11°

26°

Provincia-Emilia

Bimba di Reggio Emilia sottratta ai genitori: la Cassazione dice "no" al riaffido

Ricevi gratis le news
1

Il quadro che emerge è quello di un’incapacità genitoriale in capo a entrambi i ricorrenti, non reversibile": sulla base di questo presupposto, la Cassazione, prima sezione civile, ha rigettato il ricorso presentato da due genitori, Massimiliano e Gilda, in merito al caso della richiesta di riaffido della loro figlia. Assistiti dall’avvocato Francesco Miraglia, i due genitori – la cui vicenda approdò in passato anche a Chi l’ha visto? e che arrivarono a "rapire" la piccola pur di riaverla quando fu affidata ai servizi sociali - avevano infatti impugnato di fronte alla Suprema Corte la sentenza della corte d’appello di Bologna, mentre precedentemente il Tribunale aveva dichiarato che la bambina era adottabile.

La vicenda iniziò nel 2007 quando il pm di Reggio Emilia Maria Rita Pantani chiese una perquisizione nell’abitazione della coppia alla ricerca di stupefacenti. In quell'intervento i carabinieri non trovarono nulla di compromettente, ma segnalarono lo stato di degrado della casa in cui viveva la bambina, che all’epoca aveva appena due anni.

Inviata un’informativa al tribunale dei Minori di Bologna, intervennero i servizi sociali che confermarono quanto già reso noto dalle forze dell’ordine pur non recandosi – a detta della difesa – sul posto per una verifica. Nel giugno 2008 il tribunale di Bologna stabilì che la piccola dovesse essere portata in un istituto, seguita dai servizi sociali, nel quale poteva comunque incontrare regolarmente i genitori. Ma nel 2010, dopo essere venuti a sapere che la bimba poteva essere data in affidamento, i genitori decisero di 'rapirlà dall’istituto in cui risiedeva. Rintracciati all’estero, vennero indagati per sottrazione di minore, con il tribunale di Bologna a chiedere nuovi accertamenti. Temendo il peggio, la coppia prelevò nuovamente la bimba nell’estate di quell'anno, mentre era in vacanza a Marina di Massa, scappando con lei in Svizzera. Una fuga breve, che ai genitori costò poi anche il carcere.

I LEGALI DEI GENITORI: "FAREMO RICORSO A STRASBURGO". «La vicenda non finisce qui. I genitori della bambina non si arrendono. Stiamo già valutando un ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo e studiamo la possibilità di revocatoria della sentenza della Cassazione». Lo ha spiegato all’agenzia Ansa l’avvocato Francesco Miraglia, dopo che è stato rigettato il ricorso presentato da due genitori da lui assistiti in merito al caso della richiesta di riaffido della loro figlia.
La vicenda aveva avuto negli anni passati una certa eco, e approdò anche a Chi l’ha visto? dopo che i genitori arrivarono perfino a "rapire" la bimba pur di riaverla. Il legale oggi spiega di aver appreso del rigetto dalla stampa e di non aver ancora letto la sentenza.
Ma, spiega, la considera una «grossa ingiustizia. E non per i due genitori, ma per la bambina». E', per il legale, una sentenza che mostra «quanto la giustizia minorile vada riformata», e dalla caratura prettamente «politica: noi ce lo aspettavamo, nel senso che la Cassazione non poteva dare torto alle sentenze precedenti, e diciamolo, a tutto al mercato delle adozioni che ci gira attorno». I due genitori, appresa la notizia, «stanno ovviamente malissimo, ma visto come funziona la giustizia se lo aspettavano. Se la giustizia avesse funzionato, non staremmo ancora qui a discutere della adottabilità di una bambina di 10 anni, che prima o poi, quando ne avrà l’età, deciderà comunque da sola di tornare a casa dai suoi genitori».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • GIALLOBLU'

    28 Agosto @ 16.04

    Capisco il fatto di portare la bambina in un istituto adeguato, se la casa era in così brutte condizioni igieniche, ma non capisco il motivo dell'affidamento forzato. Cosa hanno fatto di male questi genitori per arrivare ad affidarla a delle persone sconosciute E chissà dove poi. E' fuori dal mondo togliere i figli ai genitori per delle cavolate o comunque cose non così gravi. Xchè per quanto ne posso sapere le cose gravi sono i maltrattamenti, morali e fisici, l'abbandono, l'indifferenza, l'incapacità di provvedere ai bisogni della bimba. Al di fuori di ciò Gli assistenti sociali dovrebbero aiutare i genitori in questo caso E NON PORTANDOGLI VIA LA FIGLIA chissà dove! I genitori hanno tutto il diritto di vedere la propia figlia!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

La 2° C della scuola Vicini visita la Gazzetta di Parma

SCUOLE IN REDAZIONE

La 2° C della scuola Vicini visita la Gazzetta di Parma

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani in omaggio lo speciale agricoltura

INSERTO

Domani in omaggio lo speciale agricoltura

Lealtrenotizie

Via d'Azeglio, la lite finisce a morsi di pitbull

RISSE NELLA NOTTE

Via d'Azeglio, la lite finisce a morsi di pitbull

1commento

Incidente a Pastorello

Federico Miodini, «il Miodo» giovane padre innamorato della vita

Coltaro

Luigi Bertolotti «un amico meraviglioso, ottimo lavoratore»

Noceto

Morto improvvisamente a 47 anni Filippo Virgili, lavorò per il Papa

Soragna

Ragazzi rapinati, notte di terrore alla «Ponzella»

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

4commenti

PARMA

Incidente in tangenziale sud: rallentamenti fra le uscite Campus e via Montanara

Disagi fra le 9 e le 10

Intervista

Carminati: «Tosca è una tavolozza perfetta»

AMORE SENZA FINE

Laura e Raffaele, marito e moglie muoiono a 24 ore di distanza

FIDENZA

Svincolo killer, finalmente i lavori per renderlo sicuro

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

baseball

Un monte che fa sognare: Parma pareggia a Nettuno

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

3commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

SCRUTINIO

Elezioni in Molise: si rafforza il vantaggio del centrodestra

NEW YORK

Stop alle auto a Central Park dopo un secolo Video

SPORT

MOTOGP

Austin, domina Marquez. Iannone 3°, Rossi 4°. Dovizioso leader del Mondiale

1commento

SERIE A

Campionato riaperto: il Napoli batte la Juve ed è a -1

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover