17°

29°

il caso

Parma, la guerra dei cachi. E Savani chiama i cittadini a... raccolta

Savani:
Ricevi gratis le news
24

La prima battaglia si era svolta in Consiglio comunale, alcune sere fa.

"In sordina la Consulta ambientale ha detto “sì” all'abbattimento senza sostituzione di 200 cachi che sono a fianco delle strade cittadine.. E' un atto di killeraggio ambientale», aveva detto Fabrizio Savani (M5S Parma). E subito era arrivata la replica dell'assessore Folli:  «E' un atto dovuto per la salvaguardia dei cittadini e le piante da frutto non sono congrue rispetto al verde urbano, quindi andremo avanti». 

Ma la guerra dei cachi continua.

Dopo un incontro ad hoc sulla questione, Savani è tornato a puntare il dito contro l'Amministrazione:"Il Comune ha detto che ha già deciso per l'abbattimento dei 200 alberi in quanto i kaki quando cadono rovinano le auto, rendono scivoloso il marciapiedi e la strada e quindi sono pericolosi.  Da oggi si è dato ufficialmente la stura all'ammazzamento degli alberi in ogni parte della città. Sarà sufficiente dire che i rami che che cadono possono essere un rischio per la città e si potranno di fatto abbattere. I tigli sporcano? E' un rischio, abbattiamoli. Gli ippocastani fanno cadere le castagne? E' un rischio, sradichiamoli. Occorre quindi la mobilitazione della città. Questa giunta è giunta alla frutta. Gli alberi sono dei parmigiani non di politici che non mantengono le promesse elettorali". E convoca i cittadini: Invito rivolto a tutti i cittadini che hanno a cuore Parma e il suo ambiente. Domani sabato 26 novembre 2016 alle 9.30 appuntamento in Via Cocconcelli per raccogliere i frutti di un albero di kaki e per dimostrare che basta poco e che cambiare si può".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele

    26 Novembre @ 21.02

    mandra_sala@libero.it

    Anche i piccioni danno fastidio. Defecano sul suolo pubblico ed occorre pulire. Anche in testa a volte. Vanno abbattuti anche i piccioni ?

    Rispondi

  • Patrizia Adorni

    26 Novembre @ 12.10

    pensare che il fastidio di quindici giorni di caduta cachi giustifichi la cancellazione di alberi secolari, che regalano ossigeno ed ombra alla città, lo ritengo assurdo. E' brutto vedere che alcuni cittadini di Parma non solo sono antiambientalisti e preferiscono un'automobile bella pulita (che inquina) ad un albero di caco (che produce ossigeno ed ombra), ma addirittura dimenticano la storia di Parma e dell'intera umanità. Parma è sempre stata un piccolo gioiellino in mezzo ad un mare di asfalto e cemento. La città più verde dell'Emilia Romagna, e questo lo dobbiamo a Maria Luigia, che l'ha voluta così nel 1800. Dopo due secoli abbiamo alberi immensi, bellissimi, in giardino pubblico e nei viali della città che tutti c'invidiano. Amministrazioni ben più coscienti di questi valori hanno permesso, in tempi antichi, la costruzione di case che rispettassero però gli alberi. Ne è un bellissimo esempio un balcone di una casa di via Solferino che ha una rientranza per dare spazio ad un albero! La pianta del caco, inoltre, ha un valore simbolico importantissimo. Fu l'unica pianta a sopravvivere alla bomba atomica di Nagasaki, ed i giapponesi hanno ricostruito la loro città intorno a quell'albero, simbolo di rinascita e di resilienza. Noi Amici di Beppe Grillo, ma specialmente noi cittadini di Parma che hanno a cuore il verde urbano, non diciamo che va lasciato che i cachi marciscano e creino problemi. Diciamo semplicemente che basta raccoglierli prima che creino fastidi. Si darebbe anche lavoro a della gente che magari non ce l'ha. O si potrebbe chiedere di intervenire coloro che fanno lavori socialmente utili, ovvero gli stranieri ospitati in Italia, o associazioni varie, a costo zero. I cachi poi si potrebbero mangiare (io sto mangiando quelli che ho raccolto nel giardino di una mia amica, dopo averli opportunamente lavati, ovviamente, e sono buonissimi) o, se non si ritengono commestibili, destinati alla compostiera, per dare vita ad altri alberi. @vercingetorige Per quanto riguarda l'aeroporto, esso inquina - detto da Arpat, non da me - e, a parte che a Parma non porterà alcun beneficio (sfido chiunque a portarmi dati inconfutabili dei "benefici" che porterebbe), di sicuro porterà disagi agli abitanti perché gli aerei cargo, più grandi di quelli attuali, quindi più rumorosi ed inquinanti, decolleranno ed atterreranno di notte

    Rispondi

  • Rodolfo

    26 Novembre @ 07.52

    Mi chiedo: se nel mio giardino avessi un albero di cachi che mi crea medesimi disagi, potrei tagliarlo così facilmente o sarei impedito dal regolamento del verde?

    Rispondi

  • Rodolfo

    26 Novembre @ 07.50

    Aver piantato a suo tempo dei cachi è stata una stupidata come i prunus dalle parti del Cinema Astra, i frutti che cadono e marciscono creano uno schifo pericoloso per i pedoni e per il decoro. Mi pare evidente che sia ora di levare certi alberi piantati con così poca intelligenza, però ci vuole una sostituzione con delle piante adatte. Il rischio che mi pare evidente è che gli alberi incriminati verranno rimossi senza alcuna sostituzione.

    Rispondi

  • Gigi

    26 Novembre @ 06.59

    Ma va a quel paese Savani. Raccogli le firme, in Sicilia ti aiutano se vuoi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Felino: tanti auguri a Martina

FESTE PGN

Felino: tanti auguri a Martina Fotogallery

Doppietta Ronaldinho, sposa entrambe le fidanzate

nozze

Ronaldinho, che doppietta: sposa entrambe le fidanzate Video

Weinstein lascia la stazione di Polizia, dove si è consegnato, in manette

Harvey Weinstein

molestie e violenza

Weinstein lascia la stazione di Polizia in manette Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Colpo nella notte al Mercatone uno di via Mantova

PARMA

Ladri nella notte al Mercatone Uno di via Mantova: rubata la cassaforte

Sfondata una finestra nel retro dell'edificio

LANGHIRANO

In fila sulla Massese per chiedere più sicurezza e per ricordare le vittime della strada Foto

Una giornata di iniziative a Langhirano

1commento

CARABINIERI

Banda del caveau: ecco come i malviventi si orientavano nel sottosuolo di Parma Video

weekend

Tra fiori, cavalli e la Notte del Terzo giorno: l'agenda del sabato

PARMA

Rissa con feriti: la questura sospende per 20 giorni l'attività di un circolo

Noceto

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era Foto

Violenze alla materna

Una mamma: «In un video ho visto mio figlio maltrattato»

CALCIO

I calciatori del Parma in municipio. Domani arriva Lizhang Video

Il ds Faggiano: "I big? Solo se hanno voglia"

PARMA

Anziana truffata da un finto addetto Iren in via Furlotti Video

E' intervenuta la polizia: ecco la notizia del 12 TgParma

FIDENZA

Camion perde una barriera «new jersey», tragedia sfiorata

VIA CALATAFIMI

Rubata la borsa lasciata in auto: dentro un tablet e 300 euro

Arbitri

Clara e Alberto, due generazioni con il fischietto

CARABINIERI

Traffico di droga: sequestrati beni per 500mila euro a un 45enne agli arresti domiciliari a Parma

Leonardo Losito, pregiudicato, è accusato di essere l'organizzatore di un traffico di droga nella zona di Andria, in Puglia

1commento

MALTRATTAMENTI

Insulta, picchia e minaccia la compagna con un'accetta: condannato

CALCIO

Dai tifosi azionisti un caldo abbraccio ai gialloblù

CARCERE

Cento detenuti in più rispetto alla capienza normale

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Conte in mezzo a un braccio di ferro

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

Il ristorante: «Il buonumore» - Il «pescato» del giorno nel piatto

ITALIA/MONDO

OMICIDIO-SUICIDIO

Sequestra l'ex a Prato, la uccide e si suicida. Il 25enne era un calciatore del Tuttocuoio

REGGIO EMILIA

Spedisce la droga per posta ma sbaglia indirizzo: denunciata insegnante-spacciatrice

SPORT

FORMULA UNO

Ricciardo vola nelle terze prove libere a Monaco, terzo Vettel

Calciomercato

Ciciretti mette il Parma al secondo posto

SOCIETA'

SANREMO

"Dammi 500 euro o pubblico il video hard": ricatto a un 32enne, denunciata una donna

Rubiera

Automobilista suona il clacson, 92enne gli punta contro una pistola

1commento

MOTORI

IL TEST

Nuova Mercedes Classe A. Come va

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional