13°

28°

POLITICA

L'allarme di Pizzarotti: "Niente colpi di mano sul piano rifiuti regionale"

Il sindaco e l'assessore Folli: "Circolano voci che la Giunta dimissionaria voglia farlo passare senza discussione in Assemblea. Da noi un piano alternativo e coraggioso"

L'allarme di Pizzarotti: "Niente colpi di mano sul piano rifiuti regionale"
Ricevi gratis le news
28

Adesso è il momento di non abbassare la guardia. L'assessore Folli scrive: "Circola voce che nelle ultime sedute convocate dalla dimissionaria Giunta Errani oltre a mandare avanti alcuni provvedimenti urgenti e importanti riguardanti i fondi regionali venga anche approvato il Piano Regionale di Gestione Rifiuti senza attendere i passaggi in Assemblea e la doverosa discussione politica. Se ciò corrispondesse al vero sarebbe un atto gravissimo, un colpo di mano per garantire lunga vita agli 8 inceneritori di Hera ed Iren quando dai Comuni sono state presentate progettualità concrete per incamminarsi verso la dismissione degli impianti di incenerimento in Regione. Spero ovviamente che siano voci prive di fondamento e vi preannuncio che nelle prossime settimane presenteremo un'aggiornamento della nostra proposta basata sugli eccellenti risultati di riduzione rifiuto residuo conseguiti da Parma negli ultimi 2 anni. Teniamo i riflettori accesi!" Una legge così importante non può passare fuori dall'aula. Abbiamo pronto un piano alternativo a quello presentato dalla regione. Coraggioso e concreto, con il quale potremmo dare una spallata a queste "industrie insalubri di 1 classe". Non abbasseremo la guardia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Hecks

    18 Luglio @ 10.56

    Continua a far confusione tra quello che dice il sottoscritto e quello che dicono altri utenti (generalizzando qualsiasi commento). Rossi svolge un certo ruolo nel comune di Parma e Folli come assessore si occupa di certe tematiche. Il resto viene da se. Pensa alla tua di coerenza e chiarezza, la mia sta benissimo così, grazie. Ovviamente le domande che ti ho fatto hai evitato bellamente di rispondere... ma non è una novità. Le percentuali sparate ogni 3x2 di Pizzarotti e Folli si riferiscono al raccolto e non al differenziato?!? Allora dovrebbero ricordarlo ad ogni loro comunicato che aggiorna i risultati della raccolta differenziata.

    Rispondi

  • Hecks

    17 Luglio @ 14.26

    @Maurizio: città più grandi di Parma e con più problematiche certi nuovi accorgimenti che ha preso Parma, ad esempio, per il centro storico non li hanno... hanno preferito altre soluzioni. In Italia quanti comuni sopra i 130'000 abitanti hanno il PaP esteso a tutta la città? Secondo te Pizzarotti, Folli e Rossi non hanno avuto voce in capitolo sulle ultime novità della gestione della raccolta differenziata a Parma? Lo affermano i diretti interessati, eh! Se il trio si vanta dei risultati della raccolta differenziata e il merito invece è tutto di Iren... che ha deciso tutto lei... non si capisce perché il Comune punti a togliere la gestione dei rifiuti ad Iren, che tanto bene sta facendo e che ha ormai raggiunto il 65% di raccolta differenziata (parole di Pizzarotti), creando una società pubblica o simil pubblica ad hoc. Mi dici dove avrei attribuito in malafede le colpe alle persone sbagliate? Al massimo sono le persone sbagliate che si attribuiscono in malafede "meriti" non loro (e via con le contraddizioni).

    Rispondi

  • Hecks

    16 Luglio @ 19.47

    @Maurizio: I comuni della Provincia che progressivamente stanno modificando la raccolta differenziata o che da anni la fanno sono più piccoli di Parma e non hanno certe problematiche da medio-grandi città da affrontare... e comunque sì, anche loro hanno voce in capitolo sulla modalità di raccolta dei rifiuti e decidono di accordo con la società/consorzio/azienda di riferimento le linee della stessa, non è mica un mistero (i comuni grossi hanno più influenza di quelli piccoli, ovviamente... non tutti hanno un consulente alla raccolta differenziata o un assessore "specializzato" in simili tematiche). Non è un caso se certe novità sono saltate col cambio dell'amministrazione; non è un caso se Folli, Pizzarotti e Rossi all'annuncio delle nuove modalità di raccolta, l'ultima poche settimane fa, si vantano puntualmente che Parma è addirittura all'avanguardia in Italia rispetto ad altre realtà cittadine simili, il PAP esteso nel centro storico, addio ai cassonetti, ecc... La faciloneria pseudo ambientalista del Rifiuto Zero Facile con il PAP spinto (e la gestione dei rifiuti è risolta!) colpisce qualsiasi amministrazione di qualsivoglia forza politica. Io comunque ragiono con la mia testa, non esiste alcun "vedete", "siete", "attribuite".

    Rispondi

  • Hecks

    16 Luglio @ 19.46

    @Maurizio: I comuni della Provincia che progressivamente stanno modificando la raccolta differenziata o che da anni la fanno sono più piccoli di Parma e non hanno certe problematiche tipiche delle medio-grandi città da affrontare... e comunque sì, anche loro hanno voce in capitolo sulla modalità di raccolta dei rifiuti e decidono di accordo con la società/consorzio/azienda di riferimento le linee della stessa, non è mica un mistero (i comuni grossi hanno più influenza di quelli piccoli, ovviamente... non tutti hanno un consulente alla raccolta differenziata o un assessore "specializzato" in simili tematiche). Non è un caso se certe novità sono saltate col cambio dell'amministrazione; non è un caso se Folli, Pizzarotti e Rossi all'annuncio delle nuove modalità di raccolta, l'ultima poche settimane fa, si vantano puntualmente che Parma è addirittura all'avanguardia in Italia rispetto ad altre realtà cittadine simili, il PAP esteso nel centro storico, addio ai cassonetti, ecc... La faciloneria pseudo ambientalista del Rifiuto Zero Facile con il PAP spinto (e la gestione dei rifiuti è risolta!) colpisce qualsiasi amministrazione di qualsivoglia forza politica. Io comunque ragiono con la mia testa, non esiste alcun "vedete", "siete", "attribuite".

    Rispondi

  • Vercingetorige

    16 Luglio @ 19.11

    CONTRADDIZIONE NIENTE MAURIZIO ! Il contratto del Comune con IREN non scadeva quando i "grillini" dicevano , PERO' SCADRA' , e , quando scadrà , sarà il Comune a decidere se continuare a servirsi di IREN o no . IL COMUNE PUO' DARE IL BENSERVITO AD IREN , MA IREN NON PUO' DARE IL BENSERVITO AL COMUNE . Quando sarà il momento di rinnovare, se avessimo Amministratori dignitosi, direbbero ad IREN che , se vuole continuare ad avere il contratto per la raccolta dei rifiuti a Parma , deve eliminare l' indecenza dei sacchettini infami e predisporre isole ecologiche con contenitori differenziati accessibili 24 ore su 24 , altrimenti diamo l' appalto a qualcun altro. Vedrai come corrono ! Ma dovremmo avere in Comune Amministratori "cum grano salis" . Il punto debole è lì !

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

IL FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Incendio in una ditta di luminarie natalizie. Il Comune: "Chiudete le finestre"

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno