13°

26°

Provincia-Emilia

Neviano, sparita la maestà di villa Sassi

Neviano, sparita la maestà di villa Sassi
Ricevi gratis le news
0

di Elio Grossi
Nella notte fra il 30 aprile e il 1° maggio, a Neviano capoluogo, è stata prelevata dalla sua nicchia, una delle più belle maestà del Nevianese.
Non era una semplice statuetta di madonnina, ma un vero busto di Madonna non coronata ma solo con il velo. Era stata scolpita ben 50 anni fa, su ordinazione, dallo scalpellino Daniele Comelli di Vezzano.
  Il busto della Madonna,  di centimetri 40 per 40, era stato collocato dentro una nicchia che misura 52 per 52 centimetri, profonda 20 centimetri, ricavata a lato di un apposito muretto prospiciente la via principale e ricoperto di un tetto a forma di capanna.
   Questa immagine mariana, proprio perché in sezione, era poi stato fissato al fondo della nicchia, costituito da un legno di noce massiccio di colore chiaro e con grosse venature. E adesso su questo legno, è rimasta solo l’impronta del busto, evidenziata da una parte molto chiara perchè non annerita dal tempo come nel contorno.
  L'aveva commissionata il dottor Bruno Sassi, allora veterinario comunale, in occasione della costruzione della sua villa che si trova nell’angolo fra la via provinciale per Scurano e la salita che porta alla chiesa del capoluogo, quindi nella parte sud-est del paese.  
La figlia del defunto dottor Sassi, la professoressa Raffaella Sassi, in un primo tempo aveva pensato, e molto sperato, che si trattasse di uno «smaggio», data la coincidenza con la tradizionale notte di questi  furti simulati da parte di giovani burloni.   
«Si sarebbe trattato di uno scherzo di cattivo gusto - ha detto Raffaella Sassi - e molto offensivo, tuttavia oramai sono passati alcuni giorni e non c'è nessun segnale in zona del ritrovamento del busto della Madonna, per cui mi sono decisa a farne la denuncia ai carabinieri della stazione di Neviano, come perdita di un prezioso valore storico e culturale».
   Il busto della Madonna porta la firma di Daniele Comelli, come tante altre  opere nel nevianese.   La maestà di villa Sassi, dato il posto in cui si trova, salutava tutti i passanti per la strada provinciale, ed ha una sua storia particolare.
Il noto scalpellino di Vezzano l’aveva ricavata da un unico pezzo di pietra arenaria, di colore bianco-giallognolo, la cui cava si trova solo nei pressi proprio della frazione di Vezzano, sotto il monte Fuso.  
L'artistica porticina è in ferro battuto ed era stata disegnata e costruita dal fabbro Franco Magnani di Antreola. La parte muraria era stata opera dell’impresa Ugo Ferrari di Mozzano.
E la recinzione-protezione, alla base della stele, che a un lato porta la maestà, era stata affidata a un altro scalpellino Azelio Ubaldi che abita tuttora ad Antreola e che ci ha raccontato tutti questi particolari.
La protezione in ferro battuto era chiusa con un lucchetto che l’altra notte è stato rotto.   La professoressa  Sassi, sposata con il dottor Stefano Daolio, e la mamma Anna Malegari, sperano ancora che si sia trattato di un brutto scherzo, e chiedono che se mai qualcuno avesse visto e trovato il busto della Madonna di mettersi in contatto con la famiglia.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

1commento

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: è grave

fidenza

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: gravissimo 67enne

sfilata

Parma, 25 Aprile: tutti i colori della libertà Foto

carabinieri

Viale Mentana, arrestato con un etto di hashish il pusher dai mille nomi

1commento

MALTRATTAMENTI

Botte e minacce alla compagna anche davanti alla figlia: condannato

Fidenza

Addio a Pederzani, una vita per il calcio

La polemica

Concerto, via Farini chiusa: «Un danno per il commercio»

3commenti

festa

25 Aprile: un parmense di appuntamenti in piazza, in bici e in musica L'agenda

Concerto in città con Baustelle e Mara Redeghieri

striscioni

L'oltraggio di Forza Nuova al 25 Aprile

E la replica dei giovani del Centro Esprit

incidenti

Una moto a terra in A1 tra Fidenza e il bivio per l'A15: due feriti

Fidenza

Matilde Farnese, da barista ad attrice

L'ASTA

Il 9 maggio si saprà il destino del centro sportivo di Collecchio

parma calcio

Lucarelli e Munari, una camera per due

Polesine Zibello

Vuole i soldi per la dose e minaccia il padre con un coltello

Ticket

«Stangata» sulle cure per la psoriasi

Intervista

Baustelle: «Non archiviamo il 25 aprile»

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il 25 aprile e la memoria perduta degli italiani

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

5commenti

ITALIA/MONDO

SISMA

Forte scossa di terremoto in Molise: 4.2

tragedia

Morto bimbo di 4 anni ricoverato Modena, cause da chiarire

SPORT

CHAMPIONS

La Roma si sveglia tardi: il Liverpool vince 5-2

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

NAPOLI

Scheletro di bimbo negli scavi di Pompei. Il direttore: "Grande scoperta"

gusto light

La ricetta "green" - Insalatona di cetrioli con mele e noci

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento