16°

29°

elezioni regionali

"Alle primarie Pd si decide il Presidente di tutti: partecipate"

Un elettore democratico e l'appello ai cittadini emiliano-romagnoli

"Alle primarie Pd si decide il Presidente di tutti: partecipate"
Ricevi gratis le news
1

"Non lasciateci soli a scegliere il vostro Presidente". E' quello che chiede ai concittadini parmigiani ma anche tutti i residenti in Emilia Romagna Giovanni Borrini, professionista parmigiano iscritto al Pd.

"Il 28 settembre si svolgeranno le elezioni primarie per la nomina del candidato alla Presidenza della Regione Emilia-Romagna per la coalizione di centro-sinistra, della quale la componente più che maggioritaria è costituita dal Partito Democratico.
All’apparenza questo rito delle primarie può sembrare un esercizio riservato agli iniziati, a quelli “che si occupano di politica”, ai militanti storici ed eventualmente ai loro familiari, ancor più laddove questa convocazione sia la terza in meno di due anni.
Questa volta però è diverso: ciò che è più che probabile, al di là degli usuali tatticismi, è che il vincitore delle primarie diverrà il Presidente della Regione, chiunque egli sia". scrive Borrini.
"E’ per questo - continua - che è necessario che la maggior parte degli elettori, anche coloro che non si riconoscono pienamente nella linea politica del centro-sinistra, siano informati sulle candidature ed operino una scelta tra queste, poiché le Primarie saranno l’unica occasione in cui sarà effettivamente possibile scegliere il Presidente ed in qualche modo incidere anche sulla linea politica della Regione nei prossimi cinque anni.
Le candidature in campo infatti, superate le usuali considerazioni sul fatto che “i politici sono tutti uguali”, rappresentano visioni affatto differenti del governo regionale, nonché storie personali e politiche assolutamente non paragonabili.
Semplificando, si propone sia l’uomo interno all’apparato dalla nascita e riconvertito al nuovo corso, sia il giovane rottamatore inserito nel nuovo corso dall’origine e con spiccate simpatie cattoliche, sia l’ex-sindaco proveniente dalla “società civile” ed in aperta polemica con il governo regionale uscente su alcuni temi (sanità e rifiuti ad es.).
E’ chiaro che chi prevarrà nelle Primarie, e quasi certamente vincerà le elezioni di novembre, cercherà di trasferire nel governo regionale la sua visione del sistema, ma anche i suoi uomini, poiché pare chiaro che non vi è nessuna intenzione di svolgere primarie per i candidati consiglieri.
Ma tutto questo come può incidere nella vita di un cittadino che “non si occupa di politica”?
Può incidere moltissimo, poiché dalla Regione dipendono la maggior parte dei servizi dei quali usufruiamo continuamente, quali la sanità, l’ambiente (quindi rifiuti, ma anche parchi e infrastrutture), il territorio (agricoltura, urbanistica, edilizia), i trasporti locali e la formazione professionale".
"Oggi viviamo una stagione in cui le risorse economiche a disposizione della collettività sono in evidente contrazione e non vi sono segnali di inversione di tendenza nel breve periodo: chi sarà chiamato a governare dovrà quindi operare delle scelte politiche sulla collocazione di queste limitate risorse nell’ambito di questi servizi, ed è opportuno che chi lo farà sia una persona scelta dalla maggior parte di coloro che ne usufruiscono.
Per questi motivi è necessario che la scelta del Presidente e del governo regionale non sia lasciata a “chi si occupa di politica”, ma anzi sia fatta propria da chi abitualmente non se ne interessa, ma si interessa del proprio futuro e di quello dei propri figli.
E parimenti chi ha promosso le Primarie deve impegnarsi affinché i candidati si confrontino pubblicamente, in modo da consentire a tutti di percepirne le caratteristiche e le differenze, non permettendo a chi si ritiene favorito di sfuggire ai faccia-a-faccia come è più volte accaduto anche nelle elezioni politiche.
Chiamarsi fuori oggi significa chiamarsi fuori per i prossimi cinque anni, subendo scelte di chi di fatto sarà stato eletto da una esigua minoranza, fregiandosi magari dell’”ampio consenso ricevuto nelle elezioni regionali”.
Per questo, da iscritto al PD, vi chiedo disperatamente: non lasciateci soli a scegliere il Vostro Presidente!", conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • SILENZIOSO

    05 Settembre @ 19.41

    Il candidato renziano vincerà a mani basse le primarie "aperte" e diventerà presidente della regione. Ma non avrà il controllo del gruppo consigliare che verrà nominato, senza primarie, dall'apparato ancora legato alla vecchia guardia comunista. Così si riproporrà la situazione dell'attuale parlamento.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

complkeabbo

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Trovato a terra sulla pista da motocross: è gravissimo

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

5commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

10commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

verdi off

Bianchi, rossi, verdi: variazioni (e sorrisi) a tema pic-nic al Parco Ducale Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

paura

Fuori da Buckingham Palace con un taser, arrestato

Firenze

Un sedicente artista rompe un quadro in testa a Marina Abramovic

SPORT

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse