13°

26°

Provincia-Emilia

I sorbolesi riabbracciano "il Signore coricato"

I sorbolesi riabbracciano "il Signore coricato"
Ricevi gratis le news
0

di Pierpaolo Cavatorti

«Al Sgnòr zacquè» è tornato a casa. La presentazione della ritrovata maestà, che rappresenta il Cristo deposto, ha suscitato grande emozione nella cittadinanza. «Al Sgnòr zacquè», dal dialetto «il Signore coricato», è stato presentato e benedetto dal parroco don Giuseppe Montali, durante una messa in occasione delle celebrazioni pasquali. Tanta trepidazione nella chiesa dei Santi Patroni Faustino e Giovita, dove i fedeli hanno riabbracciato l’icona più amata, andata persa poi ritrovata dopo mille vicissitudini. 
«Al Sgnòr zacquè» è ritornato nella chiesa del «suo» paese, dove presto sarà esposto in una teca per le preghiere dei propri «concittadini». Il culto per questa icona si perde nei meandri della memoria collettiva. E’ una storia che ricorda quelle raccontate da Giovannino Guareschi nel suo «Mondo Piccolo», una dimensione pregna di religiosità contadina, ingenua e fervente. 
La maestà del «Sgnòr zacquè» appare nella seconda metà del 1800, la cui precisione cronologica è derivata dai racconti tramandati oralmente a Maria Cugini dalla suocera Ida Merli. Ida era una bimba e raccontava alla nuora, che prima di recarsi nei campi con la madre, erano solite fermarsi davanti al «Sgnòr zacquè» per il segno della croce. La mancanza di documentazione scritta ma l’abbondanza di aneddoti legati a questa maestà fa pensare che quella piccola statuetta in legno, posta in una nicchia incastonata di un'abitazione a circa metà dell’attuale via XI settembre, fosse oggetto di grande amore per la popolazione del tempo. La casa, in cui c'era la nicchia, fu acquistata e demolita negli anni ‘60 per il complesso industriale «La Sovrana», la cui proprietà ne avrebbe dovuto reintegrare la maestà. Fu così che «Al Sgnòr zacquè» rimase in qualche locale della fabbrica fino a che alcune dipendenti non si imposero per il ripristino dell’esposizione vicino al posto originario. Non è chiaro se la statuetta si ruppe o andò persa ma una copia, neanche troppo fedele, fu riposizionata nella nicchia dell’ex via XXIV maggio, ora via XI settembre. Nel 1962 l’azienda si era espansa fino ad inglobare nell’area dello stabilimento la nicchia con la statuetta. Con la definitiva chiusura dell’azienda nel 1991, l’effigie venne tolta dalla nicchia e inviata ai proprietari. 
Solo la perseveranza dell’ex impiegata Simonetta Righi ha potuto far riabbracciare ai sorbolesi «al Sgnòr zacquè», di cui con caparbietà ne ha richiesto e ottenuto la restituzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

1commento

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Tutte le foto del  royal baby

FOTOGALLERY

Tutte le foto del royal baby

Lealtrenotizie

Botte e minacce alla compagna anche davanti alla figlia: condannato

MALTRATTAMENTI

Botte e minacce alla compagna anche davanti alla figlia: condannato

Fidenza

Addio a Pederzani, una vita per il calcio

La polemica

Concerto, via Farini chiusa: «Un danno per il commercio»

1commento

festa

25 Aprile: un parmense di appuntamenti in piazza, in bici e in musica L'agenda

Concerto in città con Baustelle e Mara Redeghieri

striscioni

L'oltraggio di Forza Nuova al 25 Aprile

E la replica dei giovani del Centro Esprit

Fidenza

Matilde Farnese, da barista ad attrice

L'ASTA

Il 9 maggio si saprà il destino del centro sportivo di Collecchio

Polesine Zibello

Vuole i soldi per la dose e minaccia il padre con un coltello

Ticket

«Stangata» sulle cure per la psoriasi

Intervista

Baustelle: «Non archiviamo il 25 aprile»

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

2commenti

tg parma

Punta un'arma contro la fidanzata del figlio: paura in via Rezzonico Video

1commento

tg parma

Cerca di fuggire: pusher "placcato" e arrestato dai carabinieri in Viale Vittoria Video

Un cittadino polacco è stato denunciato per furto

2commenti

PARMA

Incendio in uno scantinato: vigili del fuoco in zona San Lazzaro

E' successo in via Bondi

SPORT

Centro sportivo di Collecchio: c'è una nuova offerta, si riapre la gara

L'offerta è stata fatta dall'Istituto per il credito sportivo (Ics). Il Parma Calcio 1913 rassicura i tifosi: "Parteciperemo alla prossima asta pubblica"

9commenti

LUTTO

Addio a Oddi, pilastro dell'Audace

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

5commenti

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

tifosi violenti

Champions, la polizia inglese conferma: arrestati due romani per tentato omicidio

2commenti

ROMA

Napolitano colto da malore: intervento al cuore

SPORT

CHAMPIONS

La Roma si sveglia tardi: il Liverpool vince 5-2

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

gusto light

La ricetta "green" - Insalatona di cetrioli con mele e noci

social

Da odio a sesso, le linee guida di Facebook sui post vietati

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento