19°

30°

Provincia-Emilia

Nuove Province - Bernazzoli: a Parma la sede e la precedenza nel nome

Nuove Province - Bernazzoli: a Parma la sede e la precedenza nel nome
Ricevi gratis le news
28

Se a Modena è il Pdl che guida la rivolta contro il nome della nuova Provincia accorpata che vede in prima battuta Reggio Emilia, a Parma è il presidente Pd dell’attuale Provincia che non ci sta a vedere Piacenza per prima.  In vista della riunione dell’Assemblea legislativa regionale che lunedì delibera sul riordino delle Province secondo la Spending Review, il presidente Vincenzo Bernazzoli conferma «l'apprezzamento per l’accorpamento della Provincia di Parma con quella di Piacenza», anche se come «primo passo verso un ampliamento che comprenda anche Modena e Reggio Emilia, un progetto per il quale già nei prossimi giorni partiremo con gli incontri».

Ma il nome proprio non va.  «Non ritengo sia corretto – commenta Bernazzoli – chiamarci Provincia di Piacenza e Parma, una dicitura che non ha basi storiche e non è sostenuta da un accordo con i territori interessati. La discussione è ancora aperta e la scelta del Cal non può essere considerata definitiva». Occorre lavorare a una intesa: «non è un’annessione di Parma nei confronti di Piacenza ma evidentemente nemmeno il contrario».  E resta il problema della sede della nuova Provincia: per Bernazzoli, «deve essere Parma, territorio che vanta tutti i parametri dettati dal Governo per il riordino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • strajè

    20 Novembre @ 18.27

    I reggiani hanno avuto un'idea che deve essere seguita anzi perseguita fino ad ottenere il risultato. Una grande provia Emilia. A detta provincia per completezza deve essera aggregata la Lugiana (I Lunigiani non sono toscani e nemmeno liguri. Hanno sempre guarda to all'Emilia dalla quale sono sempre stati legati da storia e commercio. Certo non stanno con Firenze,che con loro è sempre stata matrigna. Sicostruirebbe così un consorzio integrato di interessi comuni::pianura industria ed agricoltura ,montagna,montagna e collina da valorizzare,industria marittima e del marmo. Ricordo da piccolo le donne della lunigiana che venitano anche a piedi a Parma per scambiare olio,sale ed altre poche cose della loro terra con burro e tessuti. Allora era un'integrazione di interessi.Modena e Parma avevano interessi sulla costa lunense da sempre,gliscambi era no e furono sempre intesi,Pontremoli ed Aulla gravitavvao su Parma e non su Firenze,lontana e matrigna. Perchè non ritornare al tempo del senatore Micheli che nel 1946 fece la proposta della macro regione Emilino-Lunense. Ma ahimè interessi politici nonlo permisero ed oggi sembra che sia un'illusione. Se Piacenza,che è sempre sta la storica nemica di Parma e non Reggio Emilia come molti credono, desiderano fondersi con Lodi e Cremonafacciano pure ed allora perchè non soddisfarde il desiderio della Lunigiana,ch ha con l'Emilia intersssi comuni????? Perchè dobbiamo stare con lla Romagna che nulla ha da spartire con l'Emilia'???? Solo per far piacere a Bologna!!!!!????.

    Rispondi

  • carlo

    20 Novembre @ 18.12

    Penso sia bene seguire l'idea di Reggio Emilia,ma con una piccola correzione. Una grande provincia se amalgamate negli interessi comuni dovrebbe essere seriamente considerata.La Lunigiana chiede di partecipare.Se Piacenza vuole la Lombardia non cedo che netrarrebbe benefici. (che fa Ssi unisce a Lodi e Cremona. <l'interesse comune è uno solo.Dato che i Lunensi (o che dir si voglia Lunigiani sono stufi di stare in Toscana,con la quale sono solo negletti ed emerginati perchè non fare una macre provincia Emilano-Lunense. Pochi forse sanno che fu un progetto di vecchia data proposta da un senatore prmigiano che aveva già nel 1946 intuito

    Rispondi

  • Luca

    19 Ottobre @ 14.19

    peri starà gongolando a leggere parma succube della provincia più piccola dell'emilia. anzi, se fosse per lui, sarebbe provincia di piacenza. il tutto, magari, annesso al ducato di forlì, sotto il regno supremo di bologna

    Rispondi

  • PaoloR

    19 Ottobre @ 13.27

    Capperi! Questo sì che è un problema su cui indire un referendum interplanetario! Potremmo chiamarla PROVINCIA PIPI, così nessuno sa se viene prima Parma o Piacenza. E potremmo mettere la sede sotto il ponte che segna il confine.

    Rispondi

  • Claudio

    19 Ottobre @ 11.14

    Questo dimostra quanto Bernazzoli tenga alla sua poltrona e se ne frega dei cittadini...dall'accorpamento delle Province, così come è stato proposto, non si avrà NESSUN risparmio, anzi, genererà solo dei conflitti tra "poltronati".

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"