18°

28°

Provincia-Emilia

Restauri in 40 chiese dopo il terremoto. Ma per altre 60 la cassa è vuota

Restauri in 40 chiese dopo il terremoto. Ma per altre 60 la cassa è vuota
Ricevi gratis le news
3

Sfoglia le interviste - Indietro   Avanti 

di Andrea Violi

Il terremoto del 23 dicembre 2008 ha lasciato una profonda nel patrimonio artistico ecclesiastico. Nel territorio della Diocesi di Parma ci sono cento chiese danneggiate. Per restaurare le 8 più gravi ci sono i fondi della Regione e dell'Otto per mille 2009. In altre 32 chiese inizieranno i lavori a breve. Ma per un'altra una sessantina di edifici, al momento i soldi non ci sono. Quanto servirebbe? Dieci milioni di euro, che in qualche modo mancano all'appello. Chi dovrebbe pagare? Ma chi dovrebbe pagare? «Lo Stato - sottolinea la Diocesi di Parma - secondo la Costituzione, si fa carico della manutenzione e della tutela degli edifici di culto poiché sono edifici di importanza storico-artistica. Il 70% del nostro patrimonio artistico è nelle chiese. Ed è patrimonio di tutti».
È don Alfredo Bianchi,  vicario episcopale con competenza sui beni culturali ecclesiastici, a illustrare i vari aspetti del problema. Il patrimonio culturale della Diocesi di Parma è stato ferito soprattutto dal terremoto, nel dicembre 2008. Un primo bilancio rivelò danni in 100 chiese. In questi anni ci si è concentrati su una quarantina, in primis le 8 più danneggiate: Mattaleto, Lesignano, San Vitale Baganza, Pieve di Barbiano, Badia Cavana, Bazzano, Pieve di San Pietro a Tizzano e San Pancrazio. Sono stati utilizzati finanziamenti dell'Otto per mille per i restauri. In aggiunta, sono stati usati fondi regionali per il terremoto nei casi più gravi: Mattaleto, Lesignano e San Vitale Baganza. «Hanno una caratteristica - spiega don Bianchi -. Oltre ad essere chiese usate dai fedeli, hanno una rilevante importanza storico-artistica. Spesso si sono verificati danni statici e architettonici ma non sono andate perse opere d'arte». Le chiese di San Vitale Baganza e Mattaleto sono state molto danneggiate; a Lesignano, la canonica sarà recuperata per attività pastorali: «È un intervento importante per il valore sociale, oltre alla valenza culturale».
Per altre 32 chiese che hanno subìto danni di una certa rilevanza, la Diocesi progetta restauri da coprire con i fondi regionali. Molte altre situazioni non saranno raggiunte in tempi brevi da interventi programmati, ad esempio diverse chiese del Cornigliese (alcune dei quali inagibili): «Non ci sono prospettive di fondi della Regione, viste le difficoltà economiche che tutti conosciamo», dice don Bianchi.
Per affrontare i danni del terremoto 2008, la Regione - spiega don Bianchi - ha stanziato 4,5 milioni per gli edifici di culto di Parma e provincia, 1,7 milioni per quelli di Reggio e 450mila euro per quelli di Modena. Altri 4 milioni sono stati stanziati per gli edifici pubblici della provincia di Parma, 1,5 milioni per quelli di Reggio Emilia e 770mila euro per quelli di Modena. Ai soggetti privati sono stati assegnati 12 milioni di euro.
«La metodologia della Protezione civile ha migliorato gli interventi negli ultimi vent'anni - spiega don Bianchi -. La caratteristica è quella di un intervento strutturale essenziale». In passato invece c'erano interventi più invasivi, magari con cemento armato, e basati su osservazioni empiriche: non sempre potevano far bene agli edifici antichi da recuperare.
Dopo l'inverno, i lavori partiranno in diverse chiese delle 32 con danni di gravità «media». A Mattaleto inoltre si proseguirà, dopo il primo consolidamento strutturale.
Si lavora adesso con i fondi del terremoto 2008 e in alcuni casi dell'Otto per mille 2009. Perché ci vuole tutto questo tempo? È normale? Sì, perché servono verifiche, progetti, relazioni e approvazioni formali. Burocrazia, insomma. Don Alfredo Bianchi svela i dettagli. Se si finanzia un intervento con i soldi dell'Otto per mille. Il ministero chiede un progetto, che la Sovrintendenza deve approvare. Il progetto viene rimandato a Roma, dove si esamina la proposta. Se approvata, arriveranno i finanziamenti. Possono passare fino a due anni.
Procedura complessa anche per i fondi del terremoto. Don Bianchi spiega:
1) si fa un progetto preliminare
2) il progetto viene esaminato congiuntamente dal Servizio di Bacino e dalla Soprintendenza ai Beni architettonici
3) entrambi possono richiedere integrazioni
4) si passa al progetto esecutivo
5) i due organismi approvano il progetto separatamente
6) di solito i progetti richiedono analisi e studi di carattere geologico, per scoprire eventuali punti deboli che potrebbero minacciare la struttura in futuro. Di solito intervengono un architetto e un ingegnere.
7) Si redige anche una relazione da tenere in Diocesi: una scheda sulle questioni tecniche affrontate, sugli interventi effettuati e su quelli da realizzare.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • arnaldo

    25 Aprile @ 09.29

    invece di fare delle nuove chiese mostri architettonici ,che ti tolgono la voglia di andare in chiesa.oltre a deturpare l,ambiente in cui sono inswerite ,sarebbe meglio restaurare ipiccoli capolavori gia esistenti e senza piangere sempre miseria .

    Rispondi

  • roberto

    28 Marzo @ 10.41

    Ma la Chiesa povera che poverà è solo di facciata, gli dispiace mettere mano al portafoglio e pagarsi i restauri senza sempre battere cassa allo Stato, Regione e Fedeli? La tattica amministrativa della Chiesa è di aumentare il patrimonio non pensa come fanno tutti di alienare beni per salvarne altri? Dio è nato povero, la Chiesa vive poco nella povertà! Senza voler dare lezioni a nessuno, semplice e personale considerazione.

    Rispondi

    • arnaldo

      25 Aprile @ 09.37

      sono daccordo con anna .basta piangere miseria .

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Belen Iannone

VIP

Belen ha lasciato Iannone: sul web impazza il gossip

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

57 annunci di lavoro

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

AUDITORIUM PAGANINI

"Il meglio di noi": 12 TvParma presenta le novità, dal palinsesto ai nuovi studi

2commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: arrestato 33enne di Polesine 

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

5commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

storia

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

Tizzano

La Regione risponde su Capriglio: "Nessun ritardo, lavori per 1,2 milioni"

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

3commenti

SERIE A

Parma, che tour de force

FIERA

Il Salone del Camper di Parma si è chiuso con 130mila visitatori

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

2commenti

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

ITALIA/MONDO

A21

Incidente a Piacenza: un morto e tre feriti gravissimi. Due bimbi portati al Maggiore

ROMA

Auto investe pedoni vicino a San Pietro: 4 polacchi feriti

SPORT

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

INTERVISTA

Golf, inizia il Tour Championship: sfida importante per Francesco Molinari Video

SOCIETA'

nuoto

Federica Pellegrini: "Credo ancora all'amore ma con meno paranoie"

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design