14°

27°

Provincia-Emilia

Nero di Fragno, la fiera è servita

Ricevi gratis le news
0

Cristina Pelagatti
La fiera nazionale del Tartufo nero di Fragno compie 20 anni e la Pro loco di Calestano, organizzatrice della kermesse, si prepara ad onorare l’anniversario con un ricco programma.
A partire da domenica e per cinque settimane (a cui si aggiunge la domenica di Cozzano, il 21 novembre) la fiera trascinerà i visitatori in un tourbillon di iniziative tale da mettere alla prova la resistenza anche dei più stakanovisti patiti del genere.
Nei ristoranti «preziosi» menu
La Fiera del Tartufo nero sarà ad esempio l’occasione per degustare il prelibato Tuber Uncinatum Chatin nei ristoranti convenzionati del territorio che proporranno menù a base di tartufo.
Ecco tutti i locali convenzionati: Albergo Ristorante Fontana 0525-52155; Albergo Ristorante Mantovani 0525.52118; Ristorante La Lanterna 0525.520129; Azienda agrituristica Castione 0525.520115; Dream bed and breakfast 0525.520113; Ristorante Cà d’Angel 0525.529133; Ristorante Pizzeria Blue River 0525.57410; Eris Pub 328.3292975; Azienda Agrituristica La Corte dei Golosi 335.6611298; Agriturismo Casale Eldoro 0525.528224; Agriturismo La macchia tonda 0525.57240.
Un mercatino profumato
Si potranno anche acquistare esemplari del prezioso tubero di Fragno al «mercatino del tartufo» allestito ogni domenica sotto i portici di via Mazzin. Al mercatino partecipano tartufini certificati ed è regolato dal «Borsino del Tartufo», che fissa settimanalmente i prezzi minimi e massimi di vendita del tartufo che i raccoglitori della zona espongono.
Nel borgo stand e animazioni
A fare da corollario al nero di Fragno saranno ogni domenica le bancarelle di artigianato ed hobbistica e gli stand enogastronomici della strada del Prosciutto e dei Vini dei Colli di Parma e del Consorzio Qualità Val Baganza, allietate da musica dal vivo, rappresentazioni di antichi mestieri e figuranti per le vie del borgo.
Il tartufo si gusta a passeggio
Le strade del centro storico saranno ricche di occasioni enogastronomiche grazie alle numerose associazioni del paese che si prodigheranno nell’offrire focaccine e uova al tartufo, canestrini di funghi, caldarroste, frittelle, pattonini e vin brulé, spongate e tanto altro ancora a chi deciderà di fare un salto nella «perla della Val Baganza» e godere delle occasioni sportive, culturali ed enogastronomiche che la fiera offre.
Visite e convegno a tema
Ogni domenica sarà possibile anche partecipare alle visite guidate in tartufaia, con partenza alle 9.45 dal Punto Informazioni di via Mazzini.
La fiera del tartufo poi sarà impreziosita da un’importante convegno europeo: «Tuber Uncinatum Chatin, tartufo nero di Fragno, tartufo d’europa» che si terrà il 6 novembre in Sala Borri per tutta la giornata.
Studiosi ed esperti provenienti da tutta Europa discuteranno della coltivazione del tuber uncinatum chatin e nel pomeriggio tratteranno il tema del tartufo nero di Fragno in provincia di Parma.
Verso l'inaugurazione
Il taglio del nastro alla XX edizione della fiera è programmato per domenica 17 alle 11 alla prensenza delle autorità e con l’accompagnamento sonoro della Piccola Banda di Calestano, alle 10 sarà invece inaugurata la mostra d’arte «I salti del diavolo» che vedrà esposte nella Sala Borri, per tutta la durata della fiera, le opere del pittore Amerigo Gabba. La XX Fiera Nazionale del Tartufo nero di Fragno è un progetto realizzato dalla Proloco e dal Comune di Calestano in collaborazione e con il sostegno della Regione Emilia Romagna, Provincia di Parma, Comunità Montana Unione dei Comuni Parma Est, con il supporto e contributo del Piano di Sviluppo Rurale Asse 4 gestito dal Gruppo di Azione Locale Soprip, in collaborazione con Strada del Prosciutto e dei Vini dei Colli di Parma, Consorzio Qualità tipica Val Baganza, Comune di Langhirano, Camera di Commercio di Parma, Cariparma Credit Agricole, Confesercenti, Ascom. La XX Fiera del Tartufo nero di Fragno è inserita nel cartellone Wine Food Festival Emilia Romagna 2010 (www.winefoodfestival.it). Per informazioni: Pro Loco di Calestano Tel. 0525 520114 Cell. 345 6140366 e-mail: info@tartufonerofragno.it. 


 

La fiera nazionale del Tartufo nero di Fragno compie 20 anni e la Pro loco di Calestano, organizzatrice della kermesse, si prepara ad onorare l’anniversario con un ricco programma. 
A partire da domenica e per cinque settimane (a cui si aggiunge la domenica di Cozzano, il 21 novembre) la fiera trascinerà i visitatori in un tourbillon di iniziative tale da mettere alla prova la resistenza anche dei più stakanovisti patiti del genere.
 Nei ristoranti «preziosi» menu
La Fiera del Tartufo nero sarà  ad esempio l’occasione per degustare il prelibato Tuber Uncinatum Chatin nei ristoranti convenzionati del territorio che proporranno menù a base di tartufo. 
Ecco tutti i locali convenzionati: Albergo Ristorante Fontana 0525-52155; Albergo Ristorante Mantovani 0525.52118; Ristorante La Lanterna 0525.520129; Azienda agrituristica Castione 0525.520115; Dream bed and breakfast 0525.520113; Ristorante Cà d’Angel 0525.529133; Ristorante Pizzeria Blue River 0525.57410; Eris Pub 328.3292975; Azienda Agrituristica La Corte dei Golosi 335.6611298; Agriturismo Casale Eldoro 0525.528224; Agriturismo La macchia tonda 0525.57240.
Un mercatino profumato
Si potranno anche  acquistare esemplari del prezioso tubero di Fragno  al «mercatino del tartufo» allestito ogni domenica sotto i portici di via Mazzin. Al mercatino partecipano  tartufini certificati ed è  regolato dal «Borsino del Tartufo», che fissa settimanalmente i prezzi minimi e massimi di vendita del tartufo che i raccoglitori della zona espongono.
 Nel borgo  stand e animazioni
A fare da corollario al nero di Fragno saranno ogni domenica le bancarelle di artigianato ed hobbistica e gli stand enogastronomici della strada del Prosciutto e dei Vini dei Colli di Parma e del Consorzio Qualità Val Baganza, allietate da musica dal vivo, rappresentazioni di antichi mestieri e figuranti per le vie del borgo.
 Il tartufo si gusta a passeggio
Le strade del centro storico saranno ricche di occasioni enogastronomiche grazie alle numerose associazioni del paese che si prodigheranno nell’offrire focaccine e uova al tartufo, canestrini di funghi, caldarroste, frittelle, pattonini e vin brulé, spongate e tanto altro ancora a chi deciderà di fare un salto nella «perla della Val Baganza» e godere delle occasioni sportive, culturali ed enogastronomiche che la fiera offre.
 Visite e convegno a tema
Ogni domenica sarà possibile anche partecipare alle visite guidate in tartufaia, con partenza alle 9.45 dal Punto Informazioni di via Mazzini.
La fiera del tartufo poi sarà impreziosita da un’importante convegno europeo: «Tuber Uncinatum Chatin, tartufo nero di Fragno, tartufo d’europa» che si terrà il 6  novembre in Sala Borri per tutta la giornata.
Studiosi ed esperti provenienti da tutta Europa discuteranno della coltivazione del tuber uncinatum chatin e nel pomeriggio tratteranno il tema del tartufo nero di Fragno in provincia di Parma.
 Verso l'inaugurazione
Il taglio del nastro alla XX edizione della fiera è programmato per domenica 17 alle 11 alla prensenza delle autorità e con l’accompagnamento sonoro della Piccola Banda di Calestano, alle 10 sarà invece inaugurata la mostra d’arte «I salti del diavolo» che vedrà esposte nella Sala Borri, per tutta la durata della fiera, le opere del pittore Amerigo Gabba. La XX Fiera Nazionale del Tartufo nero di Fragno è un progetto realizzato dalla Proloco e dal Comune di Calestano in collaborazione e con il sostegno della Regione Emilia Romagna, Provincia di Parma, Comunità Montana Unione dei Comuni Parma Est, con il supporto e contributo del Piano di Sviluppo Rurale Asse 4 gestito dal Gruppo di Azione Locale Soprip, in collaborazione con Strada del Prosciutto e dei Vini dei Colli di Parma, Consorzio Qualità tipica Val Baganza, Comune di Langhirano, Camera di Commercio di Parma, Cariparma Credit Agricole, Confesercenti, Ascom. La XX Fiera del Tartufo nero di Fragno è inserita nel cartellone Wine Food Festival Emilia Romagna 2010 (www.winefoodfestival.it). Per informazioni: Pro Loco di Calestano Tel. 0525 520114 Cell. 345 6140366 e-mail: info@tartufonerofragno.it.


 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Cina

FOTOGRAFIA

Le città del futuro e le case come alveari: la Cina "mai vista" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Morto improvvisamente a 47 anni Filippo Virgili, lavorò per il Papa

Noceto

Morto improvvisamente a 47 anni Filippo Virgili, lavorò per il Papa

RISSE NELLA NOTTE

Via d'Azeglio, la lite finisce a morsi di pitbull

Incidente a Pastorello

Federico Miodini, «il Miodo» giovane padre innamorato della vita

Soragna

Ragazzi rapinati, notte di terrore alla «Ponzella»

Intervista

Carminati: «Tosca è una tavolozza perfetta»

Incidente a Coltaro

Luigi Bertolotti «un amico meraviglioso, ottimo lavoratore»

AMORE SENZA FINE

Laura e Raffaele, marito e moglie muoiono a 24 ore di distanza

FIDENZA

Svincolo killer, finalmente i lavori per renderlo sicuro

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Due incidenti mortali in provincia: sulla Gazzetta il ritratto delle vittime

Le vittime sono Federico Miodini, che lascia due bimbi piccoli, e Luigi Bertolotti

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

3commenti

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

viabilità

Terrore in tangenziale Nord: auto contromano in corsia di sorpasso

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

2commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

NEW YORK

Stop alle auto a Central Park dopo un secolo Video

GIAPPONE

Morta la donna più longeva. Ora la seconda più anziana è in Toscana: ha 115 anni

SPORT

MOTOGP

Austin, domina Marquez. Iannone 3°, Rossi 4°. Dovizioso leader del Mondiale

1commento

TENNIS

Nadal trionfa a Montecarlo: è l'undicesima volta!

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover