17°

28°

Provincia-Emilia

Sissa - La Lipu contro il sindaco: "No al ritorno del nucleare"

Sissa - La Lipu contro il sindaco: "No al ritorno del nucleare"
Ricevi gratis le news
0

Cristian Calestani
«Siamo il paese del sole. Facciamoci "illuminare" da quello». Con questo slogan il delegato provinciale della Lipu Mario Pedrelli ha ribadito in questi giorni il rifiuto netto dell’associazione che rappresenta in merito al possibile ritorno al nucleare.
L’intervento di Pedrelli arriva dopo la dichiarazione del sindaco di Sissa Grazia Cavanna che si era detta favorevole all’eventuale ricorso al nucleare qualora «realizzato con le idonee garanzie e la più moderna tecnologia».
La posizione possibilista del primo cittadino di Sissa era già stata criticata anche dalla sissese e consigliere regionale dei Verdi Gabriella Meo. Ora arriva un’ulteriore presa di posizione espressa da parte della Lipu di Parma.
 «Come associazione che si occupa di protezione della natura - ha dichiarato Pedrelli - seguiamo con la massima attenzione sia a livello nazionale sia locale, l’evolversi della questione legata al non auspicato ritorno al nucleare. Se da una parte, nei giorni scorsi abbiamo accolto con entusiasmo la contrarietà unanime alla costruzione di una centrale nucleare nei pressi di Viadana da parte di tutti i sindaci rivieraschi (di svariate posizioni politiche), dall’altra apprendiamo con preoccupazione ed una certa sorpresa, la posizione possibilista del sindaco di Sissa.
«Non entriamo nel dibattito politico che non ci compete  - ha continuato Pedrelli - ma in quello prettamente legato alla tutela del territorio, della natura e soprattutto delle persone. Riteniamo opportuno che le istituzioni, a tutti i livelli, intraprendano un percorso strutturato di fatti concreti che finalmente valorizzino e tutelino il Grande Fiume, che purtroppo ad oggi versa in cattive condizioni dovute a livelli di inquinamento oltre ogni misura, e di certo non ha bisogno di essere sottoposto ad un ulteriore carico come la costruzione di una centrale nucleare. Centrali nucleari che peraltro, oltre alla nota pericolosità ed al problematico smaltimento delle scorie, producono energia paradossalmente non economica. Meglio concentrare le poche risorse nella ricerca, nei temi legati all’efficienza energetica, nelle energie rinnovabili, in particolar modo nel fotovoltaico. Siamo o non siamo il Paese del sole? Facciamoci "illuminare" da quello». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lealtrenotizie

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

ITALIA/MONDO

SPORT

SOCIETA'

MOTORI