19°

33°

Emilia-Romagna

Inceneritore di Parma- Idv contro la Regione: "Rifiuti da tutta Italia".
Folli: "Promesse di carta straccia"

L'accusa: "Piano approvato senza passare dall'Assemblea". L'assessore all'Ambiente: "Un solo impianto sarà spento in 6 anni". La giunta replica: "La discussione ci sarà"

Inceneritore

Inceneritore

Ricevi gratis le news
12

Polemica sulla gestione dei rifiuti in Emilia-Romagna. L'Italia dei valori accusa la Regione di aver adottato il Piano di Gestione dei rifiuti senza discussione in Assemblea, di fatto facendo cadere la gestione provinciale dei rifiuti. L'assessore all'Ambiente del Comune Gabriele Folli conferma le accuse, parlando di "metodo regionale di prevaricazione" e di "promesse di carta straccia" sulla gestione provinciale dei rifiuti. 
Attraverso una nota, il sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale Alfredo Bertelli assicura che la discussione in Assemblea legislativa ci sarà. 

L'ITALIA DEI VALORI ACCUSA: "PIANO APPROVATO SENZA DISCUSSIONE, RIFIUTI DI TUTTA ITALIA NEGLI INCENERITORI DELL'EMILIA-ROMAGNA". «Colpo di mano della Giunta, il piano rifiuti è legge senza discussione in Assemblea legislativa»: l'accusa arriva da Sabrina Freda, ex assessore regionale all’Ambiente, ora segretaria dell’Idv dell’Emilia-Romagna.
«Con un vero e proprio colpo di mano - scrive in una nota - la Giunta regionale ha adottato il Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti senza la preventiva discussione in Assemblea Legislativa. Il Piano Rifiuti è legge e rende lettera morta i Piani provinciali che definivano l’autosufficienza territoriale: in base al comma 2 dell’articolo 24 delle norme tecniche del nuovo Piano, con l’adozione scatta infatti il periodo di "salvaguardia", cioè una fase (che può durare fino a cinque anni secondo quanto stabilisce l’articolo 12 della legge regionale 20/2000) in cui le previsioni dei Piani provinciali cessano di trovare applicazione».
Nonostante le tante rassicurazioni politiche, secondo Freda «già da domani gli inceneritori dell’Emilia-Romagna potranno dunque essere saturati con i rifiuti provenienti da tutta Italia, secondo quanto previsto dal comma 3 dell’articolo 18 delle norme tecniche del nuovo Piano rifiuti, che recita come negli inceneritori della nostra regione sia "consentito trattare anche quote di rifiuti speciali nei limiti della capacità autorizzata disponibile"».
Per l’esponente Idv «è chiaro una volta di più che gli interessi di Hera e Iren la fanno da padrone». Alla Regione, chiede «di rinunciare a questa imposizione» e di portare il Piano Rifiuti in Assemblea, «consentendo l’opportuno dibattito prima che scatti il periodo di salvaguardia».

L'ASSESSORE FOLLI: "METODO REGIONALE DI PREVARICAZIONE. DISATTESE LE PROMESSE DI UNA GESTIONE PROVINCIALE DEI RIFIUTI". Attraverso un comunicato, l'assessore comunale all'Ambiente Gabriele Folli avalla le accuse dell'Idv, parlando di «metodo regionale di prevaricazione». «Confermiamo il modus operandi della Giunta Regionale - scrive Folli - che sta adottando il nuovo Piano senza essere passata per una doverosa discussione in assemblea legislativa. Cosa assai grave se si pensa che un piano di questa portata coinvolgerà i cittadini emiliano-romagnoli per i prossimi 15 anni». 
Secondo Folli sono state disattese le promesse di una gestione esclusivamente provinciale dei rifiuti: «Fatto ancora più grave è che il piano già da oggi sembrerebbe superare le precedenti pianificazioni provinciali, di fatto rimuovendo i vincoli su cui sono state date ampie rassicurazioni circa la provenienza dei rifiuti dal solo ambito provinciale di Parma. Adesso possiamo dirlo: sono state promesse di carta straccia. Con gli altri Comuni e l’Anci regionale abbiamo sollecitato una discussione con Bologna, che si è impegnata a valutare le nostre proposte di modifica del Piano: l’obiettivo è di ridurre il ricorso a discariche ed inceneritori».
Folli conclude: «Il Piano Regionale così com’è stato presentato prevede un solo impianto in spegnimento tra sei anni, quando è stato ampiamente dimostrato che la riduzione degli inceneritori è possibile anche grazie all’aumento potenziale della raccolta differenziata. A Bologna chiediamo espressamente che senso ha mantenere accesi praticamente gli stessi impianti alla massima capacità, quando è chiaro ormai che già ora non ci sono abbastanza rifiuti in regione». 

LA REPLICA DELLA GIUNTA: "NESSUN BLITZ, IL PIANO RIFIUTI DELLA REGIONE STA PER ESSERE DISCUSSO IN ASSEMBLEA LEGISLATIVA". (comunicato stampa della Regione Emilia-Romagna) “Nessun blitz, il Piano rifiuti della Regione sta per essere discusso in Assemblea legislativa e le sue finalità sono quelle di garantire l’autosufficienza non consentendo l’uso degli impianti per rifiuti provenienti da altre regioni”.
Il sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale, Alfredo Bertelli, così replica alle dichiarazioni del consigliere Favia, che aveva parlato di “un colpo di mano che scavalca l’Assemblea”.
“Vorrei rassicurare Favia che non c’è nessun colpo di mano e nessun blitz - afferma Bertelli -, tutt’altro: il nuovo Piano rifiuti della Regione Emilia-Romagna sarà discusso in Assemblea legislativa e già a partire dal prossimo 27 febbraio è stata programmata la Commissione Territorio e Ambiente. Deve essere chiaro che questa da sempre è la scelta della Giunta, cioè un piano dibattuto dal Consiglio e che dispieghi i suoi effetti solo dopo l’approvazione finale da parte dello stesso”.
“Come è nelle norme regionali – conclude il sottosegretario -, tutti gli atti di programmazione prevedono nel passaggio dalla Giunta all’approvazione in Assemblea una salvaguardia, grazie alla quale non sarà possibile dare nessuna nuova autorizzazione in contrasto con le finalità del Piano, a garanzia delle prerogative dello stesso Consiglio”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    24 Febbraio @ 11.49

    SIGNOR MAURIZIO , di quel che dice Ghiretti non mi può importar di meno ! Ma, "se non potremo fermarlo , lo affameremo" lo hanno detto Folli e Pizzarotti , non Ghiretti !

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Febbraio @ 11.20

    NO ! NEANCHE PER SOGNO ! COME PUO' ESSERE RISCONTRATO ANCHE CONSULTANDO L' ARCHIVIO DELLA "GAZZETTA" , la frase "se non riusciremo a distruggerlo lo affameremo" è stata detta e ripetuta da esponenti della "Gestione Corretta (sic ! ) dei Rifiuti" e da esponenti del "Movimento 5 Stelle" , in primo luogo dall' assessore Folli e fors' anche da Pizzarotti. Guardarsi allo specchio prima di parlare di "coerenza" !

    Rispondi

  • Vercingetorige

    22 Febbraio @ 10.54

    LA "REMUNERATIVITA' " DEGLI INCENERITORI è in funzione del rapporto tra il numero degli impianti e la quantita' di rifiuti da incenerire. Se bruciano poco non sono remunerativi ( come qualunque impianto sottoutilizzato ) , se bruciano molto diventano remunerativi. Nelle loro velleità spentolacciatorie i gestori corretti dei rifiuti dicevano di Ugozzolo : "Se non riusciremo a distruggerlo lo affameremo ! " . E' PROBABILE CHE L' ATTUALE DISSENNATA RACCOLTA DELL' IMMONDIZIA A PARMA SIA FATTA A QUESTO SCOPO. Li abbiamo ripetutamente avvertiti che , se l' inceneritore fosse stato sabotato da Parma , c' era il pericolo che si rivolgesse altrove. I lettori più assidui di questo "forum" ricorderanno quei messaggi ........ma niente da fare ........fifiiiiiiii, perepepèèèèèèè, burumbumbùùùùm..............

    Rispondi

  • salamandra

    21 Febbraio @ 21.09

    Gli inceneritori non si costruiscono piú perché non sarebbero economicamente renumerativi.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Febbraio @ 19.11

    I MIEI FIGLI NON HANNO NESSUN DANNO DALL' INCENERITORE . Hanno danno dall' inquinamento atmosferico ed ambientale , ma, ad esso l' inceneritore dà un contributo irrilevante. I miei figli hanno molto più buon senso di tanti adulti fanatici ed esaltati. Questo è ciò che avete ottenuto con le vostre zufolate, strombettate , tambureggiate e spentolacciate , e , adesso, ridete chè mamma ha fatto i gnocchi !

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Beyoncé vuole girare un video al Colosseo ma arriva lo stop: è già occupato da Alberto Angela

ROMA

Colosseo off limits per Beyoncé: è già occupato da Alberto Angela, ilarità sul web Foto

Realcake dinastico

LONDRA

Servita al battesimo di Louis la torta nuziale dei principi. Sette anni dopo

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

5commenti

Lealtrenotizie

Paura per un uomo armato di coltello

Viale Duca Alessandro

Paura per un uomo armato di coltello

2commenti

CARABINIERI

Ruba la borsa di un medico a San Secondo: arrestata 50enne Video

Anteprima Gazzetta

Processo al Parma, la rabbia di Capitan Lucarelli

PARMA

Un'auto e un camion a fuoco: doppio intervento dei vigili del fuoco Foto

Denunciato

Il commesso ruba nel proprio negozio

2commenti

MUSICA

Il concerto di Mannarino a Fontanellato: ecco chi c'era Foto

12Tg Parma

Max Bugani (5 Stelle): "Pizzarotti in Regione? Meglio di Bonaccini" Video

2commenti

POLEMICA

Onu contro il Parmigiano, Beltrami: «Grave errore demonizzarlo»

4commenti

12 tg parma

Nuovo anno scolastico, in provincia ci sono ancora 400 cattedre scoperte Video

POLEMICA

Pizzarotti: "Mangio il Parmigiano e saluto chi lo scredita"

Il sindaco di Parma pubblica un post su Facebook per inserirsi nella polemica sul caso "Onu - Parmigiano Reggiano"

Parma calcio

Carra: «Siamo ottimisti e il mercato procede ma che danno d'immagine per noi»

1commento

GAZZAREPORTER

Le foto del lettore Mattia: "Parco Ducale, quelle statue che attendono di essere ripulite"

PARMA

Tep, crescono viaggiatori e ricavi. Aumentano anche le multe

2commenti

Enpa

Gatti, è allarme randagismo

2commenti

ECONOMIA

Cft si rafforza: acquisita la maggioranza della bergamasca Comac

L'azienda è attiva nel settore delle macchine per il confezionamento della birra

corniglio

La provinciale 116 sarà interrotta per lavori a Ponte Romano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

1commento

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

politica

Salvini querela Saviano: "I suoi post su Facebook ledono il ministero"

A14

Motociclista va contromano in autostrada: "Avevo dimenticato lo zainetto"

SPORT

Sport

Stelle del Fair-play brillano a Firenze

formula 1

Hamilton rinnova con la Mercedes fino al 2020

SOCIETA'

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

VERONA

Sberla in faccia a uno studente, condannata prof di matematica

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita