20°

Provincia-Emilia

Un vademecum per i pensieri

Ricevi gratis le news
0

I sentieri? Una “infrastruttura” utile e preziosa, cruciale per gli escursionisti: per permettere loro di percorrere facilmente e in sicurezza territori ricchi di suggestioni paesaggistiche come quelli del nostro Appennino. Proprio per questo, per la loro importanza, è fondamentale che i sentieri siano tracciati bene: con procedure uniformi e con una segnaletica il più possibile univoca, per permettere a tutti quelli che li utilizzano (dagli escursionisti appassionati ai semplici camminatori) di avere riferimenti certi e di compiere i loro itinerari in sicurezza e in totale tranquillità. È per questo che il Tavolo di coordinamento istituito ad hoc dalla Provincia ha redatto le “Linee guida per la realizzazione degli itinerari escursionistici”, che vogliono proporsi come un vero e proprio punto di riferimento a livello provinciale per enti, amministrazioni pubbliche del territorio, associazioni e operatori turistici.
Si tratta di un vademecum pratico per la realizzazione della segnaletica sentieri secondo il manuale Cai e di un supporto per favorire la loro “conservazione” nel tempo. Il documento si rivolge in prevalenza alle nuove realizzazioni ma può costituire un riferimento anche per le ristrutturazioni di sentieri già esistenti che presentino problemi di segnaletica o altro.

Le linee guida rappresentano una proposta e un riferimento per rendere più efficace l’operatività nel settore dell’escursionismo pedonale, basandosi sull’esperienza maturata dal Cai (Club Alpino italiano) e dalle Regioni italiane che da tempo hanno fatto dell’escursionismo uno degli snodi dello sviluppo turistico.  Il documento è stato realizzato dal Tavolo di Coordinamento Sentieri (Tcs) istituito dalla Provincia, che vede riuniti tre servizi provinciali (Turismo, Agricoltura e Aree protette), il Cai, la Regione Emilia-Romagna, le Comunità Montane, le Comunalie Parmensi, e che è aperto ad altre realtà territoriali interessate alla collaborazione.
“È importante sottolineare proprio il metodo seguito: un metodo collaborativo, concertativo, caratterizzato da un ampio coinvolgimento”, ha esordito oggi, nella presentazione in piazza della Pace, il vice presidente della Provincia Pier Luigi Ferrari. “I sentieri sono una rete infrastrutturale leggera di rilievo per il Parmense, anche perché possono aiutare a scoprirlo in modo lento: e noi sappiamo che c’è un gran numero di persone, sempre di più, che intende così la conoscenza del territorio. Ci siamo resi conto che spesso nascevano reti di sentieri “non ufficiali” - realizzati dalla buona volontà di enti locali, associazioni, pro loco - che rendevano il quadro molto variegato: era importante coinvolgere tutti in un unico progetto per rendere omogenea e paragonabile la rete sentieristica. Per questo è nato il tavolo di coordinamento e sono nate le linee guida, che costituiscono un punto di partenza di un percorso che vogliamo continuare”, ha spiegato l’assessore provinciale al Turismo Gabriella Meo.

“Queste linee guida sono il compimento di una collaborazione che lega Cai e Provincia da diversi anni, accomunandoli innanzitutto nella visione del territorio. È stata ripresa in modo completo la nostra metodologia di segnatura dei percorsi, una metodologia che applichiamo da più di sessant’ani, e questo non può che farci piacere”, ha commentato il presidente del Cai di Parma Guiduberto Galloni, che ha osservato: “Finalmente il sentiero è diventato a tutti gli effetti un’infrastruttura codificata, mentre ieri non lo era: si è creato un contesto culturale preciso, e questo per noi è davvero molto importante”.
Per conto della Regione Emilia-Romagna è intervenuto Roberto Bertozzi del Servizio geologico, referente per il Data base Sentieri, che ha tra l’altro annunciato la costituzione di un “coordinamento tecnico per l’escursionismo” a livello regionale.

L’istituzione del Tcs permanente si è resa necessaria per consentire alle realtà coinvolte di condividere principi, obiettivi e linee di lavoro proprie del settore al fine di migliorare la rete sentieristica provinciale, rendendola effettivamente fruibile e monitorata. In particolare, le azioni  del Tcs sono principalmente volte a fornire le linee guida e un regolamento operativo per la realizzazione degli itinerari e della segnaletica, definire modalità gestionali per la manutenzione dei tracciati, pubblicare on-line il data base dei sentieri provinciali ritenuti idonei e provvedere alla loro promozione: le linee guida presentate oggi costituiscono il primo passo delle azioni in programma; rappresentano principalmente una base tecnica per la realizzazione di un nuovo sentiero ma offrono anche l’opportunità di collaborazioni fattive con il Tcs nell’organizzazione di un percorso escursionistico, mantenendo la connotazione di “Buona pratica”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Code anche in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

1commento

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

UNIVERSITA'

L'Ateneo di Parma visto dagli studenti

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

1commento

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno