17°

28°

Provincia-Emilia

Gente di provincia - Alberto Barbieri

Gente di provincia - Alberto Barbieri
Ricevi gratis le news
1

ZIBELLO

Stefano Rotta
Sono nato sulla schiena dei pesci». Vecchio padano né lombardo né emiliano. Uomo isolano, nato nei canneti di Torricella del Pizzo, venuto al mondo con trecentosessanta gradi di acqua intorno, per andare in paese ci vuole la barca. Come in Africa, sì: dando di remo per conoscere gli altri bambini, a scuola. 
Alberto Barbieri  è del 1922, allora non era stato ancora incanalato, scavato e raddrizzato il fiume. Lanche, isole, una piena portava terra ai contadini lombardi, facendoli ricchi, loro e più ancora i loro padroni; quattro o cinque raccolti dopo lo stesso Po, burlone, portava terra di là, in Emilia, ai gabbati della volta prima. Che con sorpresa, dopo l’acqua in casa, avevano un campo in più.
  Lo incontriamo con il frinire fortissimo delle cicale alle casotte di Pieveottoville. Ombra, nei boschi del principe Meli Lupi di Soragna, e costruzioni approntante con amore e perizia artigianale, dove giovani e vecchi si trovano a far baracca, di domenica, e tirar le sei di sera gli altri giorni. Guarda il fiume, lui. Canottiera bianca, abbronzato, fisico ancora greco, seppure gli anni siano novanta. Guarda il fiume e dice, «ci sono nato in mezzo». 
 E’ cresciuto  solitario sull’isola. «Il fiume lo sento come qualcosa che non si dimentica». Quando le parole pesano, non c’è bisogno di far tanta filosofia. «I miei genitori erano affittuari. Sull’isola c’erano buoi cavalli e mansöi. E lanche piene di pesci. Con le canne, le carregie per fare le sedie. Si tagliavano, si facevano essiccare. Ogni tanto veniva fuori il Po e toccava andare al piano di sopra. La piena del ’51 la ricordo bene. Con l’acqua alta si prendevano molte lepri, perché rimanevano come ingabbiate».
  A scuola,  a Torricella del Pizzo, sulla sponda cremonese del fiume di fronte a Torricella di Sissa, il piccolo Alberto ci andava con una barca di legno nera di pece. Due remi centrali. A sette anni, da solo. Si vede che è una quercia, ancora adesso, con l’antichità e la vita negli occhi. Una vita a pesca di tinche e pesci gatto, anche nel Taro, allora un mezzo paradiso, verso la confluenza col grande fiume. «Sono nato in casa». Con il canto delle cince come prima ninna nanna. 
 Da grande  Alberto diverrà un guardiacaccia. «A dodici anni facevo il bracconiere», sorride adesso, e in coro sorridono tutti gli amici, è la vecchia storia, nasci incendiario e muori pompiere. C’è che allora si bracconava per fame. Lui ha due figli e due nipoti. Racconta con tratti veloci, poche parole ma fascinosissime la sua vita. Alla fine, come una parentesi, tratta del periodo della guerra.  «Sono stato prigioniero in Inghilterra. Sempre lavorando in campagna, in Scozia, a Birmingham e in Cornovaglia. Mi avevano preso a El Mechili il 3 maggio 1943. Ho avuto fortuna a portare a casa la pelle, in mezzo alle bombe. Eravamo armati malissimo, con un mortaio da 45 nel deserto. Tirando a mano si faceva meglio. Erano avanti cent’anni, gli altri. Sono rientrato il 30 novembre 1946». 
Dal verso dell’upupa alle stragi ambientali. Il secondo Novecento al fiume. «Veniva giù di tutto, anche carogne». Ma lui lo ama, quel fiume. In posa per la foto, dice, «sarà perché mi è rimasto come una cosa indimenticabile».  
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rossi

    10 Settembre @ 17.21

    sei un grande tato

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Sicurezza, stamane incontro al Viminale tra Pizzarotti, Casa e il sottosegretario Molteni

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

2commenti

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

38 anni dopo

Strage di Bologna: ultimo sopralluogo sulle macerie, poi l’analisi dei frammenti a Parma

CORCAGNANO

Piazza Indipendenza off limits, scattano le proteste

ROCCABIANCA

Profughi, soluzione alternativa a via Verdi

1commento

Fidenza

La carica dei 300 scolaretti dalla Collodi all'ex Agraria

CONSIGLIO COMUNALE

Un semaforo pedonale in viale Fratti

Sarà all’altezza del polo pediatrico

1commento

Fidenza

36enne apre conti bancari (veri) con documenti falsi: scoperta, denunciata e arrestata

tar

(Chiusura) Open shop di via Bixio, Comune condannato al risarcimento

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pietro Barilla, storia di un padre

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

OLIMPIADI 2026

Il Governo: "La candidatura a tre è morta qui"

SPORT

serie d

Audace Reggio - S.Marino al Tardini? Pare improbabile...

USA

Giovane promessa del golf trovata morta sul campo in Iowa

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

NAPOLI

Il set di Gomorra al centro di una protesta degli inquilini

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design