14°

24°

M5s

La Billi e il "Giorgio sbagliato". E Bosi sbotta

Il capogruppo in Consiglio contro la responsabile web del Movimento alla Camera

La Billi e il "Giorgio sbagliato". E Bosi sbotta
Ricevi gratis le news
19

"Mi sono rotto le palle di dovermi difendere per colpa di persone che hanno un ruolo nel M5S senza essere state elette". Chiaro e tondo. E' il commento comparso sulla pagina Facebook del capogruppo dei 5 Stelle in consiglio comunale Marco Bosi. 

La vicenda è quella ormai arcinota della gaffe (o non gaffe? L'autrice comunque si è poi scusata) di Debora Billi, responsabile web dei grillini a Montecitorio, che a poche ore dalla scomparsa di Giorgio Faletti aveva "cinguettato" "è morto il Giorgio sbagliato", con palese riferimento a Napolitano. 

E ora anche i 5 Stelle parmigiani prendono le distanze. Ad approvare la risposta di Bosi con un classico "mi piace" sono stati anche il presidente del Consiglio comunale Marco Vagnozzi e la consigliera Olimpia Adardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Hecks

    09 Luglio @ 11.51

    @: Goldwords: la Billi non è stata più subdola, non ha lasciato intendere... dopo la battuta e la successiva polemica ha chiesto scusa proprio al Presidente Napolitano, non ad un Giorgio qualsiasi. Geniale poi Messora...

    Rispondi

  • Goldwords

    07 Luglio @ 18.59

    @Bertoli, non ha fatto il nome come Storace, è stata molto più subdola, ha lasciato intendere, poi avrebbe potuto dire chiunque, in caso di attacco, di Giorgio ce ne sono tanti. Questo è il motivo.Che poi la destra sia come tu la descrivi " scomoda ed opportunista" è anche vero, quindi niente da dire. Ma poi scusa, chi li ha votati questi al Comune? Gli stessi con cui si sono alleati in Europa, quindi adesso non potete, voi di destra, avere rammarichi, prendetevela con voi stessi e basta.

    Rispondi

  • Mario Bertoli

    07 Luglio @ 15.36

    Fosse capitato ad uno di Destra , la mobilitazione sarebbe stata generale ed immediata: politici antifascisti, intellettuali progressisti, giornalisti asserviti, cortigiani di ogni sorta, tutti a chiedere implacabile giustizia per il commesso vilipendio al capo dello Stato. Ma siccome ad augurarsi pubblicamente la morte di Giorgio Napolitano è stata una esponente dei Grillini, il caso può considerarsi subito chiuso, senza troppi clamori. L'etica, la morale, il galateo istituzionale, il buonsenso, sono tutti temi che appaiono irrilevanti e comunque non appropriati alla "ragazzata" di Debora Billi, responsabile della comunicazione dei Pentastellati in parlamento. Ben diverso fu, qualche anno fa, il trattamento riservato a Francesco Storace, il quale, esprimendo un giudizio politico, definì il primo inquilino del Quirinale "indegno" ad occupare quel ruolo. Il ministro della Giustizia del governo Prodi si affrettò a promuovere azione giudiziaria per vilipendio, a carico dell'esponente della Destra. Stavolta, dal ministero della Giustizia solo un silenzio assordante. E vergognoso! Non c'è vilipendio. Rispetto alla Prima Repubblica, insomma, nulla sembra essere cambiato in tema di giustizia, quando la Sinistra è al governo: la regola dei due pesi e delle due misure resta sempre valida, se applicata ad un uomo di Destra. Specie se appartiene ad una Destra scomoda e non opportunista. Così è, si dirà. Sì, ma fino a quando? MARIO BERTOLI

    Rispondi

  • Enzo

    07 Luglio @ 10.26

    Mi permetto di fare un appunto. Solamente Bosi ha preso le distanze (usando un linguaggio scurrile, tipico di quelli come lui, Crimi e compagnia): gli altri mi sembra che non abbiano proferito parola.

    Rispondi

  • PIPPO

    07 Luglio @ 09.48

    Io mi vergogno di essere rappresentato da un presidente della repubblica (scritto volutamente minuscolo) che non si regge piu' in piedi, fa discorsi retorici da medioevo ma soprattutto che ha cancellato le intercettazioni con mancino sui rapporti stato mafia. Ah dimenticavo che convoca in gran segreto il berlusca (su cui pendono sentenze presenti e future) e il suo erede bomba renzie per tirare i fili della politica. Non deve morire, inutile dire che l'autrice dell'uscita infelice se la poteva risparmiare, ma deve andare in un parco giochi o al bocciodromo a giocare a carte, game over re giorgio, il tuo tempo e' passato, siamo semplicemente ridicoli ad avere un tale personaggio al quirinale. La Billi deve capire, ma non solo lei, in generale chi fa parte del M5S, che in italia non solo la legge non e' uguale per tutti, ma anche le reazioni dei media non lo sono. Se Galan intasca tangenti (e gia' qui fanno una fatica incredibile a collegarlo al suo partito forza italia) o se fa un buco di miliardi la banca del del pd (MontePaschiSiena) in proporzione gli si da' meno risalto rispetto eventualmente ad un Di Maio sorpreso a rubare una ciliegia al mercato. REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - In buona parte è vero. Qui no. E l'uscita della Billi non è un "rubare le mele": è lo specchio di una sottocultura morale (che, sia chiaro, ha già avuto sui social media tanti altri esponenti di tutti i partiti). E il M5s, per gli ideali (rispettabilissimi) che professa, dovrebbe essere il primo partito a prendere le distanze da una cultura simile. Che abbia per oggetto Napolitano o chiunque altro, e qualunque cosa scrivano o non scrivano i media.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tre figli e... un matrimonio: Hugh Grant  convola a nozze con Anna Eberstein

cinema

Tre figli e... un matrimonio: Hugh Grant convola a nozze con Anna Eberstein

L’ex gieffina Veronica Graf rilancia: presto in Italia per presentare la sua prima collezione di costumi

TELEVISIONE

Da Grande Fratello e Sex Time alla moda: Veronica Graf lancia una linea di costumi

Proposta di matrimonio sugli spalti di San Siro

Immagine da Sky Sport

MILANO

La proposta di matrimonio arriva con uno striscione... a San Siro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna

FOTOGRAFIA

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna Foto

Lealtrenotizie

Alimenti preparati fra sporcizia e scarafaggi: chiusi due locali in strada dei Mercati e in via D'Azeglio Foto

PARMA

Alimenti preparati fra sporcizia e scarafaggi: chiusi due locali in strada dei Mercati e in via D'Azeglio Foto

7commenti

CALCIO

Bar Sport: speciale serie A con i crociati in studio Guarda 12 TvParma in diretta

PARMA

Grosso ramo cade in via XXII Luglio: strada chiusa, disagi anche sullo Stradone Foto

Problemi al traffico nel tardo pomeriggio anche in Strada Elevata a causa di un incidente

ANTEPRIMA GAZZETTA

Uccisa un'oca al Parco Ducale: è polemica

La promozione del Parma: analisi, dati e curiosità

noceto

Esplosione alla Polveriera: un operaio di 37 anni in Rianimazione

1commento

Spavento

Bimbo scappa dalla materna. Trovato dopo mezz'ora

4commenti

regione

Via libera alle fusioni Colorno-Torrile e Sorbolo-Mezzani. Entro l'anno il referendum

REGIONE

Borgotaro: è nato il tavolo di controllo ambientale sulle emissioni Laminam

Il Tavolo di garanzia sarà coordinato da Paola Gazzolo

12 tg parma

Domenica festa-promozione con Lizhang. Serie A: ecco le date-chiave 2018-2019

Quattro squadre dell'Emilia-Romagna si affronteranno nella massima serie. Si inizia il 19 agosto

PARMA

Peppe incontra... Giuseppe: il maestro Vessicchio sulla panchina di Verdi

1commento

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

POLITICA

Intesa Lega-M5S: alta affluenza nei gazebo a Parma e provincia Video

La cronaca e le interviste del 12 Tg Parma

Polemica

Ubriachi in via D'Azeglio. Protesta dei residenti

PARMA

Intonaco pericolante: via Garibaldi chiusa questa mattina Foto

Sono intervenuti i vigili del fuoco

In strada

Ciclisti e automobilisti, convivenza difficile

6commenti

carabinieri

Lite in via Europa: accoltellato un 21enne dominicano

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quelli delle Br non furono “errori”: furono crimini

di Michele Brambilla

3commenti

L'ESPERTO

Lavorare per una società straniera: ecco come muoversi

di Daniele Rubini e Davide Manzelli

ITALIA/MONDO

ancona

Litiga con la moglie, le spara col fucile da caccia e la uccide

firenze

Albero cade su un bus turistico: 5 feriti Foto

SPORT

parma calcio

Lucarelli: "E ora possiamo dire a chi ci ha fatto male: 'Siamo tornati' " Video

2commenti

L'INTERVISTA

L'ad Carra: «Parma in A con merito e sofferenza»

SOCIETA'

Band

I Nomadi venerdì a Salso, intervista a Carletti

LA PEPPA

La ricetta Crostatine alle pesche, dolci che fanno gola a tutti

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuovo Vw Touareg, il Suv supertecnologico Foto

IL TEST

Mercedes Classe A, l'auto che parla? C'è molto di più