18°

28°

Provincia-Emilia

Un malore stronca Ron Shmueli. Era sotto accusa per il Cavanà

Un malore stronca Ron Shmueli. Era sotto accusa per il Cavanà
Ricevi gratis le news
2

 Chiara Cacciani

Aveva rigettato con forza le accuse, aveva già assistito alla prima sfilata dei testimoni in aula per  l'incidente probatorio. Ma la decisione del giudice sul caso Cavanà, Ron Shmueli non potrà ascoltarla. 
Lo psichiatra 54enne, origini israeliane ed ex direttore sanitario della comunità per minori con problemi psichiatrici di Pellegrino, è morto giovedì pomeriggio, dopo essersi sentito male mentre stava giocando sui campi da tennis di Zoagli, il paese in provincia di Genova in cui abitava da tempo. 
Lo stesso del quale non poteva varcare i confini: gli arresti domiciliari nella sua villa gli erano stati revocati dopo due settimane dal fermo con l'accusa di maltrattamenti ai danni dei «suoi» ragazzi. Ma da quello stesso giorno di «ritrovata libertà» - il 30 aprile scorso -   il medico aveva comunque  l'obbligo di dimora nel comune di residenza. 
Appassionato di sport, giovedì pomeriggio Shmueli - una compagna e due figlie giovanissime - aveva appena iniziato una partita di tennis con un amico quando improvvisamente si è accasciato a terra, probabilmente colpito da infarto. I militi della Croce bianca di Rapallo hanno tentato più volte di rianimarlo,  inutilmente: l'uomo è morto durante il trasporto all'ospedale di Lavagna.
          La bufera  che si era abbattuta sul Cavanà è datata 15 aprile scorso, quando i carabinieri si erano presentati alla porta di Shmueli per eseguire il provvedimento di arresto firmato dal gip Paola Artusi su richiesta del pm  Francesco Gigliotti. Maltrattamenti che avrebbero causato lesioni ai ragazzi ospiti della comunità, ai quali sarebbero stati somministrati farmaci anche a scopo punitivo (le ormai tristemente famose «fialature»): queste le accuse contestate. Al medico psichiatra erano stati subito concessi gli arresti domiciliari nella villa di Zoagli, e insieme a lui erano stati indagati per maltrattamenti altri sette tra educatori e operatori transitati dalla comunità  intorno al 2007. 
Esattamente il periodo in cui nella struttura ha lavorato  Lorenzo Vecchi, l'educatore parmigiano che con il suo esposto in Procura ha fatto partire le indagini. Una lunga indagine condotta dagli uomini del Nas.
 «Nei miei confronti c'è una forma di accanimento. Le iniezioni sono state sempre somministrate con la volontà dei pazienti e a scopo terapeutico. Non si è mai verificato nessun maltrattamento», si era difeso davanti al giudice Shmueli. E all'indomani della morte i suoi più stretti collaboratori sostengono: «Se ne è andato nel momento  più difficile della sua vita, sia dal punto di vista umano che professionale. Senza fare inutili polemiche, di sicuro le accuse rivolte lo avevano provato nell’anima e nel fisico». 
L'inchiesta però continua: tra giugno e luglio davanti al gip sono comparsi sette dei ragazzi chiamati a testimoniare da difesa e accusa. Ne mancano ancora una decina, e a settembre sono attesi i prossimi appuntamenti in aula. Perchè se la vicenda giudiziaria di Shmueli è ormai conclusa, restano in piedi le accuse ai suoi sette collaboratori. Nel frattempo restano chiuse le  porte del Cavanà: dal 24 aprile il sindaco di Pellegrino ha revocato l'autorizzazione al funzionamento, e per gli ospiti  sono state  trovate soluzioni alternative. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • 09 Aprile @ 12.54

    Se adoperarsi per donare qualche anno di serenità a dei poveracci è una colpa allora quest' uomo era un criminale.

    Rispondi

  • alice

    22 Dicembre @ 17.47

    io ho conosciuto Ron...era una persona straordinaria.con tutti.e soprattutto con i suoi ragazzi.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva.

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"