17°

28°

NOCETO

Due fratelli muoiono a poche ore di distanza

Carlo Gandolfi, 87 anni, è spirato venerdì sera. Michele, di 89, ieri pomeriggio. L'altro fratello Anselmo è morto un mese fa

Michele e Carlo Gandolfi

Michele e Carlo Gandolfi

Ricevi gratis le news
1

 

Sempre uniti, per una vita intera. A coltivare i campi e ad accudire le bestie, immersi in quella campagna che ti cresce e ti forgia, dandoti la consapevolezza della precarietà e, allo stesso tempo, la forza di affrontare la vita come viene, con grande serenità. E poi uniti anche nella morte, avvenuta a poche ore di distanza. Entrambi su un letto d'ospedale.
Carlo Gandolfi aveva 87 anni, ed era ammalato da tempo. Suo fratello Michele, 90 anni ad aprile, invalido (aveva subito l'amputazione di entrambe le gambe) ma sempre lucido - capostipite di una famiglia di agricoltori molto conosciuta a Noceto e Fidenza - era anche lui ricoverato in ospedale per un peggioramento delle condizioni di salute.
Sono morti a poche ore di distanza a Vaio, il primo nella tarda serata di venerdì, l'altro alle tre di ieri pomeriggio. Poco più di un mese fa se ne era andato l'altro fratello, Anselmo, di 92 anni, che viveva con loro. I famigliari, dopo aver concordato il primo necrologio da pubblicare sulla «Gazzetta», quello di Carlo, hanno dovuto richiamare il giornale e aggiungere il nome del fratello Michele.
I funerali saranno celebrati insieme, domani mattina nella chiesa della loro Borghetto.
La loro è una storia di sacrifici, di passione per i campi, la soddisfazione di vedere il risultato di un raccolto andato bene, di un animale sano che produce latte buono. Una famiglia molto unita, la loro, legata da un affetto sincero, mai scalfito dalle intemperie della vita. Solo Michele, dei tre fratelli che vivevano insieme, si era sposato e ha avuto figli. E proprio i suoi « ragazzi» Ivana e Paolo hanno accudito in questi ultimi anni il padre e i due anziani fratelli.
L'altra anziana sorella, Ave, che oggi ha 96 anni ed è l'unica rimasta in vita, non viveva con loro.
In paese erano molto conosciuti e ben voluti. Gente onesta, i gandolfi, che viveva di semplicità e di lavoro, ma non per questo aveva rinunciato a stare con gli altri, a coltivare amicizie sincere. Che, insomma, nonostante una vita da contadini e quindi senza aver studiato, aveva saputo sviluppare una grande vivacità intellettuale, creando anche relazioni sociali negli ambienti più disparati. Spesso da Fidenza venivano a trovarli anche persone importanti - raccontano i figli - e per loro c'erano solo torta fritta e salame.
«Quando mio padre era costretto alla carrozzina, la sera usciva a guadare i campi coltivati, con una grande serenità e con quella forza che gli scaturiva dalla fede e da valori semplici quanto solidi», racconta la figlia di Michele.
La storia della famiglia Gandolfi comincia negli anni venti del secolo scorso a Santa Margherita di Fidenza. All'inizio otto fratelli e un podere agricolo, tutti uniti dal lavoro quotidiano e dalle difficoltà di quegli anni. Poi la guerra e, negli anni Sessanta, il trasferimento a Borghetto di Noceto, dove - guidati da Michele, un po' il «patriarca» della famiglia - insieme continuano il lavoro nel nuovo podere.Le difficoltà delle vicende quotidiane sono sempre sconfitte dai valori che hanno sempre unito i fratelli.
Carlo, è anche conosciuto per esser stato impegnato con l'Avo, l'Associazione volontari ospedalieri di Fidenza, portando conforto a e aiuto agli ammalati e partecipando anche a pellegrinaggi a Lourdes. Anche Michele era un uomo di grande fede ed entrambi erano molto legati alla parrocchia della frazione nocetana.
Stasera alle 20,30, a Borghetto., il parroco don Luca Romani reciterà il rosario in memoria dei due fratelli. I funerali si svolgeranno domani mattina, con partenza alle 10,15 dall'ospedale di Vaio per la chiesa di Borghetto. L.Soz.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gigiprimo

    10 Febbraio @ 01.22

    vignolipierluigi@alice.it

    la fotografia di Michele non è 'uguale' a quella sul giornale. I suoi occhi, in quella del giornale esprimono tutta la sua bontà! Non potevano sbagliare quegli occhi. Purtroppo lo ho frequentato poco, ma il suo sguardo mi ha sempre colpito. In senso buono naturalmente. Ho parlato di Lui, ma tutta la famiglia è come descritto dal giornale!

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Belen Iannone

VIP

Belen ha lasciato Iannone: sul web impazza il gossip

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Felino

Incendio di Poggio Sant'Ilario: Mohon condannato a dieci anni

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

PARMA

Ponte Romano, sopralluogo in vista dell'inaugurazione Foto

SIVIZZANO

Addio all'imprenditore Romano Schiappa

calcio

Riecco Ciciretti

MOBILITA'

In bici sulla pista ciclabile numero 4, tra buche e lampioni

5commenti

SALSO

E' morto Ruggero Vanucci, storico edicolante

MONTAGNA

Soccorso Alpino attivato nella zona del Lagastrello per soccorrere una persona ferita

INTERVISTA

Golf, inizia il Tour Championship: sfida importante per Francesco Molinari Video

STORIA

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: arrestato 33enne di Polesine 

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

3commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

ITALIA/MONDO

CULTURA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPAM

Porno-ricatto via e-mail: allarme (e consigli) della polizia postale

SPORT

Calciomercato

Inter, vicino il rinnovo di Icardi

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

SOCIETA'

McDonald’s

Il Big Mac compie 50 anni: nacque dall'idea di un italoamericano

bergamo

15enne scopre dopo un anno che dall'altra parte della chat erotica c'è il papà

5commenti

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design