

Don Fratelli critico sulla fusione
Ricevi gratis le news
2
 

Continua a tenere banco, a Polesine e Zibello, il tema della fusione dei due Comuni. Dopo il referendum che ha visto il «Sì» imporsi per una manciata di voti, si continua a discutere di questa svolta epocale.

E l'argomento è stato, in questi giorni, anche al centro della lettera mensile che il parroco di Polesine e Vidalenzo, don Gianni Fratelli, come sempre ha scritto alle sue comunità. Un intervento critico, quello del parroco, che fin dalla prima riga parla di «Né vincitori né vinti: basta dare un’occhiata alla mappa dei “sì” e dei “no”». La lettera, specie a Polesine, sta facendo discutere e don Gianni, motivando la sua iniziativa si è definito «parroco desideroso di contribuire al bene comune del territorio, dove tanti cittadini sono anche parrocchiani, vuole dare una mano affinché maturi la coscienza civile di base senza vendersi ai “professionisti” dell’amministrazione pubblica. Ce n’è urgente bisogno. La fusione dei comuni rivieraschi di Polesine e di Zibello patrocinata anche dal recente referendum – sostiene - offre un’occasione favorevole a mettere in atto un lavoro di base che diventi capace di rielaborare una idealità concreta di bene comune e della conseguente operatività politico- amministrativa. Affinché questo possa accadere, occorrono persone nuove pronte a giocarsi personalmente e come gruppo. Per appassionarsi a una simile impresa – aggiunge - si richiede sacrificio, spiritualità e intelligenza semplice affinché si riesca a parlare al cuore della gente e coinvolgerla, senza raggiri e accaparramenti, ma con dignità. Occorre insomma ridare onestamente la “parola della politica” ai cittadini. Con pazienza. Diversamente sarà sequestrata dai soliti approfittatori di turno». Parole nette quelle di don Fratelli. Nella lettera si legge che di fronte a una situazione politico-amministrativa in evoluzione e «dalle potenze ideologiche del passato, sicure dei loro principi immanenti, siamo scivolati in una condizione individualistica e frammentata, nello stesso tempo sicura e fluttuante. Su questo sfondo l’agire politico-amministrativo – rimarca – è tentato di divenire “furbesco” e “approfittatorio”. Furbesco perché cerca di “catturare” acriticamente gli individui; approfittatorio in quanto propina vantaggi egoistici e talvolta personalistici. La tentazione – aggiunge – è quella di non dire niente e lasciar fare. Ma questo modo di pensare porta al “suicidio” dell’agire politico. Occorre invece impostare una discussione pubblica per favorire una consapevolezza dei problemi sociali in gioco: l’abitabilità nelle nostre terre; l’originalità lavorativa e culturale dei paesi rivieraschi; l’anemia morale del vivere che porta a scioglimenti deresponsabilizzanti dei legami strutturanti la società; l’assenza di luoghi formativi che incentivano i giovani ad assumere impegno sociali e culturali. Bisogna perciò favorire un’apertura di disponibilità all’intelligenza e alla soluzione dei problemi concreti». Secondo don Fratelli «occorre vincere quell’aspetto a-valoriale della politica che porta a diffondere un ethos farcito di individualismo etico e consumistico, fomentando una psicologia sociale nutrita da edonismo selvaggio e regressivo». In conclusione, sostiene il parroco: «urge una spinta per uscire da un modo di fare una politica fin troppo faccendona. Senza una forza morale personale e condivisa, lavorata con legami maturati nella libertà – ammonisce don Gianni – i nostri paesi cadranno in mano né alla destra, né alla sinistra né al centro, ma a “gestori” rosicchiati a consensi deboli, che promettono regole inette ed inefficaci, paghi soltanto da un po’ di consumismo deleterio per tutti. Questa – conclude – è la sconfitta della politica: cioè di tutti». P. P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    01 Novembre @ 18.00

    Vedo che anche i preti sanno usare in modo esemplare il politichese, leggendo il quale, alla fine della lettera, prolissa e confusa, non si capisce un'acca stracca. Don Gianni dovrebbe preoccuparsi, piuttosto, dell'imminente fusione tra il Vaticano e La Mecca.

    Rispondi

  • Oberto

    01 Novembre @ 16.03

    ma il prete di cosa cappero si impiccia ? hanno fatto il referendum, anche lui sarà andato a votare e il suo voto vale 1 come vale 1 quello di chiunque altro ( a volte la democrazia esiste ancora, è merce rara ma qualcosa è ancora restato) e punto.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Beyoncé vuole girare un video al Colosseo ma arriva lo stop: è già occupato da Alberto Angela

ROMA

Colosseo off limits per Beyoncé: è già occupato da Alberto Angela, ilarità sul web Foto

Realcake dinastico

LONDRA

Servita al battesimo di Louis la torta nuziale dei principi. Sette anni dopo

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

5commenti

Lealtrenotizie

Paura per un uomo armato di coltello

Viale Duca Alessandro

Paura per un uomo armato di coltello

2commenti

CARABINIERI

Ruba la borsa di un medico a San Secondo: arrestata 50enne Video

Anteprima Gazzetta

Processo al Parma, la rabbia di Capitan Lucarelli

PARMA

Un'auto e un camion a fuoco: doppio intervento dei vigili del fuoco Foto

Denunciato

Il commesso ruba nel proprio negozio

2commenti

MUSICA

Il concerto di Mannarino a Fontanellato: ecco chi c'era Foto

12Tg Parma

Max Bugani (5 Stelle): "Pizzarotti in Regione? Meglio di Bonaccini" Video

2commenti

POLEMICA

Onu contro il Parmigiano, Beltrami: «Grave errore demonizzarlo»

4commenti

12 tg parma

Nuovo anno scolastico, in provincia ci sono ancora 400 cattedre scoperte Video

POLEMICA

Pizzarotti: "Mangio il Parmigiano e saluto chi lo scredita"

Il sindaco di Parma pubblica un post su Facebook per inserirsi nella polemica sul caso "Onu - Parmigiano Reggiano"

Parma calcio

Carra: «Siamo ottimisti e il mercato procede ma che danno d'immagine per noi»

1commento

GAZZAREPORTER

Le foto del lettore Mattia: "Parco Ducale, quelle statue che attendono di essere ripulite"

PARMA

Tep, crescono viaggiatori e ricavi. Aumentano anche le multe

2commenti

Enpa

Gatti, è allarme randagismo

2commenti

ECONOMIA

Cft si rafforza: acquisita la maggioranza della bergamasca Comac

L'azienda è attiva nel settore delle macchine per il confezionamento della birra

corniglio

La provinciale 116 sarà interrotta per lavori a Ponte Romano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

1commento

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

politica

Salvini querela Saviano: "I suoi post su Facebook ledono il ministero"

A14

Motociclista va contromano in autostrada: "Avevo dimenticato lo zainetto"

SPORT

Sport

Stelle del Fair-play brillano a Firenze

formula 1

Hamilton rinnova con la Mercedes fino al 2020

SOCIETA'

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

VERONA

Sberla in faccia a uno studente, condannata prof di matematica

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita