17°

29°

Provincia-Emilia

Fecci: "L'abolizione delle Province? Meglio tardi che mai"

Fecci: "L'abolizione delle Province? Meglio tardi che mai"
Ricevi gratis le news
2

Finalmente. Bravo Delrio.Queste le prime parole che immediatamente mi sono uscite nell’apprendere la notizia del disegno di legge cosiddetto “Svuotaprovince” che il Ministro Delrio ha presentato venerdì scorso al Consiglio dei Ministri.Finalmente il profilarsi di una svolta concreta nell’orizzonte – molto fosco – di tutte quelle “riforme annunciate” e fragorose a cui ci siamo tristemente abituati, poi troppo spesso destinate a cadere nel vuoto.L’altra cosa che ancora ho pensato – senza voler peccare di presunzione - è stata “ma io l’avevo detto”. L’abolizione delle Province, infatti, era uno dei temi principali di quel mio documento - datato 2005, integralmente inviato alle più alte cariche istituzionali e poi pubblicato per alcuni stralci su alcune testate fra cui la Gazzetta di Parma - nel quale formulavo proposte concrete per l’abbattimento dei costi della politica, tema nel mirino da tanti anni, ma per il quale non sono mai state adottate misure organiche ed incisive.Tornando in particolare all’abolizione delle Province - anche a sostegno del progetto Delrio, che dà una svolta a quella sequenza di incoerenti e falsi tentativi dei precedenti governi - è bene ricordare che il loro ciclo vitale era destinato a concludersi già dal 1970, anno in cui furono istituite le autonomie regionali .Sono i Comuni le cellule politico- amministrative percepite in maniera più immediata dai cittadini, i nodi su cui scorre la linfa vitale del nostro Paese, la riforma Delrio li valorizza e restituisce loro un giusto ruolo.L’abolizione delle Province - che già nel 2005 definivo “ente inutile”, in quanto “anello intermedio” anacronistico fra Regioni e Comuni , che spesso genera confusione, appesantisce la burocrazia ed è titolare di competenze che in alcuni casi duplicano o triplicano quelle di Regioni e Comuni – rinsalderebbe anche il legame fra questi ultimi e lo Stato. A seguito della loro abolizione si potrebbero mantenere in vita solo quegli uffici essenziali aventi funzioni di coordinamento, mentre il restante personale verrebbe riassorbito da Comuni e Regioni : sparirebbero così tutti i costi di funzionamento legati agli immobili sede degli uffici (che tornerebbero disponibili per essere alienati o destinati a finalità sociali), così come quelli per le indennità agli amministratori, per le commissioni e le figure dei vari segretari personali, comunemente definite “portaborse”. L’abolizione delle Province significherebbe un risparmio di 15 miliardi l’anno (circa l’1% del PIL).Un plauso inoltre a Delrio quando porta avanti quel concetto di “cooperazione” fra gli Enti di vario livello sul quale necessariamente devono incardinarsi le riforme, che si sostituisce a quelli di “frammentazione”, “duplicazione” e spesso “sovrapposizione” di cariche e funzioni, che moltiplica i costi, ma non solo. Che crea quel reticolato di feudi di potere piccoli e grandi spesso inquinati da dannose connivenze e clientelismo.E’ “unione” la parola d’ordine per il futuro delle autonomie locali e regionali.Unirsi per razionalizzare costi, confrontare idee e costruire progettualità condivise, sinergie di ampio respiro, dotarsi di più qualificate professionalità, superando quella mentalità – retaggio culturale anacronistico – legata a strette logiche di campanile che di questi ultimi fanno piccoli ed arroccati centri di potere. Speriamo che questo disegno di legge possa essere accolto e faccia un po’ da “apripista” di un più ampio progetto di riforme strutturali dell’attuale assetto del sistema Paese, ad iniziare dalla riduzione del numero dei parlamentari, dei costi dello Stato, fino ad un auspicabile accorpamento di alcune Regioni, che spesso sono centri di spreco di pubbliche risorse.Un progetto non più garantista di poteri e privilegi ma coraggiosamente orientato al bene comune. La politica non deve essere una “spiaggia” ove in troppi soggiornano in virtù di logiche partitiche che mirano a garantire privilegi e lavoro ai propri militanti. Stiamo pagando duramente decenni di politica condotta quanto meno con leggerezza e scarsa lungimiranza. E’arrivato il tempo del rigore.Solo dando questo esempio i nostri legislatori si riguadagneranno la stima e la fiducia della gente. Solo così la politica italiana potrà tornare ad affrancarsi.

Fabio Fecci
Assessore al Comune di Noceto 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marzio

    17 Agosto @ 10.51

    Gentilissimo assessore, da quello che lei scrive mi rendo conto che lei sconosce le competenze delle province e quali sono i veri sprechi della pubblica amministrazione, purtroppo essendo governati da gente come l'Italia e' allo sfascio.

    Rispondi

  • cioccio

    02 Agosto @ 17.54

    15 miilardi di risparmio l'anno!!! Gentile assessore lei non sà assolutamente nulla della P.A. del governo del territorio e degli enti locali (pur essendo assessore). Ma lei crede veramente che la riforma Del Rio (leggasi ANCI) avìndrà in porto? Verrà sconvolta prima dalle Regioni (che si prenderanno la maggior parte delle funzioni) poi dal parlamento. Sempre che non cada il governo prima. Comunque sono un funaionario delle province che si occupa di servizi di area vasta e le posso assiurare che, al pari dei miei colleghi, non siamo assolutamente preoccupati dalla situazione. Quindi le mie parole sono dettate da una profonda conoscenza dei fatti e della realtà degli enti locali. Serietà Vi prego perchè quando tornerà a politica (vera non quella che corre dietro alle gonne della "ggente") verranno le rofrome vere.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Leo Ortolani racconta la trans Cinzia in un "graphic novel"

fumetti

Leo Ortolani racconta la trans Cinzia in un "graphic novel"

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 date che hanno cambiato la storia: vediamo se te le ricordi tutte!

GAZZAFUN

Ricomincia la scuola: pronti per un ripasso di cultura generale?

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

AUDITORIUM PAGANINI

"Il meglio di noi": 12 TvParma presenta le novità, dal palinsesto ai nuovi studi

2commenti

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: arrestato 33enne di Polesine 

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

4commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

2commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

Tizzano

La Regione risponde su Capriglio: "Nessun ritardo, lavori per 1,2 milioni"

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

storia

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

3commenti

SERIE A

Parma, che tour de force

FIERA

Il Salone del Camper di Parma si è chiuso con 130mila visitatori

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

15commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

1commento

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

AVELLINO

15enne a scuola con la marijuana: arrestato in classe

Milano

Tangenti Algeria, il tribunale assolve Scaroni e l'Eni

SPORT

ZEBRE RUGBY

Mike Bradley: "La fiducia sta crescendo nella squadra, con Cardiff Blues è stata fantastica" Video

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

SOCIETA'

bergamo

15enne scopre dopo un anno che dall'altra parte della chat erotica c'è il papà

4commenti

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design