14°

22°

Provincia-Emilia

Tre condanne per l'assalto al bar di Fornovo

Tre condanne per l'assalto al bar di Fornovo
Ricevi gratis le news
4

Sono stati processati per direttissima e condannati i tre marocchini ubriachi che erano stati arrestati nella tarda serata di sabato dopo aver   preso di mira l'Happy Bar di Fornovo, recando seri danni al locale e anche alla gazzella dei carabinieri arrivata nel frattempo. Anche i militari, che cercavano di riportare gli extracomunitari a più miti consigli sono stati accolti a bottigliate.
I fatti di sabato sono stati ricordati ieri mattina in Tribunale a Parma   (giudice Gabriele Nigro e pm Laila Papotti). Accusati di violenza, danneggiamento e di resistenza a pubblico ufficiale, i tre marocchini   di 32, 36 e 24 anni, di cui due nullafacenti e uno operaio, sono stati tutti condannati a due anni di reclusione.   Il trentaduenne è stato ammesso ai domiciliari, mentre gli altri due, dopo la condanna, sono stati scarcerati con sospensione della pena condizionata   al versamento di 1000 euro al barista a titolo di risarcimento dei danni materiali arrecati e di altri 572 euro per i danni provocati all’auto dei carabinieri.
In preda ai fumi dell’alcol, sabato sera i tre avevano  iniziato a diventare molesti e così il barista, intorno alle 22 e 30, ha allertato il 112. Sul posto sono arrivati i militari del nucleo radiomobile della Compagnia di Salsomaggiore, che hanno cercato di sedare gli animi particolarmente surriscaldati. E così i tre, che sembravano essersi calmati, hanno lasciato il locale. Ma i carabinieri, non convinti, hanno atteso poco distante dal bar, prima di andarsene dalla zona.
E infatti dopo venti minuti, i tre marocchini si sono ripresentati nel bar e hanno iniziato a schiaffeggiare il titolare e ad insultarlo, perchè aveva chiamato i carabinieri. Non ancora soddisfatti hanno preso bottiglie dal bancone, iniziando a lanciarle e gridando al barista: «Ti ammazzo, ti distruggo il bar». Il locale più che un bar, sembrava diventato un saloon da far west. E quindi il titolare ha richiamato i carabinieri, che sono accorsi di nuovo e siccome non riuscivano a bloccare i tre marocchini ubriachi, hanno chiesto rinforzi ai colleghi di Sala Baganza, Collecchio e Medesano.
Nel frattempo anche clienti e residenti, fra l’altro esasperati dai tre marocchini che conoscevano bene, hanno richiesto l’intervento dei militari. Uno dei tre è stato bloccato dai carabinieri, mentre gli altri due hanno spaccato una bottiglia e con i vetri hanno minacciato alla gola un militare. Poi hanno anche lanciato una bottiglia contro la gazzella dei militari.
Con non   poca fatica, i carabinieri sono finalmente riusciti, a bloccare i tre uomini, che hanno arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. Seri i danni che hanno arrecato al bar «Happy» e anche alla macchina dei carabinieri.
Dopo l’identificazione e la fotosegnalazione sono stati trasferiti nel carcere di via Burla, a Parma.
Conclusa l'operazione,   il sindaco di Fornovo e diversi residenti hanno rigraziato i carabinieri per avere bloccato e arrestato i tre marocchini, che già avevano creato tanti problemi in paese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • stefano

    23 Gennaio @ 17.21

    Fatemi capire. Tre marocchini ( che nessuno vuole se non la sinistra ) devastano un bar, attaccano i carabinieri e nessuno gli fa nulla? I danni non li hanno pagati, in galera non ci sono. Quindi? Posso domani andare in un bar o negozio di marocchini e fare lo stesso o se lo faccio io sono un razzista e un giudice ( meglio non dire come la penso sulla categoria ) mi condanna pesantemente? Perchè quando delinquono non li mandiamo direttamente a casa loro se i buonisti non li vogliono nella loro casa? Mi occupo della colletta per comperare un canotto per l'espatrio. Non certo in prima classe in aereo.

    Rispondi

  • franco

    02 Marzo @ 10.29

    sono il titolare dell'happy bar è vero che sono stati condannati a 2 anni di reclusione e al pagamento dei danni , ma è anche vero che ciò non è successo e i tre (marocchini) decelebrati sono ancora in circolazione pronti a perpetrare altre nefandezze come sono abituati .questa è la giustizia italiana

    Rispondi

  • giuliano

    05 Novembre @ 20.12

    noi italiani siamo i soliti coglioni le buschiamo e stiamo zitti siamo la vergogna dell'europa

    Rispondi

  • mirko

    03 Novembre @ 18.35

    incivili...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Avicii, la famiglia rivela: "Non poteva più andare avanti"

MUSICA

Avicii, la famiglia rivela: "Non poteva più andare avanti"

Baye litiga con Aida per il tiramisù: invettive e intimidazioni. E il "Grande Fratello" minaccia provvedimenti

TELEVISIONE

Baye-Aida, violento litigio: il "Grande Fratello" minaccia provvedimenti Foto Video

Cafè Tano: la laurea  di Biagio Foto: ecco chi c'era alla festa

PGN FESTE

Cafè Tano: la laurea di Biagio Foto: ecco chi c'era

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore!": dai "massaggiatori" ai film porno, la rivoluzione sessuale passo per passo Video Foto

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Salvato dall'infarto grazie all'holter

Sanità

Salvato dall'infarto grazie all'holter

WHATSAPP

«Solo dopo i 16 anni? Giusto, ma non basta»

Progetto

Largo ai giovani con la Dallara Academy

SALSO

Lo Street Talk di Villani in onda in tutt'Italia

TRAVERSETOLO

Allarme droga: siringhe nei bagni pubblici

BASSA

Ponte sul Po fra Colorno e Casalmaggiore: a giugno il bando, in primavera la riapertura

Il ponte sarà restaurato e riaperto al traffico: ecco le prossime tappe dell'iter

1commento

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'holter rivela l'infarto: parmigiano salvato dopo una giornata di ricerche

L'uomo ha promesso una pizza per tutti i suoi soccorritori

vigili del fuoco

Pitone di oltre un metro in un tombino di via Treviso Video

5commenti

IL CASO

La Bandiera Lilla sventola su Fontanellato: il turismo per i disabili

FIDENZA

Addio a Rina Guidelli, esperta contabile e borghigiana doc

Intervista

Anna Pirozzi, diva in Tosca: «Ringrazio mio marito»

il caso

L'inquilina (abusiva) accoglie i proprietari con il coltello

3commenti

Evento

Torna (parco Ex Eridania) il concerto del 1° Maggio a Parma Il programma

TRUFFA

Vende il camper, ma gli rifilano un assegno falso da 30mila euro

3commenti

Prevendita al via

Parma-Ternana, torna "Porta due amici in curva"

GOVERNO

Danni da maltempo: dichiarato lo stato di emergenza anche per l'Appennino di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pd-Di Maio ultima chance per evitare le elezioni

di Vittorio Testa

6commenti

CHICHIBIO

Ustaria dal m’rcà: tradizione fatta in casa con fantasia

1commento

ITALIA/MONDO

PORTOGRUARO

E' morto l'imprenditore Pietro Marzotto: aveva 80 anni Foto

PIACENZA

Bimbo schiacciato dal trattore: il padre è indagato

SPORT

PARMA BASEBALL

400 giocatori in 60 anni di storia

Calciomercato

Milan, per l'attacco c'è Muriel

SOCIETA'

Posta elettronica

Google cambia Gmail: ora i messaggi si autodistruggono

GAZZAREPORTER

Lago Santo: 25 Aprile al rifugio Mariotti

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

2017: IL SORPASSO

La CO2 emessa dai benzina supera quella dei diesel

2commenti