19°

Provincia-Emilia

Scontro sul ponte di Collecchio: feriti tre ragazzi

Scontro sul ponte di Collecchio: feriti tre ragazzi
Ricevi gratis le news
10

Incidente, poco prima delle 22, sul ponte Montanini che collega Medesano e Collecchio. Tre ragazzi dai 20 ai 23 anni sono rimasti feriti. Il più grave è un 23enne di Ramiola che viaggiava a bordo di una Fiat Bravo da Collecchio in direzione Medesano; ferite di media gravità per due ragazze di 20 e 21 anni residenti a Medesano che viaggiavano invece su una Daewoo Matiz in senso opposto. Per motivi da chiarire, i due mezzi si sono scontrati e le auto hanno proseguito la loro corsa finendo contro il guardrail. Sul posto sono intervenute tre ambulanze, la Guardia Medica, i vigili del fuoco di Parma e Fidenza e i carabinieri di Collecchio.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ANDREA

    21 Ottobre @ 10.37

    Prima di scrivere le solite baggianate ,tutte quelle persone che scrivono "io questa strada la faccio tutti i giorni ec ecc "dovrebbero innanzitutto imparare ad andare per strada e quando prliamo di cultura è cultura stradale. Sicuramente ci sono persone che scambiano il ponte con una pista di lancio , ma tanti altri dovrebbero imparare a mettere la freccia quando si esce dalla rotonda, a dare la precedenza , a tenere una velocità consona al tratto di strada (che non vuoldire fare i 150 ma neppure i 40) , a mantenere le distanze di sicurezza , a percorrere la starda in prossimità del margine desto ...La giornata tipo sul ponte è la seguente :Camion in testa e una massa d'incapaci in coda , dove nessuno mantiene le distnze di sicurezza , dove tutti sono in prossimità della riga di mezzeria e la maggior parte di questi non ha nessuna intenzione di soprassare .....impariamo come si va per strada perchè il 90%delle persone non ha la benchè minima idea di quello che vuol dire usare una macchina e andare per strada

    Rispondi

  • ANDREA

    21 Ottobre @ 09.41

    Prima di scrivere le solite baggianate ,tutte quelle persone che scrivono "io questa strada la faccio tutti i giorni ec ecc "dovrebbero innanzitutto imparare ad andare per strada e quando prliamo di cultura è cultura stradale. Sicuramente ci sono persone che scambiano il ponte con una pista di lancio , ma tanti altri dovrebbero imparare a mettere la freccia quando si esce dalla rotonda, a dare la precedenza , a tenere una velocità consona al tratto di strada (che non vuoldire fare i 150 ma neppure i 40) , a mantenere le distanze di sicurezza , a percorrere la starda in prossimità del margine desto ...La giornata tipo sul ponte è la seguente :Camion in testa e una massa d'incapaci in coda , dove nessuno mantiene le distnze di sicurezza , dove tutti sono in prossimità della riga di mezzeria e la maggior parte di questi non ha nessuna intenzione di soprassare .....impariamo come si va per strada perchè il 90%delle persone non ha la benchè minima idea di quello che vuol dire usare una macchina e andare per strada

    Rispondi

  • Matteo

    20 Ottobre @ 16.33

    C'è poco da dire, la gente non sa guidare, non gliene frega niente degli altri e tutti se ne sbattono. Se ne vedono di tutti i colori, donne che già non sono in grado di guidare in condizioni normali che si truccano, telefonano e fumano mentre guidano, ragazzini di 18 anni sempre sparati e allo sbaraglio, anziani ai 5 all'ora in mezzo alla strada che fanno cose imprevedibili, trattori e motorini in tangenziale, tutti al telefono, gente contromano, gente ubriaca e drogata, gente che chiude gli occhi e accelera per non dare la precedenza, camionisti che guardano la tv e leggono il giornale e fanno i 110 in tatngenziale. Siamo un popolo di m***a!!! Certa gente invece di riprodursi dovrebbe farsi prete o suora e altra gente starebbe bene direttamente sotto terra. Ma tanto cosa stiamo qua a perdere tempo a scrivere e denunciare cose che già tutti sanno

    Rispondi

  • medesano21

    20 Ottobre @ 14.26

    Concordo con quanto indicato da Ritmo. Chi percorre quella strada tutti i giorni, sa benissimo che i 90 km sono la velocita' minima tenuta e che i sorpassi alla cieca, soprattutto nelle curve limitrofi, sono all'ordine del giorno. I camion a 60 all'ora sono praticamente una rarita', soprattutto in determinati orari. Ritengo sia semplicemente una questione di rispetto del prossimo e di cultura.

    Rispondi

  • Marcello

    20 Ottobre @ 14.23

    quindi piuttosto di fare i 60...è meglio superare in riga continua, superare a destra della rotonda prima del ponte...o superare a sinistra mentre quello davanti aspetta di immettersi, salendo sul cordolo?? anche io quel ponte lo faccio tutti i giorni, ed è sempre così. Cose che succedono spesso in tutte le strade. Preferisco fare i 60, piuttosto di rischiare di uccidere me e soprattutto qualcun altro

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno