18°

28°

Provincia-Emilia

I dodici sindaci in rosa: "Il nostro impegno per tutte le donne"

Ricevi gratis le news
0

 Chiara De Carli

La festa dell'8 marzo, festa della donna. Eppure per quasi tutte le donne del parmense è un giorno come un altro, con i figli da accudire, una casa da gestire, un cartellino da timbrare, magari con una mimosa sul tavolo della cucina o sulla scrivania a ricordare che la giornata di oggi è tutta dedicata a loro. 
Ci sono dodici donne nella provincia di Parma, che, per il loro ruolo, oggi, come in tutti i giorni dell’anno, avranno il compito di prendersi cura anche delle loro concittadine, con azioni rivolte alla comunità ma che, spesso, si traducono in un aiuto concreto per le donne. Sono i dodici sindaci donna della provincia di Parma che oggi, come i colleghi uomini, si recheranno in municipio per prendere decisioni, ascoltare i cittadini e portare avanti l’impegno per cui sono state elette.A loro, in rigoroso ordine alfabetico, abbiamo chiesto qual è stata l’iniziativa a favore delle donne che le ha rese maggiormente orgogliose.
Manuela Amadei (Zibello):  «Orgogliosi del bonus bebè»
«Un’iniziativa risultata particolarmente gradita alle donne del Comune è stata senza dubbio quella del «bonus bebè»: una piccola cifra che il Comune eroga alle neo-mamme per sostenerle nelle prime spese – ha affermato Manuela Amadei, sindaco di Zibello - Mi preme però ricordare anche l’intitolazione della strada a Giovanna Reggiani, picchiata selvaggiamente, strangolata, abbandonata nel fango in fin di vita, e scelta da noi per ricordare tutte le donne che, ogni giorno, subiscono violenze». 
Michela Canova (Colorno): «Ci piace il centro estivo»
Michela Canova, sindaco di Colorno, sceglie come fiore alll'occhiello l’ampliamento dell’offerta dei servizi educativi: «Già dal 2010 abbiamo attivato il centro estivo della scuola materna, andando così incontro alle esigenze di tante famiglie. Il mio impegno è di lavorare anche nella direzione di aiutare le donne a conciliare i tempi di lavoro e di cura famigliare. In Comune sono tante le dipendenti donne: trovo che, a confronto, non ci sia nessuna «squadra» maschile che tenga». 
Maria Cristina Cardinali (Tornolo): «Corsi di internet»
«Le donne, nella nostra realtà, sono un perno importante – dice Maria Cristina Cardinali, primo cittadino di Tornolo - Per non lasciarle escluse dalle possibilità che oggi vengono date da internet, abbiamo recentemente proposto un corso di infomatica di base che ha visto una elevata partecipazione femminile».
Secondo il primo cittadino di Tornolo «probabilmente però il maggiore aiuto, nell’ottica di chi deve recarsi presto a lavorare, viene offerto dal servizio di trasporto scolastico, programmato direttamente da e per il domicilio dei bambini. E’ un servizio che, nonostante le ristrettezze economiche,  stiamo cercando di mantenere, anche con l’aiuto del personale Auser che si presta all’accompagnamento durante i viaggi». 
Maria Cattani (Terenzo): «Due linee di bus per gli studenti»
Maria Cattani, dal 2004 alla guida di Terenzo, spiega che l’amministrazione è attualmente tesa a mantenere un buon livello dei servizi per gli anziani e per i giovani. Anche in questo caso il punto d’orgoglio è riuscire a mantenere il trasporto riservato agli studenti di elementari e medie. 
«Non abbiamo la possibilità di far frequentare ai nostri ragazzi le scuole medie in paese ma, per agevolare le famiglie, stiamo facendo grossi sacrifici per mantenere le due linee di pulmini che portano i ragazzi a Solignano e Calestano». 
Maria Grazia Cavanna (Sissa): «Tre sezioni del  nido»
«Sicuramente il più grosso regalo alle donne del paese lo ha fatto il sindaco che mi ha preceduta – afferma Grazia Cavanna, sindaco di Sissa - Con l’apertura della nuova struttura, ha portato da una a tre le sezioni del nido: un grande servizio per le mamme che lavorano ma che impatta per circa 100 mila euro l’anno sulle casse comunali. Il miglior regalo che posso fare io alle donne di Sissa, in questo momento di tagli, è riuscire a mantenerlo».
Maria Conciatori (Calestano): «Due sezioni della materna»
Una speranza condivisa da Maria Grazia Conciatori: «grazie all’aiuto della Provincia riusciamo ad offrire il servizio di prescuola, il trasporto scolastico e a mantenere due sezioni per la materna evitando così alle famiglie del paese di dover portare i bambini in altre strutture».  
Sabina Delnevo (Compiano): «I servizi dedicati ai più piccoli» 
Anche a Compiano, per agevolare le donne e permettere loro di lavorare, il sindaco Sabina Delnevo lavora per mantenere i servizi dedicati ai più piccoli: «la mensa scolastica e il trasporto dalle frazioni fino alle medie di Bedonia sono irrinunciabili». 
Giovanna Gambazza (Busseto): «Teniamo alla casa famiglia» 
Eletta da poco meno di un anno, Giovanna Gambazza ha già messo in piedi come sindaco di Busseto un’iniziativa importantissima rivolta alle donne in difficoltà. «Abbiamo aperto una casa-famiglia per donne in difficoltà con figli minori – ha spiegato - Un progetto a cui teniamo e che fa parte di una realtà più ampia che comprende più Comuni. Credo che un sindaco donna porti come primo effetto una maggiore attenzione dell’amministrazione alle persone più fragili».
Emanuela Grenti (Fornovo):  «Donne da valorizzare»
L’essere il primo sindaco donna di Fornovo è, secondo Emanuela Grenti, la miglior cosa fatta per le concittadine. «E' la dimostrazione che anche le donne, spesso non ancora considerate al pari degli uomini, possono arrivare in alto. Vorrei che questa mia vittoria venisse considerata come un incentivo al non accontentarsi, cercando sempre la piena realizzazione». 
Barbara Lori (Felino): «Potenziati i servizi»
Donne al comando come vantaggio per tutti anche secondo Barbara Lori che, nella sua squadra a Felino, conta numerosi esponenti del gentil sesso. «Come sindaco ho puntato al potenziamento dei servizi cercando di creare una rete di sostegno per le donne che vivono qua senza l’appoggio della famiglia d’origine. La nuova materna e il micronido sono solo alcuni esempi del lavoro fatto per le donne. 
Cristina Merusi (Sala): «Una squadra di pallavolo»
Piccole donne crescono a Sala Baganza dove Cristina Merusi ha incentivato la nascita di una società di pallavolo per offrire alle ragazze del territorio di praticare uno sport diverso dal softball, tradizione del paese. «Mi sento il sindaco di uomini e donne e, pertanto, nessuna iniziativa è pensata esclusivamente per gli esponenti di un sesso piuttosto che di un altro». 
Angela Zanichelli (Sorbolo): Un sostegno all'integrazione»
«Essere un sindaco donna non è una cosa facile ma credo possa essere una conquista e un punto d’orgoglio per tutte le donne che abitano nel sorbolese – ha detto Angela Zanichelli - Come iniziative concrete abbiamo messo in campo incontri culturali dedicati, un programma di sostegno e di aiuto all’integrazione delle donne straniere e anche corsi di ginnastica per le meno giovani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

5commenti

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

2commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

5commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

4commenti

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

1commento

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

1commento

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

21commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design