13°

28°

QUARTIERI

Da tre generazioni fra gelati e caffè

Claudio Labadini

Claudio Labadini

Ricevi gratis le news
0

 

La famiglia Labadini e il dolce segreto che si tramanda di padre in figlio. 
Oggi, nella gelateria artigianale e caffetteria che si affaccia su via Montebello, c’è Claudio. Ma negli anni ’50 a sollevare le saracinesche su quartiere Cittadella è stato il nonno. Il parmigiano, che accoglie sorridente oltre il bancone, ha sposato Doriana la montanara - «vengo da Varsi», dice lei con un pizzico di orgoglio – e si occupa non solo di caffè. La coppia custodisce ricette antiche – ma sempre gustose – che vedono protagonista il «re freddo». Il tronchetto semifreddo crema e gianduia spopola nel quartiere «ancora a dimensione d’uomo – racconta Claudio – siamo arrivati più di mezzo secolo fa e conosciamo questa fetta di città come le nostre tasche. Grazie al cielo, nonostante i cambiamenti, si respira ancora un’atmosfera familiare». Marito e moglie si danno i turni: mentre il primo serve il caffè col sorriso, la seconda fa del gelato un’arte. E piacciono gli «zuccotti» di casa Labadini come conferma un drappello di signore che abitano al Cittadella da una vita. «Il primo ad appassionarsi a cialde e coppette fu mio nonno che nel 1950 decise di aprire la gelateria – ribadisce il padrone di casa – sono cresciuto dietro al banco, ma anche nel retrobottega. Lì ho imparato le ricette del gelato artigianale». Dai classici gusti intramontabili, ai sapori più esotici e speziati. «Tutto per garantire il meglio nella vaschetta», strizza l’occhio. Ma la specialità dell’intimo locale sono anche le torte di semifreddo, «le prime volte tutt’altro che semplici da realizzare». La gelateria-caffetteria Labadini è ben presto diventata un affare di famiglia: «la gestione è passata da mio nonno a mio padre, che ha impugnato le redini dell’attività nel 1971» conferma il mago dei dolci . Le valigie per la famiglia del gelato sono scattate solo per un breve periodo, a fine anni ’80: «Ho chiuso in via Montebello per gestire insieme a mia zia una gelateria in via Garibaldi – prosegue – nel ’93 ho conosciuto mia moglie Doriana, nel ’99 siamo tornati alle origini». Lui è quello pragmatico, lei la fantasiosa: «Insieme siamo una grande squadra...basta solo non invadere i confini – dice strizzando l’occhio – lavoriamo contemporaneamente, d’accordo. Ma ciascuno ha il suo ambito. Se io mi occupo della caffetteria, lei si dedica alle torte gelato. O viceversa, naturalmente». La coppia non nasconde che «occorre una buona dose di pazienza per affrontare questo lavoro». Ma la ricetta segreta della famiglia Labadini rimane la stessa da oltre mezzo secolo: «La passione è ciò che ci guida e alleggerisce il mestiere. E il piacere di rendere soddisfatti i clienti». 
La famiglia Labadini e il dolce segreto che si tramanda di padre in figlio. Oggi, nella gelateria artigianale e caffetteria che si affaccia su via Montebello, c’è Claudio. Ma negli anni ’50 a sollevare le saracinesche su quartiere Cittadella è stato il nonno. Il parmigiano, che accoglie sorridente oltre il bancone, ha sposato Doriana la montanara - «vengo da Varsi», dice lei con un pizzico di orgoglio – e si occupa non solo di caffè. La coppia custodisce ricette antiche – ma sempre gustose – che vedono protagonista il «re freddo». Il tronchetto semifreddo crema e gianduia spopola nel quartiere «ancora a dimensione d’uomo – racconta Claudio – siamo arrivati più di mezzo secolo fa e conosciamo questa fetta di città come le nostre tasche. Grazie al cielo, nonostante i cambiamenti, si respira ancora un’atmosfera familiare». Marito e moglie si danno i turni: mentre il primo serve il caffè col sorriso, la seconda fa del gelato un’arte. E piacciono gli «zuccotti» di casa Labadini come conferma un drappello di signore che abitano al Cittadella da una vita. «Il primo ad appassionarsi a cialde e coppette fu mio nonno che nel 1950 decise di aprire la gelateria – ribadisce il padrone di casa – sono cresciuto dietro al banco, ma anche nel retrobottega. Lì ho imparato le ricette del gelato artigianale». Dai classici gusti intramontabili, ai sapori più esotici e speziati. «Tutto per garantire il meglio nella vaschetta», strizza l’occhio. Ma la specialità dell’intimo locale sono anche le torte di semifreddo, «le prime volte tutt’altro che semplici da realizzare». La gelateria-caffetteria Labadini è ben presto diventata un affare di famiglia: «la gestione è passata da mio nonno a mio padre, che ha impugnato le redini dell’attività nel 1971» conferma il mago dei dolci . Le valigie per la famiglia del gelato sono scattate solo per un breve periodo, a fine anni ’80: «Ho chiuso in via Montebello per gestire insieme a mia zia una gelateria in via Garibaldi – prosegue – nel ’93 ho conosciuto mia moglie Doriana, nel ’99 siamo tornati alle origini». Lui è quello pragmatico, lei la fantasiosa: «Insieme siamo una grande squadra...basta solo non invadere i confini – dice strizzando l’occhio – lavoriamo contemporaneamente, d’accordo. Ma ciascuno ha il suo ambito. Se io mi occupo della caffetteria, lei si dedica alle torte gelato. O viceversa, naturalmente». La coppia non nasconde che «occorre una buona dose di pazienza per affrontare questo lavoro». Ma la ricetta segreta della famiglia Labadini rimane la stessa da oltre mezzo secolo: «La passione è ciò che ci guida e alleggerisce il mestiere. E il piacere di rendere soddisfatti i clienti». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

S-Chiusi in galleria

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

Bruce Springsteen ha compiuto 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen ha compiuto 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, nel mirino sponsorizzazioni a squadra di basket parmigiana

16 indagati e sequestro per 25 milioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

MONTAGNA

Corniglio, 14enne infortunata durante una gita con classe: interviene il Soccorso alpino

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

arte

Restaurata la Cassetta Farnese di Capodimonte: presto sarà (temporaneamente) a Parma

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

decreto sicurezza

Salvini: "Via tutti i campi rom entro fine legislatura"

SPORT

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

CASTELFRANCO EMILIA

Sparano a uno straniero ed esultano: indagini in corso

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

2commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno