19°

san leonardo

Ex-Csac, cercasi progetto per un utilizzo pubblico

Lavori fermi da 3 anni nel padiglione all'interno di Stu Pasubio

Ricevi gratis le news
0

 

Enrico Gotti
Tremila metri quadrati, in via Palermo, in attesa di un destino. «La Casa della cultura – diceva il sindaco Pietro Vignali - sarà uno dei cuori pulsanti dell’arte in città, un grande polo della creatività che sarà di stimolo per il futuro di Parma». «Sarà gestito direttamente dagli artisti -spiegava Luca Sommi, all'epoca assessore alla cultura - come al Palais de Tokyo di Parigi. I giovani potranno imparare e poi esibirsi, un unicum in Italia, una bottega rinascimentale del terzo millennio». Tre anni dopo, i lavori nel Padiglione Nervi, ex sede dello Csac, non sono ancora iniziati. Il progetto è firmato da Oriol Capdevila, l’architetto catalano dello studio Mbm Arquitectes che ha disegnato la stazione di Parma. L’idea è di trasformare l’edificio industriale, conosciuto come padiglione-Nervi, in un grande contenitore per l’attività culturale. Nel progetto, da sette milioni di euro, l’ex stabilimento doveva ospitare il Caffé degli artisti, spazi teatrali, auditorium e atelier per artisti. Adesso il padiglione e i capannoni contigui sono completamente vuoti. Porte e finestre sono sigillate. Il cortile interno, invece, è diventato un rifugio per tossicodipendenti, come dimostrano alcune siringhe per terra. Le reti metalliche attorno all’edificio sono state abbattute. Il progetto di riqualificazione del quartiere, adesso, non è più in capo al Comune di Parma, che sotto la giunta 5 Stelle, ha venduto le proprie quote di Stu Pasubio, la società di trasformazione urbana che si occupa dei lavori. Il Municipio si è liberato, in questo modo, di 44 milioni di euro di debiti. L’amministrazione cerca comunque una soluzione, per non avere un’altra «incompiuta» da aggiungere all’elenco delle opere. Il mese scorso è stato creato un tavolo di lavoro, con Comune, attuatori e ordine degli architetti, per arrivare ad un accordo da presentare alla regione Emilia-Romagna. L’obiettivo è di far proseguire il piano urbanistico e di non perdere i 2.500.000 euro che la Regione aveva deciso di destinare all’intervento. «Cosa si farà dell’edificio? Stiamo discutendo, ma l'indicazione è che sia uno spazio pubblico – dice Michele Alinovi, assessore ai Lavori pubblici del comune di Parma - Adesso è tutto ancora in itinere. Si sta concertando una linea, l’obiettivo è mantenere l’interesse pubblico della riqualificazione urbanistica». 
Enrico Gotti

Tremila metri quadrati, in via Palermo, in attesa di un destino. «La Casa della cultura – diceva il sindaco Pietro Vignali - sarà uno dei cuori pulsanti dell’arte in città, un grande polo della creatività che sarà di stimolo per il futuro di Parma». «Sarà gestito direttamente dagli artisti -spiegava Luca Sommi, all'epoca assessore alla cultura - come al Palais de Tokyo di Parigi. I giovani potranno imparare e poi esibirsi, un unicum in Italia, una bottega rinascimentale del terzo millennio». Tre anni dopo, i lavori nel Padiglione Nervi, ex sede dello Csac, non sono ancora iniziati. Il progetto è firmato da Oriol Capdevila, l’architetto catalano dello studio Mbm Arquitectes che ha disegnato la stazione di Parma. L’idea è di trasformare l’edificio industriale, conosciuto come padiglione-Nervi, in un grande contenitore per l’attività culturale. Nel progetto, da sette milioni di euro, l’ex stabilimento doveva ospitare il Caffé degli artisti, spazi teatrali, auditorium e atelier per artisti. Adesso il padiglione e i capannoni contigui sono completamente vuoti. Porte e finestre sono sigillate. Il cortile interno, invece, è diventato un rifugio per tossicodipendenti, come dimostrano alcune siringhe per terra. Le reti metalliche attorno all’edificio sono state abbattute. Il progetto di riqualificazione del quartiere, adesso, non è più in capo al Comune di Parma, che sotto la giunta 5 Stelle, ha venduto le proprie quote di Stu Pasubio, la società di trasformazione urbana che si occupa dei lavori. Il Municipio si è liberato, in questo modo, di 44 milioni di euro di debiti. L’amministrazione cerca comunque una soluzione, per non avere un’altra «incompiuta» da aggiungere all’elenco delle opere. Il mese scorso è stato creato un tavolo di lavoro, con Comune, attuatori e ordine degli architetti, per arrivare ad un accordo da presentare alla regione Emilia-Romagna. L’obiettivo è di far proseguire il piano urbanistico e di non perdere i 2.500.000 euro che la Regione aveva deciso di destinare all’intervento. «Cosa si farà dell’edificio? Stiamo discutendo, ma l'indicazione è che sia uno spazio pubblico – dice Michele Alinovi, assessore ai Lavori pubblici del comune di Parma - Adesso è tutto ancora in itinere. Si sta concertando una linea, l’obiettivo è mantenere l’interesse pubblico della riqualificazione urbanistica». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno