19°

Provincia-Emilia

Morra, ritorno al passato

Morra, ritorno al passato
Ricevi gratis le news
0

Cristian Calestani
Seduti o in piedi intorno ad un tavolo, urlanti, spesso rossi in volto, ma attenti ad ogni dettaglio e pronti ad agire con il giusto tempismo per superare il proprio avversario. A vederli, e soprattutto sentirli, da lontano sembrano un gruppo di uomini che stanno violentemente discutendo tra di loro. Ma poi, facendo attenzione, e guardandoli bene si capisce che tutta quella energia è frutto della tensione con cui, rigorosamente in coppia, stanno cercando di battere i propri contendenti. E' la magia del gioco della morra. Un gioco che profuma di tempi andati e che, a rigor di legge, sarebbe addirittura illegale secondo quanto prevede una vecchia norma dei tempi del fascismo con la quale la pratica di questa disciplina venne messa al bando perché spesso causa di furibonde liti tra i suoi praticanti. Ieri a Gramignazzo - in occasione del trentunesimo campionato italiano di morra maschile e dell’undicesimo femminile organizzati dalla locale associazione Ardisci che ha riscoperto il valore culturale di questo gioco- di zuffe non ce ne sono certo state, ma nel cortile della chiesa del paese è come se il tempo fosse tornato indietro di qualche decennio. Ecco dunque spuntare i tavolini in legno, sui quali i punti sono segnati con il gessetto, e intorno ad essi formarsi il classico capannello. Seduti o intorno al tavolo i quattro contendenti, due per squadra, e vicino a loro il consueto gruppetto di curiosi. Il via alla singola contesa apre il campo ad un continuo roteare di mani accompagnato dal ritmico urlo delle voci. Quello che deve fare un giocatore di morra è, alla fin fine, piuttosto semplice: indovinare la somma del numero delle dita che lui e il proprio avversario sono pronti a mostrare sul tavolo. Ma a rendere tutto più complicato è il ritmo, davvero incalzante, con cui avviene tutto questo. Concentrazione, sguardo fisso sul tavolo, astuzia e un po' di fortuna: sono queste le doti che ogni buon giocatore di morra deve possedere e che, anche ieri, appassionati provenienti dalle province di Brescia, Cremona, Bergamo e Massa Carrara hanno sfoderato per conquistare la vittoria finale. Ma, ieri, all’ombra della chiesa di Gramignazzo a far roteare le proprie mani sono stati anche concorrenti provenienti da Udine e tra loro anche cinque donne che non si sono certo fermate dinnanzi agli oltre trecento chilometri di distanza tra il Friuli e la Bassa Parmense. Tra le sedici coppie al via solo una era composta da parmigiani, quella formata da Giacomo Macchiavelli di Gramignazzo, detentore del titolo provinciale e primo ad iscrivere il suo nome nell’albo della manifestazione trentun’anni fa, e Franco Gambara di Roccabianca che, invece, detiene il record di presenza per aver partecipato a tutte le edizioni delle gare di Gramignazzo. «Sono rimasti i valori di un tempo, come quello di giocare per divertirsi» il pensiero esternato da Macchiavelli, «durante il gioco si è sottoposti ad una grande pressione ed è fondamentale rimanere molto concentrati» il parere espresso, invece, da Gambara. La provenienza di giocatori da tutto il Nord d’Italia ha chiaramente soddisfatto uno dei principali promotori, il dottor Ezio Bosi che ha voluto «ringraziare tutti i soci dell’Ardisci Gramignazzo per l’impegno profuso». Un plauso è giunto anche dal parroco del paese don Filippo Zappettini che ha sottolineato l’importanza «di mantenere vive certe tradizioni che favoriscono l’aggregazione sociale e l’incontro, fronteggiando così l’individualismo imperante della nostra società».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Via Europa, il cantiere provoca il caos

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

All'Esselunga di via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno