13°

28°

politica

Pizzarotti e Bernazzoli scrivono al Governo per salvaguardare la Soprintendenza

Evitare la riduzione dell'organico

Pizzarotti e Bernazzoli scrivono al Governo per salvaguardare la Soprintendenza
Ricevi gratis le news
3

Comunicato stampa

Le istituzioni locali intervengono al massimo livello per evitare la scure dei tagli sulla Soprintendenza ai Beni Achitettonici, che prevederebbero una drastica riduzione del personale in servizio: gli architetti passerebbero da 5 a 3 e gli storici dell’arte da 2 a 1, per effetto della legge di stabilità, che pone dei limiti temporali al distacco da altri enti.

La questione è stata oggetto di dibattito in sede di Consiglio regionale e soprattutto di un ordine del giorno proposto alla Camera dall’onorevole parmigiana Patrizia Maestri, che ha chiesto di estendere a Parma le deroghe previste per le città emiliane colpite dal terremoto. Il suddetto ordine del giorno è stato approvato “con l’impegno da parte del Governo di valutare la possibilità di inserire anche Parma e Piacenza” nelle deroghe previste per le zone colpite dal terremoto del 2012.
Ora anche le istituzioni locali hanno deciso di aggiungere la loro voce al più alto livello istituzionale, tramite una lettera congiunta del Sindaco Federico Pizzarotti e del Presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli inviata ieri al Presidente del Consiglio Enrico Letta, al Ministro dei Beni Culturali Massimo Bray, al Ministro della Semplificazione Gianpiero D’Alia e, per conoscenza, ai direttori del Ministero, dei Beni Culturali regionale e della Soprintendenza di Parma.
Ecco il testo della lettera:
“Gentilissimi, apprendiamo con soddisfazione che l’Ordine del Giorno n.9/1865- A/104 presentato dall’Onorevole Patrizia Maestri, inerente la necessità di salvaguardare la piena operatività, e pertanto l’attuale organico, della Soprintendenza per i Beni Architettonici e del Paesaggio delle Province di Parma e Piacenza, è stato favorevolmente valutato in occasione dell’approvazione della Legge di Stabilità 2014. Si tratta infatti di un atto politico di particolare importanza per il nostro territorio, in quanto la Soprintendenza di Parma e Piacenza sta svolgendo un ruolo strategico in materia di salvaguardia del patrimonio architettonico-culturale e del paesaggio finalizzato anche alla tutela idrogeologica del territorio, oltre ad essere tuttora impegnata nella gestione delle situazioni post emergenziali conseguenti al sisma del gennaio 2012 e del dicembre 2008. Chiediamo pertanto che il Governo dia piena e rapida attuazione all’impegno assunto dal Parlamento al fine di ricomprendere anche la Soprintendenza delle Province di Parma e Piacenza tra i territori interessati dalla disposizione volta a consentire un’adeguata continuità di funzione nell’attività di emergenza e ricostruzione nelle aree colpite dal sisma del 2012, salvaguardando l’attuale dotazione organica di personale comandata da altre Amministrazioni presso gli Uffici decentrati del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo”.
“La salvaguardia del personale in forza alla Soprintendenza – ci tiene a puntualizzare l’assessore all’urbanistica del Comune di Parma Michele Alinovi – è essenziale per la salvaguardia del territorio e per la tutela dei beni storico monumentali, ma, dal punto di vista del Comune, è assolutamente necessaria anche per evitare rischi di un consistente rallentamento nel rilascio delle autorizzazioni edilizie legate al parere della Soprintendenza, che produrrebbe gravi danni per privati e imprese, in una situazione già di per sé particolarmente problematica per il settore edile”.

Parma, residenza municipale 31 dicembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    31 Dicembre @ 19.48

    Com'è bello e confortante vederli assieme, da bravi e buoni cristiani: scambiatevi un segno di pace! Siamo tutti fratelli, figli di un unico grande padre, suvvia! La Messa è finita, andate in pace, love, not war, pax et bonum ...Et benedictio Dei omnipotentis descendat super vos et maneat semper, amen. Franco Bifani

    Rispondi

  • Puzzi

    31 Dicembre @ 14.02

    spiace prendere atto che le Istituzioni ed i politici di Parma si impegnino nel difendere privilegi, sprechi e illegalità. E' anni, forse decenni, che si sente parlare di unificare le varie Sovrintendenze, che si sono moltiplicate fino a diventare duplicati inutili, che costano ai cittadini più di quanto occorra a causa dello spreco di aver creato tripli o quadrupli direttori generali, miriadi di dirigenti, ecc. fino ai singoli uscieri o custodi dei Musei, che sono, sì, pochi per ogni singola Soprintendenza, ma se queste si unissero, allora sarebbero sufficienti. Si tenga conto, in particolare, che con lo stipendio di un Dirigente superfluo si pagherebbero due architetti e quattro custodi! Per capirci, a Parma esiste: 1. Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici. 2. Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici 3. Archivio di Stato 4. Museo Glauco Lombardi, e forse ne dimentico qualcuno, tutti dipendenti da un unico Ministero, ma con più direttoti che impiegati. I "distacchi" di cui si parla sono vietati da una "finanziaria" di circa dieci anni or sono, ma tutti fingono di dimenticarsene, perché evidentemente ci sono degli interessi torbidi sotto. Intanto, gli Enti che hanno "distaccato" queste persone alla Soprintendenza, al solo scopo di esaudire pressioni e raccomandazioni, hanno carenza in organico e non possono assumere poiché, sulla carta, il dipendente ce l'hanno, mentre invece lo hanno prestato alle Soprintendenze. Che la Maestri o Bernazzoli difendano questi privilegi, non stupisce. Un po' di più invece stupisce che lo facciano il nuovo Sindaco e l'Assessore all'Urbanistica, che non ha competenza alcuna riguardo alla Cultura. A proposito di tutela "idrogeologica del territorio" esistono altri Enti molto importanti e ben strutturati che se ne occupano: l'AIPO, che ha centinaia di dipendenti, l'Autorità di Bacino, i Consorzi di Bonifica, tutti enti con miriadi di direttori, dirigenti ecc.. Il ritardo nel rilascio delle autorizzazioni edilizie paventato dall'Assessore fa sorridere amaramente, visto il periodo di "morta" dell'edilizia a Parma e considerato che i ritardi ci sono sempre stati. Insomma, leggere questo articolo e vedere la foto della stretta di mano fra Pizzarotti e Bernazzoli, con tutto quello che è successo per l'inceneritore, fa riflettere...

    Rispondi

  • Oberto

    31 Dicembre @ 13.51

    scommetto che se riducono anche questo tipo di organico non si vedrà la differenza!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

1commento

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno