16°

29°

Provincia-Emilia

Accesso al credito: un aiuto alle imprese

Accesso al credito: un aiuto alle imprese
Ricevi gratis le news
1

Continuare a dare sollievo alle imprese del territorio, ancora esposte agli effetti della crisi e ai problemi di liquidità. E’ questo l’obiettivo condiviso da Provincia e Camera di Commercio, insieme a 16 Comuni e 6 Istituti bancari, che nella sede dell’Ente di Piazzale della Pace, hanno firmato un accordo per la cessione alle banche dei crediti vantati dalle imprese fornitrici nei confronti degli Enti locali.
I tempi di liquidazione degli Enti stessi continuano infatti a essere condizionati dalle regole del Patto di Stabilità interno, che creano un blocco dei pagamenti per spese di investimento, anche quando queste siano conseguenti a obbligazioni degli esercizi precedenti. Considerata inoltre la riduzione dei trasferimenti erariali, si è ritenuto fosse indispensabile dare continuità a questo strumento facilitatore per la cessione pro soluto dei crediti, anche alla luce dell’ultima normativa che ha confermato la possibilità per gli Enti locali di certificare i crediti dei propri fornitori.
“Abbiamo seguito la crisi iniziata nel 2009 intervenendo da subito in modo tempestivo, e crediamo di aver svolto un compito utile con le nostre azioni – ha detto il presidente Vincenzo  Bernazzoli commentando l’iniziativa - Questo strumento, nato l’anno scorso, oggi è ancora più forte perché è cresciuta la presenza degli Enti locali e delle banche che lo sottoscrivono. E’ un segnale di vicinanza quello che oggi esprimiamo, con uno spirito di forte collaborazione che va mantenuto anche per il futuro, per permettere al territorio di recuperare spazi”.
“Insieme alla Provincia – ha spiegato il presidente della Cciaa Andrea  Zanlari - abbiamo seguito progetti fondati sull’idea di fare gruppo, con l’obiettivo di non vedere stravolto l’assetto economico del territorio e per ridare forza e vigore alle imprese. Con lo strumento del  maxifondo abbiamo finanziato le piccole e medie imprese per 33 mln di euro nel 2009 e per 10 mln di euro nel 2010 con un residuo ancora a disposizione. Sono complessivamente 43 mln di euro e ci piace pensare che un po’ dei risultati ottenuti contro la crisi siano legati al fatto che siamo stati tempestivi.”
Il protocollo siglato oggi dai Presidenti Vincenzo Bernazzoli e Andrea Zanlari e dai rappresentanti delle Banche e dei Comuni aderenti ha origine dall’iniziativa assunta a livello regionale da Anci, Upi, Unioncamere, Cesfel e Istituti bancari, per la promozione di accordi da attivare a livello locale.
Questi i Comuni sottoscrittori: Bedonia, Busseto, Collecchio, Colorno, Fidenza, Fontevivo, Fornovo, Langhirano, Mezzani, Montechiarugolo, Noceto, Sala Baganza, San Secondo, Sorbolo, Traversetolo, Varsi.
Gli Istituti bancari sono: Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo spa (Gruppo Intesa San Paolo, Carisbo spa, Cariromagna spa), Banca Popolare di Lodi Spa, BCC Factoring Spa (Banche Credito Cooperativo della provincia), Eurofactor Italia Spa (Cariparma - Crédit Agricole -Commercial Finance), Federazione banche di credito cooperativo Emilia Romagna (Banche Credito Cooperativo della provincia), International Factors Italia Spa ( Bnl)

Condizioni e modalità
Le banche aderenti si rendono disponibili a valutare la possibilità a sottoscrivere con le imprese titolari di appalti inerenti forniture, progettazioni, lavori pubblici, che rientrano nelle spese di investimento degli Enti locali, contratti di cessione del credito per importi di norma superiori a 30.000 euro per singola cessione.
Il creditore dovrà presentare al Servizio Finanziario dell’Ente, entro il 10.12.2011, istanza di certificazione, la quale verrà rilasciata entro 20 giorni e comprenderà anche l’indicazione della data massima entro cui l’Ente effettuerà il pagamento alla banca. Il creditore provvederà poi a trasmetterla a uno degli istituti che hanno sottoscritto l’accordo, per avviare la pratica per la cessione del credito.
Per agevolare le imprese e limitare gli oneri a carico delle stesse, la Provincia e i Comuni aderenti rendono disponibile l’opera dei loro Segretari per formalizzare i crediti.

Gli oneri delle operazioni di cessione creditizia
In caso di cessioni effettuate da imprese fornitrici di  Enti locali che hanno sedi o unità locali nel territorio provinciale, gli oneri finanziari saranno rimborsati dalla Camera di Commercio di Parma (che ha messo a disposizione il fondo di 50.000 euro), nei limiti del 50% fino ad un tetto massimo di cinquemila euro. I rimborsi alle imprese saranno effettuati seguendo l’ordine cronologico di arrivo delle richieste e soltanto se la domanda perverrà entro il 28.02.2012.
L’accordo, che ha durata fino al 31 dicembre 2011, è aperto a ulteriori adesioni  da parte di altri Enti locali provinciali, così come di altri intermediari finanziari.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • francesco brundo

    14 Aprile @ 16.41

    come siamo messi male, vuol dire che tutti sanno che chiedere le tasse prima di averle guadagnate per pagarle equivale ad un aestorsione ! e la gente si deve indebitare per pagarle....

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

7commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante a Pratospilla

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno