17°

29°

Provincia-Emilia

Caso Ruby, la "verità" della Macrì e i dubbi degli inquirenti

Caso Ruby, la "verità" della Macrì e i dubbi degli inquirenti
Ricevi gratis le news
19

E' rimasta per quasi cinque ore davanti ai pm di Milano che in­dagano sul caso Ruby la escort emiliana Nadia Macrì che, in un’intervista andata in onda gio­vedì sera su Annozero, ha rac­contato di aver partecipato a una festa a luci rosse ad Arcore as­sieme alla giovane marocchina e, soprattutto, di aver visto il pre­mier Silvio Berlusconi che con­segnava denaro alla minorenne.

Il racconto

Una versione che la ragazza avrebbe ripetuto anche ieri, ma non in modo lineare, agli inqui­renti che hanno deciso di secre­tare i verbali e stanno facendo attente verifiche, in particolare sulle celle telefoniche, per tro­vare riscontri. Dall’analisi delle celle, infatti, i procuratori ag­giunti Ilda Boccassini e Pietro Forno e il pm Antonio Sanger­mano, che coordinano l’inchie­sta nella quale il premier è in­dagato per prostituzione mino­rile e concussione, vogliono ar­rivare a capire prima di tutto se davvero la escort era presente ad Arcore, come ha raccontato, la notte tra il 24 e il 25 aprile scor­si.

In piscina

Serata a cui, stando agli atti dell’invito a comparire per il pre­sidente del Consiglio, ha parte­cipato anche Ruby. A quanto si è appreso da fonti giudiziarie, pe­rò, la ragazza non avrebbe reso dichiarazioni lineari. «Abbiamo fatto il bagno in piscina – ha af­fermato la Macrì nell’intervista di giovedì – dove ci raggiunse il presidente. Nudo. Noi eravamo sei, sette ragazze. Siamo stati tutti quanti insieme a ridere, a scher­zare, a toccarci». Poi, ha prose­guito, «lui dopo un po' si è av­vicinato a un’altra camera dove c'è un lettino in cui fai i massaggi e dopo un po' disse “Avanti la prossima, avanti la prossima”. E ogni cinque minuti noi aprivamo la porta e consumavamo il rap­porto sessuale. Una alla volta».

I soldi

E ancora: «Fui pagata 5 mila euro, dal presidente direttamen­te. Siamo andate io e questa ra­gazza marocchina, Ruby, nel suo ufficio». Stando al suo racconto, anche Ruby avrebbe preso un bu­sta con 5 mila euro. Un racconto che non ha convinto la madre di Nadia, Maria Luigia Peluso. «Mia figlia – ha detto la donna – rac ­conta stupidaggini, balle colossa­li, per avere notorietà. Non si ren­de conto delle conseguenze che può avere questo comportamen­to. Nadia corre come i cavalli, guarda solo davanti, ha i paraoc­chi. I media non se la filavano più da tempo e ha voluto strafare ad Annozero – afferma la donna – Conosco mia figlia meglio di chiunque altro e so come è fatta: ha visto che giornali e tv non si occupavano più di lei ed è voluta tornare ad essere protagonista».

La madre

Quando è iniziata questa sto­ria, ricorda ancora Maria, «ho letto che Nadia mi avrebbe pas­sato al telefono Berlusconi. Non è mai successo. Non ho mai, e dico mai, parlato al telefono con il presidente. Ecco – conclude – questa è Nadia: esagera con la fantasia. E io non voglio sentirla fino a quando continuerà su questa strada. Sta buttando via la sua vita per il miraggio della notorietà».

L'intervista

L'intervista a Nadia Macrì è stata registrata domenica scorsa e i magistrati milanesi, mercoledì scorso, hanno deciso di convoca­re la escort per l’audizione di ieri, come persona informata sui fatti. La Macrì era stata già sentita nei mesi scorsi dai pm di Palermo, che stavano indagando su un traffico di droga nel mondo dei vip ed erano arrivati a lei attra­verso le dichiarazioni della «pen­tita » parmigiana Perla Genovesi. Davanti agli inquirenti palermitani, la escort di Reggio Emilia aveva riempito 300 pagine di verbali, raccontan­do di avere avuto due rapporti sessuali a pagamento con il pre­mier a Villa Certosa e ad Arcore.

I verbali

I verbali erano stati poi tra­smessi alla procura di Milano che stava già indagando sul caso Ruby. Nell’intervista, però, la ra­gazza ha aggiunto i particolari della presenza ad Arcore assie­me a Ruby e del pagamento alla minorenne da parte del premier. La escort dopo l’audizione, se­condo fonti vicine alla ragazza, è apparsa «tranquilla, serena e si­cura delle sua verità». Lei, in­tanto, fa sapere che non può par­lare: «Non posso rilasciare di­chiarazioni, mi dispiace». Ai ma­gistrati avrebbe consegnato an­che foulard e gioielli ricevuti, stando alla sua versione, da Ber­lusconi. In ambienti giudiziari, infine, si fa notare che, al di là della testimonianza di ieri, il quadro probatorio dell’inchiesta è già definito dagli elementi di prova acquisiti finora.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    24 Gennaio @ 23.56

    Luca67 intanti la Macrì è stata sbuguardata dall'ex marito e da SUA Madre! Prima di gettare fango e montare i casi si deve avere rispetto per uno che ha 76 anni ! Santoro guadagna con le cavolate non controllate perchè i telebotizzati come dice Lei lo guardano. Bella figura con la Macrì. Basta creare scalpore e confusione. Questa è la sinistra ! Senza argomenti !

    Rispondi

  • MANRICO

    22 Gennaio @ 19.00

    HA RAGIONE LA MADRE...SOLO NOTORIETA'-

    Rispondi

  • Luca67

    22 Gennaio @ 17.04

    E' sconfortante già che un presidente del consiglio abusi della propria posizione telefonando in questura per far rilasciare illegalmente una minorenne (fatto), è moralmente disgustoso e contrario ai principi della costituzione che faccia festini con decine di prostitute alcune delle quali minorenni (fatto, dalle intercettazioni), tenendole in un veo e proprio harem a Milano 2. In qualsiasi altro paese civile un premier si sarebbe dimesso dopo un secondo. Qui addirittura attacca la magistratura e lancia di continuo messaggi televisivi anziche' difendersi in tribunale. Ma quello che veramente mi deprime è la non reazione del nostro popolo di telelobotomizzati. Nessuno spirito critico, nessuna indignazione da parte di chi è nel centrodestra, manco fosse una squadra di calcio. Ma vi paga? Avete profitti personali per continuare a sostenere un personaggio che fra qualche anno la storia ricorderà come un malfattore? Leggo qui, cosi' come sul giornale in edicola numerose lettere ed interventi non, come sarebbe da aspettarsi, di gente indignata, ma di pecore lobotomizzate con argomenti degni di banbini di tre anni. Dopo vent'anni di infomazione drogata dal premier, purtroppo il livello medio degli elettori italiani è questo: persone che elogiano le arti amatorie del premier, che sostengono l'accanimento dei magistrati (male non fare, paura non avere....non le ho fatte io le orge e le telefonate in procura), che dicono meglio questo della sinistra. Certo, la sinistra e' praticamente inesistente, e allora? Volete continuare a tenervi un personaggio che e non fosse il PdC sarebbe gia' rinchiuso dietro le sbarre? Povera Italia!

    Rispondi

  • sabcarrera

    22 Gennaio @ 16.55

    Kennedy si faceva portare concubine in camera mentre girava per l'America o faceva nuotate in piscina nude con le segretarie alla Casa Bianca. Tutto questo quando vendeva l'immagine del sobrio padre di famiglia.

    Rispondi

  • redstar

    22 Gennaio @ 16.44

    ah ah ah! bellissima battuta di LEONARDO CECCA...il Corriere Della Sera "non è" di Berlusconi !! se l'Italia è SPUTTANATA nel mondo lo dobbiamo anche a chi la pensa come lei!!! SHAME ON YOU"

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

2commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

1commento

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

SERIE A

Parma, che tour de force

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

13commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

sentenza

Caso Maugeri, in appello si aggrava la condanna a Formigoni per corruzione: 7 anni e 6 mesi

ROMA

Detenuta lancia dalle scale i figli: avviato l'iter della morte cerebrale per il secondo bimbo

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

migranti

Thuram: "Se fossi italiano mi vergognerei di Salvini"

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design