14°

27°

Provincia-Emilia

Fontevivo, impossibile inumare le salme: la falda è troppo superficiale

Ricevi gratis le news
0

Chiara De Carli

C'è malumore tra i cittadini di Fontevivo a seguito del perdurare dell’ordinanza emanata dal sindaco nello scorso mese di novembre con cui sono state sospese sepolture in terra nel cimitero del capoluogo. La decisione era stata presa a seguito di un allagamento dei campi di inumazione: le abbondanti piogge dell’autunno scorso che avevano fatto alzare la falda acquifera sottostante fino al piano campagna sommergendo così i terreni dell’ala ovest. Il problema dell’allagamento del sito pare infatti essere stato ricorrente anche in anni precedenti quando le precipitazioni eccezionali contribuivano alla saturazione del terreno. «La buca da scavare per interrare una bara dev'essere profonda un metro e mezzo - spiegano i tecnici comunali a cui è stato assegnato l’incarico di elaborare soluzioni tecniche per la risoluzione del problema -. Nei mesi invernali la falda si trova circa a 30 centimetri dalla superficie e, in estate, a circa un metro». Gli addetti, infatti, confermano che spesso prima di ogni sepoltura era necessario svuotare lo scavo dall’acqua che si formava sul fondo della fossa. «Non sarà probabilmente più possibile, anche per questioni igienico-sanitarie, tornare ad utilizzare i campi di inumazione del cimitero di Fontevivo» ha concluso il primo cittadino Massimiliano Grassi. «Il costo di un intervento per abbassare permanentemente il livello della falda è troppo elevato e richiederebbe tagli su tutti gli altri servizi del Comune. Onestamente preferiamo fare politiche per i vivi». Sul cimitero di Fontevivo, poco più di cinque anni fa, il Comune ha fatto un investimento di circa 350mila euro per il consolidamento dell’ala ovest che si stava ribaltando. «Quando fu scelta quell'ubicazione per il camposanto, nel diciannovesimo secolo, probabilmente non vennero fatte indagini sul terreno sottostante ma venne identificata per una questione di comodità. Oggi ci ritroviamo ad avere un cimitero in ordine ma con delle criticità da monitorare costantemente». La tumulazione in terra è comunque possibile, nel territorio di Fontevivo, scegliendo il cimitero di Bianconese dove lo spazio destinato ai campi d’inumazione è elevato anche se i cittadini storcono il naso di fronte a questa possibilità vista la maggior distanza dal capoluogo comunale. «Per chi vuole rimanere a Fontevivo abbiamo creato il “giardino dei ricordi”, presente anche a Bianconese, - ha spiegato il sindaco - dov'è possibile spargere le ceneri dei propri cari defunti. Visto che la sepoltura in terra ha un costo inferiore a quella in avello, unica soluzione rimasta a Fontevivo per la tumulazione tradizionale, il Comune ha inoltre deciso, già dal 2006, di sostenere completamente le spese di chi sceglie la cremazione. Una decisione, questa, che sta prendendo sempre più piede visto che nell’ultima variazione di bilancio abbiamo dovuto inserire un contributo aggiuntivo per far fronte alle richieste».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Cina

FOTOGRAFIA

Le città del futuro e le case come alveari: la Cina "mai vista" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ambulanza

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Due incidenti mortali in provincia: sulla Gazzetta il ritratto delle vittime

Le vittime sono Federico Miodini, che lascia due bimbi piccoli, e Luigi Bertolotti

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

3commenti

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

viabilità

Terrore in tangenziale Nord: auto contromano in corsia di sorpasso

2commenti

viale pasini

Parcheggio conteso: medico impugna spadino contro infermiere

3commenti

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

2commenti

SORBOLO

Abbandona rifiuti: 50enne multato

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

1commento

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

3commenti

gazzareporter

Tutti di corsa a... Langhirun Foto

INCIDENTI

Schianto in tangenziale nella notte: in quattro all'ospedale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

2commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

NEW YORK

Stop alle auto a Central Park dopo un secolo Video

GIAPPONE

Morta la donna più longeva. Ora la seconda più anziana è in Toscana: ha 115 anni

SPORT

MOTOGP

Austin, domina Marquez. Iannone 3°, Rossi 4°. Dovizioso leader del Mondiale

1commento

TENNIS

Nadal trionfa a Montecarlo: è l'undicesima volta!

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover