17°

27°

Provincia-Emilia

Felino- Ex stalla sociale: al via i lavori. Sorgerà un quartiere residenziale

Felino- Ex stalla sociale: al via i lavori. Sorgerà un quartiere residenziale
Ricevi gratis le news
0

di Massimo Morelli
Hanno preso il via i lavori di demolizione delle strutture che facevano parte dell’ex stalla sociale. Quelle che venivano utilizzate come stalle, come ricovero attrezzi e come abitazione di chi vi lavorava verranno presto demolite e, al loro posto, sorgerà un quartiere nuovo con villette e case a schiera, secondo il progetto già approvato da tempo in consiglio comunale.
Con la demolizione dell’ex stalla sociale un pezzo di storia di Felino sparirà per sempre, ma dal punto di vista architettonico la perdita sarà davvero minima. La stalla sociale venne realizzata all’inizio degli anni settanta nella zona di rispetto del castello di Felino. Ci fu qualche velata protesta, ma i lavori andarono avanti. Altri tempi, oggi sarebbe irrealizzabile un’opera del genere in un’area protetta o comunque non distante da un edificio o da un palazzo di pregio. L’idea era quella di costruire una grande stalla nella quale gli allevatori avrebbero fatto confluire i capi di bestiame. All’epoca si parlava di 400/450 mucche da latte, un numero davvero elevato per quei tempi. Le cose andarono bene all’inizio poi con il passare del tempo sorsero i primi problemi, qualche allevatore decise di riportare il bestiame nella propria fattoria tanto che a metà degli anni ottanta la stalla sociale fallì. Si parlò all’epoca di 2 miliardi e 500 milioni delle vecchie lire.

Le banche, creditrici nei confronti della stalla sociale, misero all’asta la struttura, con le prime due sedute che andarono deserte. Alla terza seduta l’area della stalla sociale andò all’unica azienda - un'azienda alimentare - che presentò un’offerta in busta chiusa e naturalmente quell'azienda, per una cifra di poco inferiore al miliardo di lire, divenne la nuova proprietaria dell’area che a Felino ha fatto tanto discutere dalla sua nascita ai tempi nostri. L’azienda alimentare, nelle intenzioni dei proprietari, avrebbe voluto insediare al posto della stalla uno stabilimento inerente la trasformazione del prodotto agricolo e non ci sarebbero stati problemi di sorta visto che si trattava di trasformazione del prodotto agricolo, la stessa attività che veniva svolta nella stalla sociale. La giunta comunale di Felino, con l’allora sindaco Gianni Damenti, sembrava ben predisposta verso questa operazione, ma per vari motivi non se ne fece nulla. Nel corso degli anni erano spuntate altre idee e progetti, proposti dalle amministrazioni che si sono succedute a Felino, come ad esempio quello inerente la realizzazione di una università. Le idee degli amministratori però non combaciavano con quelle dei proprietari che non avendo alcuna fretta decisero di lasciare le cose così com'erano, attendendo l’idea buona o il progetto convincente. Passano gli anni ed arriviamo al secondo mandato di Maurizio Tanzi, sul finire degli anni novanta.

Tanzi ha il merito di aver intavolato un discorso serio ed interessante con i proprietari, prospettando loro di dare il via libera alla costruzione di case a schiera e villette in cambio di un cospicuo contributo che sarebbe stato utilizzato nel campo della scuola. L’accordo viene raggiunto, il contributo viene versato, e dopo la stesura del progetto, che è stato approvato a tutti i livelli, si è potuto dare il via ai lavori. Prima di tutto c'era da bonificare l’area con i 4.500 mq di pericolosissimo amianto, che è stato trasportato via da un’azienda specializzata del settore, ed i 1.200 metri di lana di roccia, che hanno subito trattamento analogo.
 Ultimata la bonifica verranno demoliti gli edifici esistenti e poi verranno realizzate le opere di urbanizzazione, compresa una pista ciclabile che collegherà il quartiere con il paese. Nel volgere di pochi anni (ce ne sono voluti venti dal momento dell’acquisto ai giorni nostri) la zona cambierà volto ed una delle brutture architettoniche del paese per i felinesi resterà solo un ricordo del quale discutere in piazza.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Foto d'archivio

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

2commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

2commenti

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

PARMA-CAGLIARI

Oggi ci vorrà un Parma da battaglia

Segui gli aggiornamenti in tempo reale dalle 15

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

8commenti

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TRAGEDIA

Vigile del fuoco precipita da 7 metri e muore ad Ancona Video

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"