13°

27°

Provincia-Emilia

Felino- Ex stalla sociale: al via i lavori. Sorgerà un quartiere residenziale

Felino- Ex stalla sociale: al via i lavori. Sorgerà un quartiere residenziale
Ricevi gratis le news
0

di Massimo Morelli
Hanno preso il via i lavori di demolizione delle strutture che facevano parte dell’ex stalla sociale. Quelle che venivano utilizzate come stalle, come ricovero attrezzi e come abitazione di chi vi lavorava verranno presto demolite e, al loro posto, sorgerà un quartiere nuovo con villette e case a schiera, secondo il progetto già approvato da tempo in consiglio comunale.
Con la demolizione dell’ex stalla sociale un pezzo di storia di Felino sparirà per sempre, ma dal punto di vista architettonico la perdita sarà davvero minima. La stalla sociale venne realizzata all’inizio degli anni settanta nella zona di rispetto del castello di Felino. Ci fu qualche velata protesta, ma i lavori andarono avanti. Altri tempi, oggi sarebbe irrealizzabile un’opera del genere in un’area protetta o comunque non distante da un edificio o da un palazzo di pregio. L’idea era quella di costruire una grande stalla nella quale gli allevatori avrebbero fatto confluire i capi di bestiame. All’epoca si parlava di 400/450 mucche da latte, un numero davvero elevato per quei tempi. Le cose andarono bene all’inizio poi con il passare del tempo sorsero i primi problemi, qualche allevatore decise di riportare il bestiame nella propria fattoria tanto che a metà degli anni ottanta la stalla sociale fallì. Si parlò all’epoca di 2 miliardi e 500 milioni delle vecchie lire.

Le banche, creditrici nei confronti della stalla sociale, misero all’asta la struttura, con le prime due sedute che andarono deserte. Alla terza seduta l’area della stalla sociale andò all’unica azienda - un'azienda alimentare - che presentò un’offerta in busta chiusa e naturalmente quell'azienda, per una cifra di poco inferiore al miliardo di lire, divenne la nuova proprietaria dell’area che a Felino ha fatto tanto discutere dalla sua nascita ai tempi nostri. L’azienda alimentare, nelle intenzioni dei proprietari, avrebbe voluto insediare al posto della stalla uno stabilimento inerente la trasformazione del prodotto agricolo e non ci sarebbero stati problemi di sorta visto che si trattava di trasformazione del prodotto agricolo, la stessa attività che veniva svolta nella stalla sociale. La giunta comunale di Felino, con l’allora sindaco Gianni Damenti, sembrava ben predisposta verso questa operazione, ma per vari motivi non se ne fece nulla. Nel corso degli anni erano spuntate altre idee e progetti, proposti dalle amministrazioni che si sono succedute a Felino, come ad esempio quello inerente la realizzazione di una università. Le idee degli amministratori però non combaciavano con quelle dei proprietari che non avendo alcuna fretta decisero di lasciare le cose così com'erano, attendendo l’idea buona o il progetto convincente. Passano gli anni ed arriviamo al secondo mandato di Maurizio Tanzi, sul finire degli anni novanta.

Tanzi ha il merito di aver intavolato un discorso serio ed interessante con i proprietari, prospettando loro di dare il via libera alla costruzione di case a schiera e villette in cambio di un cospicuo contributo che sarebbe stato utilizzato nel campo della scuola. L’accordo viene raggiunto, il contributo viene versato, e dopo la stesura del progetto, che è stato approvato a tutti i livelli, si è potuto dare il via ai lavori. Prima di tutto c'era da bonificare l’area con i 4.500 mq di pericolosissimo amianto, che è stato trasportato via da un’azienda specializzata del settore, ed i 1.200 metri di lana di roccia, che hanno subito trattamento analogo.
 Ultimata la bonifica verranno demoliti gli edifici esistenti e poi verranno realizzate le opere di urbanizzazione, compresa una pista ciclabile che collegherà il quartiere con il paese. Nel volgere di pochi anni (ce ne sono voluti venti dal momento dell’acquisto ai giorni nostri) la zona cambierà volto ed una delle brutture architettoniche del paese per i felinesi resterà solo un ricordo del quale discutere in piazza.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Quiche tricolore, cucina patriottica

LA PEPPA

La ricetta - Quiche tricolore, cucina patriottica

Lealtrenotizie

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

1commento

SPORT

Centro sportivo di Collecchio: c'è una nuova offerta, si riapre la gara

L'offerta è stata fatta dall'Istituto per il credito sportivo (Ics). Il Parma Calcio 1913 rassicura i tifosi: "Parteciperemo alla prossima asta pubblica"

7commenti

il fatto del giorno

Botte alla compagna sotto gli occhi della figlia: condannato Video

tg parma

Cerca di fuggire: pusher "placcato" e arrestato dai carabinieri in Viale Vittoria Video

Un cittadino polacco è stato denunciato per furto

Parma

Vandalismi all'Itis, la preside chiude il bagno

PARMA

Incendio in uno scantinato: vigili del fuoco in zona San Lazzaro

E' successo in via Bondi

LUTTO

Addio a Oddi, pilastro dell'Audace

la segnalazione

"Il parcheggio dell'Ercole Negri pericolosamente al buio da troppo tempo"

PARMA

Uno sprint al tramonto: il 4 maggio torna la Cetilar Run

Ecco il percorso della manifestazione: 8 chilometri dal Parco Ducale alla Cittadella

Soragna

I ragazzini rapinati: abbiamo ancora paura

'NDRANGHETA

Gigliotti deve restare in cella: no del gip alla scarcerazione

IL CASO

Massacro di via San Leonardo, chiesto il rinvio a giudizio di Solomon

FELINO

Invalida per finta e denunciata per davvero

Sosta con un permesso falso sullo stallo per disabili in via Brigate Alpine: un'automobilista originaria del Napoletano scoperta e indagata dai vigili

1commento

PARMA

Casa nel Parco: gioco e lavoro vanno a braccetto Foto

CARABINIERI

Scompare da San Secondo: Claudio Lombino ritrovato a San Polo d'Enza

Il 29enne era scomparso venerdì, lasciando a casa portafogli e cellulare

INTERVISTA

Baronchelli e Bugno, ciclisti-bersaglieri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

1commento

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

correggio

Morì dopo l'arresto in caserma: fu colpito in una rissa per strada Video

Varese

L'omicidio di Lidia Macchi: ergastolo per Stefano Binda

SPORT

inchiesta

Calcioscommesse: in 31 a giudizio a Bologna. Ci sono anche Signori, Doni e Mauri

rugby

Bellini, alle Zebre annata da incorniciare Video

SOCIETA'

social

Da odio a sesso, le linee guida di Facebook sui post vietati

curiosità

La filastrocca sull'aereo Pippo recitata nei luoghi di Parma sotto le bombe Video

MOTORI

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone