19°

Provincia-Emilia

Felino parte con la tariffazione puntuale dei rifiuti

Ricevi gratis le news
9

Comunicato stampa

Primo tra i comuni della Provincia di Parma, a partire dal 2013 il Comune di Felino attiverà in collaborazione con il gestore, Gruppo Iren, un nuovo sistema di calcolo per definire la tariffa di igiene urbana per le utenze domestiche e non domestiche. Grazie ai positivi traguardi raggiunti nel campo della raccolta rifiuti, soprattutto per merito dell’introduzione del sistema di raccolta porta a porta alla fine del 2009 che ha portato il comune pedemontano al traguardo dell’80% di differenziata in meno di due anni,  è ora possibile per l’Amministrazione Comunale di Felino affrontare un ulteriore e fondamentale passo in  avanti nelle politiche di sostenibilità ambientale intraprese negli ultimi anni.
 
<< Dall’inizio del 2013 verrà introdotta la cosiddetta “tariffa puntuale” che ha come obiettivo quello di far spendere meno a chi più differenzia. La tariffa puntuale risulta infatti il sistema più equo di tariffazione che prevede che ogni cittadino paghi per il rifiuto prodotto>>, afferma il Sindaco di Felino, Barbara Lori.
 
Nel comune di Felino la tariffazione puntuale verrà determinata mediante il conteggio degli svuotamenti del solo contenitore dedicato alla raccolta del rifiuto residuo, mentre le raccolte differenziate (organico, plastica-barattolame, carta e cartone). In sintesi il servizio non subirà variazioni: i giorni e le frequenze di raccolta rimarranno invariate, ogni unità abitativa (o numero civico) manterrà gli attuali contenitori in dotazione con eccezione delle utenze condominiali a cui verranno sostituiti i bidoni “comuni” per il rifiuto residuo attualmente in dotazione con contenitori individuali. 
 
<< In queste settimane, gli operatori incaricati da Iren stanno procedendo a dotare ogni contenitore di un codice identificativo e una targhetta di riconoscimento che consentirà l’attribuzione univoca ad un’utenza domestica o un’utenza non domestica. Inoltre, su tutti i contenitori del rifiuto residuo verrà applicato un dispositivo elettronico (trasponder) di identificazione per conteggiare il numero di svuotamenti di ciascun contenitore. Tale numero è il parametro fondamentale per la determinazione della tariffa >>, spiega Elisa Leoni, Assessore all’Ambiente del Comune di Felino. << La tariffa – continua la Leoni - sarà composta infatti da una quota fissa calcolata sui metri occupati, una quota variabile calcolata sulla base del numero dei componenti del nucleo famigliare e una quota puntuale che sarà attribuita in base agli svuotamenti effettivi del contenitore per il rifiuto residuo>>.
 
Il sistema di tariffazione puntale prevede in ogni caso l’addebitamento di un numero minimo di vuotature del contenitore del rifiuto residuo: ad esempio, per le utenze domestiche sono attribuiti 8 svuotamenti minimi annuali per i bidoni carrellati da 120 litri e 20 svuotamenti minimi annuali per le pattumiere da 40 litri. Altri valori sono previsti sia per le utenze domestiche che per le utenze non domestiche a seconda della capacità e dei volumi del contenitori. Alla fine dell’ anno si verificheranno gli svuotamenti effettivi e, nella prima bolletta del 2014 verranno effettuati i conguagli. Se l’utenza avrà esposto più volte rispetto al numero minimo previsto, verranno addebitate le vuotature eccedenti e il risparmio si assottiglierà ; qualora il numero delle esposizioni sia veramente alto, ad esempio settimanale, il conguaglio potrebbe determinare un aumento rispetto all’anno precedente. << Se verrà effettuata correttamente la raccolta differenziata sarà possibile per tutte le utenze ottenere un risparmio rispetto all’anno precedente: è essenziale quindi esporre quando il contenitore è effettivamente colmo, fare attenzione a come si differenzia il rifiuto ma anche a ciò che si compra. Privilegiando prodotti con packaging differenziabile, sarà possibile ridurre ulteriormente il rifiuto residuo e ottenere così maggiori risparmi>> precisa l’Assessore Leoni.
 
Per comprendere la portata del risparmio garantito dal sistema di tariffazione puntuale, il Sindaco Lori propone alcuni esempi concreti: << se una famiglia è composta da due persone ed ha in dotazione un contenitore grigio da 40 litri, esponendolo solo 20 volte all’anno può arrivare a risparmiare 24,94 euro rispetto ad oggi. Se però il contenitore verrà esposto  32 volte il risparmio si assottiglierà a 10,02 euro. Se invece una famiglia è composta da tre persone ed ha in dotazione un contenitore grigio da 120 litri, esponendolo solo 8 volte all’anno, può arrivare a risparmiare 38,20 euro rispetto ad oggi. Se però verrà esposto 20 volte il risparmio si assottiglierà a 8,34 euro. La fattura salirà proporzionalmente e potrebbe superare quella dello scorso anno se i contenitori verranno esposti con una frequenza molto elevata >>.
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Pippo

    13 Dicembre @ 01.35

    Invece di menarla, lamentarsi, offrire soluzioni idiote vi consiglio un esperimento. Raccogliete il solido per un mese invece di metterlo in un bidoncino ogni giorno e vi renderete conto del volume di solido che una famiglia produce in un mese. Poi automaticamente vi verrà da pensare come fare meglio come individuo invece di aspettare che sia tutto perfetto prima di iniziare a contribuire alla raccolta differenziata. È più comodo buttare in un contenitore e continuare a lamentarsi, piuttosto che contribuire al riciclaggio. Ovvio che ridurre cosa e come consumiamo è la soluzione da seguire, ma è una soluzione a lungo termine e non si può più aspettare. Date un occhiata a http://www.ecostrategiesblog.com/2012/10/trashed-must-watch-documentary.html. Togliete le fodere di prosciutto dagli occhi. Il sistema che sarà implementato a Felino, è simile al sistema in Swezia applicato quasi 20 anni fa. Il sistema ha contribuito alla riduzione di discariche. Ma di sicuro qualcuno risponderà : non siamo mica Svedesi!

    Rispondi

  • Pippo

    12 Dicembre @ 13.52

    Invece di menarla, lamentarsi, offrire soluzioni idiote vi consiglio un esperimento. Raccogliete il solido per un mese invece di metterlo in un bidoncino ogni giorno e vi renderete conto del volume di solido che una famiglia produce in un mese. Poi automaticamente vi verrà da pensare come fare meglio come individuo invece di aspettare che sia tutto perfetto prima di iniziare a contribuire alla raccolta differenziata. È più comodo buttare in un contenitore e continuare a lamentarsi, piuttosto che contribuire al riciclaggio. Ovvio che ridurre cosa e come consumiamo è la soluzione da seguire, ma è una soluzione a lungo termine e non si può più aspettare. Date un occhiata a http://www.ecostrategiesblog.com/2012/10/trashed-must-watch-documentary.html. Togliete le fodere di prosciutto dagli occhi. Il sistema che sarà implementato a Felino, è simile al sistema in Swezia applicato quasi 20 anni fa. Il sistema ha contribuito alla riduzione di discariche. Ma di sicuro qualcuno risponderà : non siamo mica Svedesi!

    Rispondi

  • SILENZIOSO

    12 Dicembre @ 12.23

    Bravo il ns Federico, assiduo frequentatore della claque mediatica del M5S, sempre pronto a sostenere che luna è una formaggia, ideologo dell'incenerimento dell'inceneritore, ma anche del movimento di liberazione degli alberi di Natale . Intervenire nel processo di creazione dei rifiuti ed eliminarli all'origine: belle parole. Ma cosa vogliono dire in sostanza ? Cosa mettiamo intorno alla verdura del supermercato ? Ah...già, che stupido ! Se tutti noi ci mettessimo a coltivare un orto biodinamico sul davanzale avremmo verdura a KM 0 senza bisogno di imballaggi ! Già, che stupido ! Però, una volta, le farmacie vendevano l'estratto di volpe: hanno smesso ? Pare di sì.

    Rispondi

  • Patrizia Benecchi

    12 Dicembre @ 12.04

    Io da Felinese, spero e mi auguro di potermi vantare d'essere il primo comune a fare questo nuovo, ennesimo tipo di raccolta differenziata! Voglio essere ottimista e spero e mi auguro di essere circondata da persone civili e tutti facciano il loro dovere, compreso i vigili urbani o chi di dovere a fare multe o verbali a CHI PUR DI NON FARE LA RACCOLTA, gettano a destra e sinistra la loro spazzatura! Cosa già presente verso zona Boccette!!!! Fidiciosa che da Gennaio ognuno faccia il proprio dovere!!!!!

    Rispondi

  • matteo

    12 Dicembre @ 11.47

    bella trovata!! complimenti IREN, sei riusciata a trovare modo per farti pagare di più e lavorare di meno...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno