18°

30°

Provincia-Emilia

Commercio, tira aria di crisi. I negozi continuano a chiudere

Ricevi gratis le news
0

Con la fine dell’anno si sono abbassate definitivamente le serrande di diversi negozi e attività fornovesi. Forse la crisi, almeno per alcuni casi, ma anche il raggiungimento dell’età pensionabile o il trasferimento in località vicine, le principali cause delle chiusure di negozi di generi diversi, alcune già ufficializzate, altre in stand by, sia nel capoluogo che nelle frazioni: due ad esempio le attività commerciali serrate a Riccò ed una a Piantonia.
Al di là delle chiusure, che possono essere un segnale, anche se non certo, della flessione generale del settore rilevata in più occasioni a livello provinciale da Ascom, i dati delle vendite 2011, per la maggior parte dei negozianti, non sono confortanti.
Secondo gli addetti, il Natale 2011 ha registrato una evidente riduzione delle vendite, anche se  l’andamento non è stato uguale per tutti i settori. Per alcuni, al contrario, dicembre è stato un periodo ricco rispetto ai mesi autunnali, più critici. «Non è venuta meno la clientela - spiegano alcuni - ma si è drasticamente ridotto il fatturato. Questo significa che le famiglie in generale hanno speso meno: la frase più consueta nel periodo natalizio era infatti “solo un pensierino, non oltre questa cifra”, indicando il limite di spesa».  caduta su oggetti poco costosi o per le cose utili, che sarebbero comunque servite.
Generalizzare è sempre difficile. Anche per le prime settimane di saldi. Per alcuni negozi gli sconti funzionano; per altri meno. Forse l’attesa della “batosta” di rincari e tasse da parte delle famiglie non favorisce l’acquisto di capi e oggetti in saldo. «Si aspetta, si fa con ciò che si ha, si rimanda: è un po' questo l’atteggiamento generale della popolazione»  dicono alcuni commercianti.
Secondo i pareri raccolti non sono   l’attuale situazione economica o la manovra del governo la causa. Già da mesi gli acquisti si erano ridotti. La concorrenza dei grandi centri commerciali che possono offrire prezzi più favorevoli e una grande varietà di scelta si fa sentire da tempo. Ed anche la nuova proposta di aperture domenicali lanciata dal governo favorirà i “grandi” a favori dei piccoli negozi di paese, gestiti in gran parte da uno o massimo due addetti. La ricetta potrebbe essere quella di un cambiamento di costume, di abitudini.
«Dovremmo fare tutti un passo indietro - dicono alcuni commercianti - e “accontentarci”». Rivalutare quindi il rapporto di fiducia e fedeltà con i negozianti del paese, sapendo di non poter trovare tutta la varietà che si trova fuori, per mantenere il paese vitale.
A confermarlo è anche la responsabile di zona di Ascom, Susanna Zucchi: «Certamente quello passato non è stato un buon anno - afferma - e tutti insieme dobbiamo trovare nuove strategie, per tenere il passo con le esigenze delle persone e fidelizzare la clientela garantendo quei servizi che solo i negozi di vicinato possono offrire. A questo obiettivo mirano anche le iniziative messe in campo dal Centro commerciale naturale come quella dei buoni sconto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

ECONOMIA

Rinnovato il contratto integrativo in Barilla: previsto premio da 10.800 euro in 4 anni

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

3commenti

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

15commenti

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

SPORT

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

SOCIETA'

Youtube

Nubifragio su Mondello: l'impressionante video in time lapse

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"