14°

26°

Provincia-Emilia

Al lavoro per evitare la chiusura degli uffici postali

Al lavoro per evitare la chiusura degli uffici postali
Ricevi gratis le news
1

 Giulia Coruzzi

La situazione delle Poste a Langhirano è nota a tutti coloro che risiedono da queste parti. Quattro sono gli uffici, ognuno con i suoi problemi. Per fare il punto, si può partire dall’«alto», dai servizi di montagna. 
Lo sportello postale di Cozzano, per esempio, è quello che sta creando più apprensioni. Recentemente Poste italiane ha espresso la volontà di procedere a piani riorganizzativi con conseguente soppressione di diversi uffici sul territorio provinciale. A rischiare di più, sul territorio langhiranese, ci sarebbero proprio Cozzano e Pastorello. 
Questi uffici effettuano attualmente un'apertura settimanale garantendo un importante servizio a chi risiede lontano dal capoluogo, specie le popolazioni anziane che trovano nello sportello il proprio punto di riferimento per pensioni e pagamenti. 
«Non ci sta bene sentirci dire che a Cozzano non si fanno abbastanza operazioni – sottolinea il consigliere comunale Marco Ricchetti, che sta già raccogliendo le firme per scongiurare la chiusura dell’ufficio - Negli orari di apertura la gente c'è. Se proprio devono ridurre i costi che almeno garantiscano il servizio due volte al mese, in corrispondenze della consegna delle pensioni e delle scadenze. Si fa un gran parlare di tutelare la montagna e poi si creano disagi a chi ci vive? E’ assurdo. Personalmente mi impegnerò per evitare la chiusura. In particolare, in caso di chiusura dello sportello, sarò il primo a trasferire i miei risparmi in banca. Se devo scendere da Cozzano a Langhirano, che almeno possa decidere dove mettere i miei soldi. Di certo non meritano di rimanere in Posta se le cose prendono questa piega».
 La situazione è identica a Pastorello, dove l’ufficio effettua un'apertura settimanale. 
«Stiamo lavorando per impedire la chiusura delle realtà delle frazioni alte – ha spiegato il sindaco Stefano Bovis durante l’ultimo consiglio comunale - Ho avuto un incontro con Poste italiane e ho sottolineato che l’ufficio di Cozzano è un ufficio che lavora. Mi è parso però di capire che ci siano più certezze per il futuro di Pastorello. Cozzano pare di esito più incerto. Almeno due aperture al mese devono essere garantite». 
Ma le criticità sono anche altre e riguardano anche il capoluogo e Pilastro. A Langhirano, secondo molti utenti, i problemi riguarderebbero soprattutto la carenza di personale. Ma di problemi ce ne sono anche  a Pilastro, a partire dall’assenza di scivoli per disabili. 
Inoltre «l'interno è fatiscente e piccolissimo – spiega una residente -. Ci vado perché è vicino, ma è assurdo che nel 2012 esistano queste realtà». 
Per un altro residente «il servizio funziona bene». Però ammette: «Certo, un portatore di handicap non può dire la stessa cosa». 
La stanza è piccola e si riempie presto. Chi arriva e vede la gente stipata all’interno rinuncia. «Oggi non si entra, troppa gente. Che ore sono? - chiede un signore prima di salire le scale e guardando l’orologio -. Eh, mezzogiorno e un quarto...sa cosa faccio? Vado a Felino!». 
In effetti, Pilastro per quanto è oggi, con tutte le sue attività e il suo passaggio, dovrebbe vantare un servizio diverso. 
«Ci sarebbero tanti luoghi in cui trasferire le Poste – commenta in conclusione Marco Ricchetti -. Per esempio nei locali nuovi che sono sorti nella piazza, dove per altro ci sono parcheggi in abbondanza. Ora come ora è impossibile trovare posteggio, anche perché è in prossimità dell’incrocio tra la Massese e la Pedemontana. In ogni caso riflettiamo sul fatto che la chiusura degli uffici frazionali andrà inevitabilmente a congestionare il funzionamento di quello di Langhirano dove già oggi per le banali operazioni occorre avere a disposizione un’intera mattina».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Paolo

    17 Ottobre @ 18.20

    Mah, comincerei a chiudere quella di Cassio tenuto conto che a Terenzo c'è lo sportello. Inviterei la Posta a studiare mezzi (oltre il pc) per favorire i soggetti più deboli (sportello itinerante ecc)

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nadia Toffa per la prima volta senza parrucca

social network

La prima volta di Nadia Toffa senza parrucca: selfie con la mamma

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa

FESTE

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa Foto

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Operazione antidroga a Parma: cinque arresti

polizia

Operazione antidroga a Parma: cinque arresti

VIA SIDOLI

Scende dall'autobus: 83enne assalita e rapinata

FURTI

Notte di raid nelle assicurazioni: cosa cercavano i ladri?

2commenti

Addio

Giancarlo Bonassi, l'antesignano delle guide turistiche

L'agenda

"Nel segno del giglio" e non solo: un sabato tra dischi in vinile, libri e musica

Tribunale

Picchia e perseguita la fidanzata: condannato a due anni

SALSO

Elezioni, spunta una nuova lista civica: Salso Futura

Busseto

Rapina alla Banca popolare di Lodi, due condannati

Cooperativa Molinetto

Un viaggio in Islanda per coronare un sogno

Intervista

Franconi Lee: «Tosca al Regio come un thriller di Hitchcock»

via zanardelli

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

8commenti

carabinieri

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

1commento

FATTO DEL GIORNO

Strattonano un'anziana, la fanno cadere e la rapinano alla fermata del bus

2commenti

PARMA

Un logo per la Barilla, concorso al Toschi: ecco le studentesse premiate Foto

Un concorso per premiare i dipendenti con 25 anni di anzianità in azienda

polizia

Aggressione nella notte in via D'Azeglio

1commento

segnalazione

San Leonardo, bossoli di arma da fuoco sul marciapiede

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi e l'alibi del voto regionale

di Luca Tentoni

NOSTRE INIZIATIVE

"Il terzo giorno": la mostra in 8 pagine speciali

ITALIA/MONDO

MUSICA

Il produttore e dj svedese Avicii è stato trovato morto in Oman: aveva 28 anni Foto

Genova

Cinque Terre, misteriosa macchia bianca in mare

SPORT

MOTOGP

Austin: Iannone il più veloce. Quarto Rossi

RUGBY

I giocatori delle Zebre allenano i piccoli giocatori Foto

SOCIETA'

GAZZAFUN

“La morta in Tär" e le belle storie in dialetto: rispondi al nostro quiz

usa

"Carrie" tifa per l'amica "Miranda" governatrice di New York

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia