15°

25°

salute

Tumori infantili, guarire si può nell'80% dei casi

Il trattamento delle leucemie spiegato ai pazienti. Izzi: "Questo progresso nelle cure si deve alla ricerca scientifica"

Tumori infantili, guarire si può nell'80% dei casi
Ricevi gratis le news
0

I tumori dell’età evolutiva? Sono tutti malattie rare. Colpiscono il 2,4 per mille dei bambini con età fino ai 14 anni e oggi la sopravvivenza, in particolare per le preponderanti leucemie, supera l’80 per cento. «Questo progresso delle cure si deve alla ricerca scientifica, che è una parte importante del nostro vivere, senza la quale non ci sarebbero questi risultati» ha detto provocatoriamente Giancarlo Izzi, già direttore della struttura di Pediatria e oncoematologia dell’Ospedale dei Bambini di Parma, per introdurre l’incontro pubblico con gli esperti “La ricerca scientifica spiegata ai pazienti: i progressi della scienza sul trattamento delle leucemie e dei tumori dell’età pediatrica” promosso dalla struttura Ricerca e innovazione dell’Azienda ospedaliero universitaria. In cattedra Patrizia Bertolini, successore di Izzi (facente funzione) e Angelica Barone.
A due voci le specialiste hanno spiegato cos’è la ricerca sui tumori in ambito pediatrico, come si sviluppa uno studio e quali tutele ci sono per il paziente in quel virtuoso sistema europeo (nato spontaneamente per volontà dei professionisti fin dal 1968 e oggi controllato dalle società scientifiche) che obbliga i 350 centri specializzati nella ricerca (50 sono italiani e tra questi Parma) a lavorare insieme con protocolli uniformi, registrando in un solo contenitore informatico tutta la parte burocratica e utilizzando centrali uniche di verifica degli esami radiografici o bioptici. Il risultato è un’enorme banca dati delle neoplasie pediatriche, nella quale la patologia di un bambino non è più così rara e può essere oggetto di studi alla ricerca di terapie che garantiscano la massima efficacia con il minimo dei danni collaterali.
«I reparti che vivono la ricerca si muovono con il mondo che avanza, hanno nuovi farmaci, nuovi metodi di preparazione e tecnologie innovative; sono sempre proiettati al futuro» sottolinea Izzi. E proprio in questi reparti i genitori sono accompagnati a non avere paura delle sperimentazioni perché, quando si arriva a questa fase finale di studio, i protocolli sono rigorosi e controllatissimi. Nel caso dei tumori pediatrici ancora di più perché le ricerche non possono essere finanziate da privati. Il reclutamento dei bambini da inserire nello studio avviene, con il consenso dei genitori, attraverso una rigorosa selezione, perché devono costituire un campione simile. Con il sistema della “randomizzazione” (cioè una scelta casuale da parte del sistema informatico) a metà di loro viene somministrato il farmaco “gold standard” cioè il meglio del presente, mentre all’altra metà il nuovo farmaco oggetto della ricerca scientifica. «A Parma sono pochi i genitori che negano l’assenso - spiega Patrizia Bertolini -. Forse perché dedichiamo loro tanto tempo, rispondendo ai dubbi per agevolare una scelta consapevole». Per la competenza e l’appropriatezza dei luoghi l’oncoematologia pediatrica dell’Ospedale dei Bambini, due giorni fa ha ottenuto da parte della commissione europea incaricata la “patente” per partecipare allo studio internazionale sulla leucemia linfoblastica acuta. Maggiori informazioni sugli studi clinici (anche in italiano) si trovano sul sito hhtp://ecranproject.eu, della European Communication on Research Awareness Needs (Ecran).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bellezze...mondiali (sugli spalti) Gallery

tifo e tifose

Bellezze...mondiali (sugli spalti) Gallery

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Morto Vinnie Paul, batterista e co-fondatore Pantera

musica

E' morto Vinnie Paul, batterista dei Pantera

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Ballottaggi

Salsomaggiore : Fritelli verso la vittoria

Chiusi i seggi a Salso. Affluenza in calo: ha votato il 49,6% dei salsesi

Violenza

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

Anteprima gazzetta

Incidente nel Reggiano, grave un motociclista parmigiano Video

football americano

Panthers battuti dai Giants Bolzano nella semifinale scudetto

La sconfitta arriva al Tardini per 30-25

Cantieri

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

3commenti

pericolo

Voragine in via Volturno, via Musini La foto

1commento

appuntamenti

Dopo la rugiada, una domenica di eventi nel Parmense Agenda

cus parma

Triathlon Campus e Duathlon Francigeno Guarda chi c'era

evento

Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

2commenti

Turismo

Pochi wc pubblici. Botta e risposta fra Comune e Confesercenti

7commenti

calcio e tribunale

Caso whatsapp-Parma (e match Frosinone), il Palermo: "Siamo parte lesa"

10commenti

Rapina

Incappucciato aggredisce una donna per rubarle l'auto: arrestato

12 tg parma

Disabili e lavoro: a Parma numeri in crescita ma liste d'attesa ancora lunghe Video

1commento

FIDENZA

Sicurezza, in arrivo 84 «occhi intelligenti»

Fontanellato

Morto il direttore della banda

BENECETO

L'abbraccio della maestra e dell'ex allieva

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Come potranno motivare una condanna?

di Michele Brambilla

LA PEPPA

Fusilli estivi, pasta fredda protagonista

ITALIA/MONDO

belluno

Turista si lancia dalla cima di un monte con tuta alare e muore

REGGIO EMILIA

Urla in casa, arrivano i carabinieri e sequestrano marijuana

SPORT

calcio

Giappone e Senegal, gol e spettacolo: finisce 2-2

RUSSIA 2018

Colombia travolgente: la Polonia è già fuori

SOCIETA'

cani

Sos per Tito, uno splendido esemplare di bracco ungherese

cina

Il bus si ribalta e i passeggeri volano fuori dal finestrino

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse