13°

26°

Provincia-Emilia

Avis Salso, festa per i sessant'anni. Impegno e generosità

Avis Salso, festa per i sessant'anni. Impegno e generosità
Ricevi gratis le news
0

 «Il sangue è una risorsa insostituibile che è resa disponibile attraverso un gesto di donazione. Grazie a tutti coloro che offrendo il proprio sangue hanno donato ad altri la vita». È stato questo lo spirito che ha animato le celebrazioni, ieri mattina al Palacongressi, del sessantesimo anniversario di fondazione dell’Avis di Salso.

 Dopo la messa celebrata da don Renato Santi (anch’esso donatore), il momento istituzionale, con l’intervento del presidente dell’Avis termale Roberto Gandolfi che ha ringraziato tutte le autorità, tra cui il presidente dell’Avis provinciale Giuseppe Scaltriti, tutte le consorelle presenti, i rappresentanti delle forze dell’ordine, Polizia municipale, carabinieri e Guardia di finanza, la presidente della Pubblica assistenza, leggendo poi una lettera del commissario prefettizio. Lettera nella quale ha espresso la vicinanza e la condivisione ai valori dell’associazione. 
Il presidente provinciale Avis ha ricordato come «Salso sia stata una delle prime realtà comunali a nascere negli anni '50, quando ancora la donazione avveniva nei ''boccetti'' di vetro o braccio a braccio. La tecnologia è avanzata, mentre i valori fondanti del dono del sangue sono rimasti gli stessi». Ha poi ringraziato il presidente e il direttivo, e tutti i donatori «perchè è grazie al loro impegno gratuito che si possono salvare delle vite». 
Il dottor Mario Mergoni, già direttore della Rianimazione dell’ospedale Maggiore di Parma, dopo aver portato i saluti del padre Antonio, che è stato per decenni presidente dell’Avis di Salso, ha parlato dell’utilizzo del sangue nelle pratiche ospedaliere e sanitarie.
 È toccato poi al presidente Gandolfi ripercorrere la storia di sessant’anni di vita avisina, dalla fondazione avvenuta il 25 marzo del 1952 nello studio del dottor Domenico Piragine insieme a Luigi Franceschini, Angelo Andrei e Giovanni Snelli. Nel 1959 da sottosezione diventa sezione e  le donazioni si svolgono all’«Omni». Poi la svolta nel 1971 con la nuova sede (l’attuale di Parco Mazzini), l’Avis diventa centro di raccolta fisso,  unico in Italia ad essere gestito da volontari. Negli anni Ottanta il boom delle sacche raccolte (dal 1981 al 1990 ben 9454 sacche). Poi dopo il 1991 il crollo quando, con la nuova legislatura il centro di raccolta perde la sua funzione, provocando un allontanamento dei donatori. Poi la lenta e faticosa ripresa.
  In sessant’ anni sono stati donati circa 13 mila litri di sangue e sono stati circa 1700 i donatori salsesi che hanno fatto parte della grande famiglia dell’Avis. Venendo ad oggi, finora raccolte 428 sacche (451 nello stesso periodo dell’anno scorso, mentre in tutto il 2011 sono state 600). Quest’anno sono 431 i donatori. Gandolfi ha poi ricordato la figura dei presidenti: Antonio Mergoni (dal 1957 al '78 e poi dal 1987 all’89); Gianfranco Messina (dal 1979 al 1987), e poi Enrico Milani, Gian Luigi Bonfanti, Giordano Gandolfi. E poi ancora il direttore sanitario Guido Gherardi, incarico che ha ricoperto dal 1962 al 1998 e al quale è intitolata la sala prelievi; e poi  Wilma Egoritti, segretaria per più di 50 anni della sezione e tante altre persone. Infine i ringraziamenti a tutti quanti collaborano con l’Avis e ai tutti di donatori.
 La festa è proseguita con la premiazione dei donatori e il pranzo preparato dall’istituto Alberghiero.  A.S. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

1commento

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: è grave

fidenza

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: gravissimo 67enne

sfilata

Parma, 25 Aprile: tutti i colori della libertà Foto

carabinieri

Viale Mentana, arrestato con un etto di hashish il pusher dai mille nomi

1commento

MALTRATTAMENTI

Botte e minacce alla compagna anche davanti alla figlia: condannato

Fidenza

Addio a Pederzani, una vita per il calcio

La polemica

Concerto, via Farini chiusa: «Un danno per il commercio»

3commenti

festa

25 Aprile: un parmense di appuntamenti in piazza, in bici e in musica L'agenda

Concerto in città con Baustelle e Mara Redeghieri

striscioni

L'oltraggio di Forza Nuova al 25 Aprile

E la replica dei giovani del Centro Esprit

incidenti

Una moto a terra in A1 tra Fidenza e il bivio per l'A15: due feriti

Fidenza

Matilde Farnese, da barista ad attrice

L'ASTA

Il 9 maggio si saprà il destino del centro sportivo di Collecchio

parma calcio

Lucarelli e Munari, una camera per due

Polesine Zibello

Vuole i soldi per la dose e minaccia il padre con un coltello

Ticket

«Stangata» sulle cure per la psoriasi

Intervista

Baustelle: «Non archiviamo il 25 aprile»

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il 25 aprile e la memoria perduta degli italiani

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

5commenti

ITALIA/MONDO

SISMA

Forte scossa di terremoto in Molise: 4.2

tragedia

Morto bimbo di 4 anni ricoverato Modena, cause da chiarire

SPORT

CHAMPIONS

La Roma si sveglia tardi: il Liverpool vince 5-2

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

NAPOLI

Scheletro di bimbo negli scavi di Pompei. Il direttore: "Grande scoperta"

gusto light

La ricetta "green" - Insalatona di cetrioli con mele e noci

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento