-4°

12°

Reggio

Convalidato il sequestro di beni per 3 milioni per Francesco Grande Aracri

L'imprenditore è stato condannato nel 2008 per associazione mafiosa

Ricevi gratis le news
0

 

E' stata notificata questa mattina dai carabinieri di Brescello (Reggio Emilia) la convalida del decreto di sequestro preventivo anticipato di beni per tre milioni di euro nei confronti di Francesco Grande Aracri perchè ritenuti provento di attività illecita.
Il 59enne imprenditore edile originario di Cutro (Reggio Emilia), ma da trent'anni residente nel paese della Bassa reggiana, infatti, è stato condannato nel 2008 in via definitiva a tre anni e sei mesi per associazione mafiosa, perchè accusato di far parte dell’omonimo clan di 'ndrangheta, guidato dal fratello Nicolino. Secondo il giudice Francesco Maria Caruso che aveva emesso il provvedimento a inizio di novembre sulla base della risultanze investigative dei carabinieri reggiani, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia di Bologna, sarebbe stata accertata "una sproporzione tra redditi dichiarati negli anni e incremento patrimoniale, divenuto particolarmente consistente a partire dal 2000 in epoca immediatamente precedente l’accertata attività mafiosa".
Mercoledì, davanti al collegio giudicante, Grande Aracri, difeso dall’avvocato Giuseppe Migale Ranieri, aveva presentato una relazione redatta da un suo consulente in cui sosteneva l'insussistenza dell’illecita provenienza dei beni sequestrati. Lo stesso 59enne, in più interviste, ha dichiarato la sua estraneità alle contestazioni, sostenendo di essere un onesto lavoratore. Ma il collegio ha deciso diversamente, convalidando il provvedimento. Decisione che è stata notificata questa mattina all’interessato da parte dei carabinieri di Brescello. Il tribunale ha fissato anche l’udienza del 18 dicembre per decidere sulla misura di prevenzione personale.
E' stata notificata questa mattina dai carabinieri di Brescello (Reggio Emilia) la convalida del decreto di sequestro preventivo anticipato di beni per tre milioni di euro nei confronti di Francesco Grande Aracri perché ritenuti provento di attività illecita.
Il 59enne imprenditore edile originario di Cutro ma da trent'anni residente nel paese della Bassa reggiana, infatti, è stato condannato nel 2008 in via definitiva a tre anni e sei mesi per associazione mafiosa, perché accusato di far parte dell’omonimo clan di 'ndrangheta, guidato dal fratello Nicolino. Secondo il giudice Francesco Maria Caruso che aveva emesso il provvedimento a inizio di novembre sulla base della risultanze investigative dei carabinieri reggiani, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia di Bologna, sarebbe stata accertata "una sproporzione tra redditi dichiarati negli anni e incremento patrimoniale, divenuto particolarmente consistente a partire dal 2000 in epoca immediatamente precedente l’accertata attività mafiosa". 
Mercoledì, davanti al collegio giudicante, Grande Aracri, difeso dall’avvocato Giuseppe Migale Ranieri, aveva presentato una relazione redatta da un suo consulente in cui sosteneva l'insussistenza dell’illecita provenienza dei beni sequestrati. Lo stesso 59enne, in più interviste, ha dichiarato la sua estraneità alle contestazioni, sostenendo di essere un onesto lavoratore. Ma il collegio ha deciso diversamente, convalidando il provvedimento. Decisione che è stata notificata questa mattina all’interessato da parte dei carabinieri di Brescello. Il tribunale ha fissato anche l’udienza del 18 dicembre per decidere sulla misura di prevenzione personale. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giornata di sole sul LungoParma: le foto di Luca Radici a Michelle Maccagni

fotografia

In posa sul LungoParma in una giornata di sole Foto

Pronti per l’ultima stagione del Trono di spade? Ecco come prepararsi all’evento tra mappe interattive e le location della serie di culto_got

HI-TECH

Trono di spade: come prepararsi all’evento Fra mappe interattive e le location della serie

Alseno: festa al Colle San Giuseppe. Ecco chi c'era: foto

feste pgn

Alseno: festa al Colle San Giuseppe Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Locanda del culatello

CHICHIBIO

«Locanda del culatello» C'è del nuovo e del buono nella Bassa

Lealtrenotizie

Follia nel calcio Juniores: insulti razzisti e rissa sugli spalti

JUNIORES

Insulti razzisti e rissa sugli spalti: 75 euro di multa per Marzolara e Fontanellato e fino a 6 turni di squalifica

12 tg parma

Aeroporto Verdi, siglato l'accordo con Bologna per il rilancio e nuovi voli  Video

1commento

Ricerca

Imballaggi a base di cristalli e oli: il progetto anti-sprechi dell'Università di Parma

pablo

Polizia allertata dai consiglieri di quartiere: e i pusher scappano abbandonando le dosi

1commento

TEP

Dal fine settimana 9 nuovi bus sulle strade di Parma. Novità sul fronte filobus

3commenti

IL CASO

Pur di mettere nei guai l'amante della moglie, si autodenuncia e viene condannato

Triste record

41enne parmigiana arrestata tre volte in dieci giorni

incendio

Fienile con 800 balloni divorato dalle fiamme a Medesano: dopo oltre 20 ore, l'intervento continua Video

CULTURA

Parma ha ricordato Arturo Toscanini a 62 anni dalla morte Foto

FIDENZA

Tagliano le etichette per rubare i vestiti: 4 ragazzi nei guai

Gazzareporter

"Pioggia in arrivo?"

nas

Un lavoratore in nero: multato un bar, sequestrati 11 chili di alimentari  Foto

carabinieri

Mezzi da lavoro spariti a Parma e Collecchio: ritrovati in zona Ceno Foto

elementari

La consigliera del ministro: «La scuola di Noceto un modello per tutta Italia»

LA SCELTA

Sarà il parmigiano Danilo Coppe a demolire il ponte Morandi

donne

Donne in gabbia: difendersi dalla morsa della gelosia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

May, sconfitta devastante. Ma non c'è alternativa

di Paolo Ferrandi

TRIBUTO

Il bollo auto senza segreti: quando, come, dove si paga

ITALIA/MONDO

AREZZO

E45: chiuso un viadotto per motivi sicurezza al confine fra Toscana ed Emilia-Romagna Foto

INCIDENTE

Scontro fra un autobus e due camion: feriti 14 studenti a Modena

SPORT

FORMULA 1

Ferrari, l'uomo giusto è il parmigiano Almondo?

Rugby

Casellato si pente, squalifica meno pesante

SOCIETA'

catania

L'aspetta all'aeroporto col palloncino "Mi vuoi sposare". Lei lo lascia

SPAGNA

Il papà del bimbo nel pozzo: "Abbiamo speranza che sia vivo"

MOTORI

IL VIAGGIO

Citroën: la C5 Aircross scalda i motori andando... al Polo Nord

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross