10°

24°

Provincia-Emilia

Musile Tanzi: "Pdl, o si cambia o si perde"

Musile Tanzi: "Pdl, o si cambia o si perde"
Ricevi gratis le news
1

Un totale cambiamento e rinnovo dei vertici del Pdl sia a livello locale che provinciale in vista delle elezioni amministrative di maggio. A chiederlo è Luca Musile Tanzi, già presidente del Consiglio comunale durante l’amministrazione Carancini.
Musile Tanzi, che era stato eletto nelle file Pdl come esponente dell’associazione «Liberamente salsesi» (quella parte di Pdl alternativa alla linea di Villani e  Buzzi), aveva sostenuto, insieme ad altri consiglieri, fino all’ultimo il sindaco. 
  Dopo il secondo fallimento della giunta salsese di centrodestra e i «guai» che hanno coinvolto i vertici del partito a Parma, come si presenterà, secondo lei, il Pdl alle prossime amministrative?
Il fallimento politico dell’attuale classe dirigente locale del Pdl rischia di avere ripercussioni negative su tutto il territorio. Per questo motivo, auspico un rapido e totale cambiamento alla guida del partito sia a livello provinciale che comunale. Ricordo che in questi anni c'era chi si opponeva a questo modo di fare politica e chi, anche qui a Salso, lo condivideva e lo sosteneva. Questi ultimi devono prenderne atto e trarne le conseguenze nell’interesse del Pdl e di tutto il centrodestra locale. Se così non sarà, penso che i cittadini puniranno pesantemente il partito alle prossime comunali.
 Lei e la parte che fa riferimento a «Liberamente salsesi» intendete restare nel partito o pensate ad altre strade?

Liberamente salsesi è un’associazione indipendente da qualsiasi partito che, pur perseguendo ben precisi valori ed ideali a livello nazionale, a livello locale mette al primo posto gli interessi della città. Per quanto mi riguarda so ben distinguere le responsabilità della dirigenza locale dagli obiettivi del Pdl nazionale. Detto ciò rimarrei molto sorpreso se dopo il voto delle politiche non si provvedesse ad un profondo cambiamento nella classe dirigente locale.

 Perchè è caduta la giunta Carancini? Di chi sono le «colpe» che hanno portato a diversi mesi di commissariamento?
La responsabilità politica ricade indubbiamente sul coordinamento provinciale del Pdl che, nonostante il parere contrario della maggioranza dei propri consiglieri, ha deciso di sfiduciare il sindaco. Io ho avversato questa scelta perchè credo che 15 mesi non fossero sufficienti per giudicare l’operato di un’amministrazione. Un’amministrazione che, ancor prima della tanto decantata spending review di Monti, si era contraddistinta per l’oculatezza nella spesa. Basti pensare che, cosa abbastanza inusuale per un’amministrazione pubblica, non si era proceduto ad alcuna assunzione.

 E’ riproponibile un’alleanza Pdl-Lega?

Per Salso oggi bisogna partire da un’alleanza tra politica e cittadini che metta in primo piano i bisogni della città superando steccati ideologici o alchimie partitiche. Certamente questo percorso dovrebbe essere più facile con chi già ha condiviso una parte del cammino, senza per questo precluderlo a chiunque voglia condividerlo.

In un clima di grande incertezza cosa servirebbe a Salso? Quali sono le priorità?

Innanzitutto riportare capitali privati. Per far questo un’amministrazione deve favorire questi processi e non ostacolarli. L’intervento di recupero di uno storico albergo di Salso va letto in questa chiave. L'altro aspetto fondamentale è la grande attenzione che deve essere posta alla spesa. Quest’anno tra Imu e nuova Tares i cittadini si vedranno costretti a sopportare un enorme carico fiscale. Le amministrazioni hanno conseguentemente l’obbligo di impiegare al meglio queste risorse cercando di garantire gli stessi servizi a costi inferiori. Ciò non può avvenire se non partendo dalla valorizzazione delle risorse umane che è uno dei patrimoni della nostra città.

Vede figure di riferimento per costruire un progetto politico credibile? Insomma, qual è il suo candidato ideale?
Sono convinto che oggi si debba partire dai contenuti e dai progetti, attraverso un attenta lettura dei problemi cercando il coinvolgimento più ampio di ogni settore della città. Solo successivamente si potrà capire chi sarà la persona giusta per guidare questa squadra.

L’ex vicesindaco e attuale delegato comunale del Pdl a Salso Lupo Barral potrebbe essere un candidato vincente?
Penso che una certa stagione politica del Pdl provinciale oggi debba ritenersi chiusa. Chi ha a cuore l’interesse del proprio partito e della propria città dovrebbe accettare, in questa delicata fase storica, di fare un passo indietro».

 Lei è disposto a rimettersi in gioco?

Io ritengo di condividere con altri proposte e progetti importanti per la mia città e per i quali intendo impegnarmi oggi così come ho fatto in passato. In quale ruolo lascio che a deciderlo siano i cittadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • pattrizia 71

    10 Febbraio @ 09.04

    .....mmmmmm: si perde!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

genova

Toti: "Il ponte si può costruire in 12-15 mesi: non accetteremo ritardi"

vezzano sul crostolo

Pizzaiolo coltiva marijuana in un bosco, preso con la "fototrappola"

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno