10°

27°

Provincia-Emilia

Piano energetico, un passo avanti

Piano energetico, un passo avanti
Ricevi gratis le news
0

Un altro passo avanti verso il risparmio energetico. Entra nella fase più operativa il cammino verso il “Piano provinciale per il risparmio energetico e la promozione delle fonti rinnovabili”, avviato dalla Provincia da oltre un anno. Un cammino che ha come obiettivo ultimo l’adozione e la successiva approvazione di un piano innovativo, volto in ultima analisi alla riduzione drastica delle emissioni di Co2 in atmosfera e al raggiungimento di una maggiore autosufficienza del nostro territorio in termini energetici, con l’auspicata diffusione dell’impiego delle fonti rinnovabili.

Oggi in Provincia si è segnata una tappa importante di quel cammino: si è chiusa infatti la Conferenza di pianificazione, convocata per discutere e concertare il Piano energetico. Della Conferenza fanno parte i Comuni, le Comunità montane, i Parchi, l’Arpa, l’Ausl, la Regione e le Province contermini, che hanno partecipato a un percorso in più incontri (avviato lo scorso 18 dicembre confrontandosi soprattutto sulla “variante” al Ptcp (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale) resa necessaria dalla strutturazione del piano energetico: una variante volta a permettere una localizzazione e regolamentazione delle installazioni di impianti di produzione di energia rinnovabile in completa armonia con tutte le emergenze e le valenze ambientali del territorio provinciale. La “variante” al Ptcp, in particolare, andrà a regolamentare la localizzazione sul territorio degli impianti eolici, a biomasse, fotovoltaici, idroelettrici e geotermici.

“Con il piano energetico concludiamo un percorso di pianificazione molto importante condotto in questi anni: dopo i piani relativi ai rifiuti, alla qualità dell’aria, alle attività estrattive e alla tutela delle acque ecco dunque ora quello sull’energia, per il quale abbiamo adottato ancora una volta il metodo della concertazione e della partecipazione, in cui crediamo da sempre”, ha detto oggi al termine della riunione l’assessore provinciale all’Ambiente Giancarlo Castellani, che ha illustrato il prossimo iter del piano: “Dopo la tappa di oggi, estremamente importante, il piano dovrà andare in Consiglio provinciale, il 21 aprile, per l’adozione. Poi ci sarà un periodo di tempo in cui potranno essere presentate osservazioni, e infine si passerà all’approvazione, che però sarà compito della prossima legislatura. Noi possiamo dire che a chi arriverà dopo di noi lasciamo un’eredità di rilievo: questo è il primo piano energetico provinciale, un’azione innovativa che ci auguriamo possa essere colta da tutti. Mettiamo a disposizione dei cittadini della nostra provincia uno strumento di sviluppo molto importante. Nel percorso di concertazione condotto fin qui abbiamo trovato molta disponibilità e attenzione: c’è una consapevolezza diffusa che questo piano rappresenti un’opportunità significativa per il nostro territorio, non solo in termini ambientali ma anche in termini occupazionali. Quello delle fonti rinnovabili è infatti un settore di attività nuovo che può creare lavoro”.   In parallelo con la variante al Ptcp, parte più propriamente “normativa” e di regolamentazione, la Provincia sta lavorando a quella che sarà invece la parte più programmatica del Piano energetico provinciale, nella quale entreranno azioni di diretta ricaduta sui cittadini e sulle imprese del territorio. Si sta lavorando a diversi tipi di azioni: semplificazioni procedurali e amministrative; agevolazioni e finanziamenti; formazione e informazione.

Per le semplificazioni procedurali e amministrative, ad esempio, si sta lavorando alla redazione di un testo unico delle procedure autorizzative per gli impianti da fonti rinnovabili. Per le agevolazioni e finanziamenti le iniziative in cantiere spaziano dall’istituzione di un “Programma provinciale di finanziamento per interventi di risparmio ed efficientamento energetico e installazione di impianti solari termici e fotovoltaici” alla stipula di accordi con istituti di credito per l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato e costruzione di pacchetti ad hoc, fino all’istituzione del programma di adeguamento delle strutture di proprietà della Provincia di Parma, con particolare riferimento alle scuole superiori. Per la formazione e informazione si va dalla stipula di accordi con le associazioni di categoria e gli ordini professionali per la realizzazione di piani formativi annuali alla creazione delle rete provinciale dei Poli informativi, fino alla creazione di poli tecnologici dimostrativi che concentrino in un unico sito più soluzioni impiantistiche di fonti energetiche rinnovabili e di risparmio energetico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, nel mirino sponsorizzazioni a squadra di basket parmigiana

16 indagati e sequestro per 25 milioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

genova

Toti: "Il ponte si può costruire in 12-15 mesi: non accetteremo ritardi"

vezzano sul crostolo

Pizzaiolo coltiva marijuana in un bosco, preso con la "fototrappola"

1commento

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street