12°

26°

Salute-Fitness

Quella scuola in Kenya che parla anche di Parma

Quella scuola in Kenya che parla anche di Parma
Ricevi gratis le news
0

di Monica Tiezzi
Il disagio e l'emarginazione di casa nostra si combattono anche con progetti contro il disagio e l'emarginazione globale.  E' così che l'associazione parmigiana di promozione della salute mentale «Va' pensiero» e l'associazione nazionale «Parole ritrovate» (che riunisce operatori, pazienti e familiari nell'ambito della riabilitazione psichiatrica) hanno sponsorizzato e costruito (assieme a «Itake-Italia Kenia», gruppo  non governativo di cooperazione internazionale)  una scuola professionale  nel villaggio keniota di Muyeye.
La «Muyeye polytechnic school» è stata inaugurata il 17 febbraio nel villaggio a sette chilometri da Malindi alla presenza del ministro keniota  della cultura  Maina Kamanda, di studenti e genitori locali e di un   gruppo di italiani da 11 regioni  (Friuli, Veneto, Trentino, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna, Sicilia)  coinvolte nel progetto.
Un progetto  nato nel novembre del 2009, quando è iniziata -  con maestranze locali,  la supervisione di un tecnico italiano e il controllo di rappresentanti degli 11 gruppi regionali che si sono alternati a garanzia del corretto impiego dei fondi -  la costruzione della scuola, un istituto superiore  per  ragazzi dai 14 ai 18 anni. Già un anno fa una delegazione parmigiana  - composta  dall'educatore del servizio di salute mentale dell'Ausl di Parma Massimo Costa e da cinque utenti - era stata a Muyeye. Stavolta il gruppo parmigiano (formato da Costa, da Gianluca Bonaventura e Luciana Iotti di Va' pensiero e da un utente del servizio salute mentale), partito il 12 febbraio e tornato il 20,  ha potuto partecipare all'inaugurazione della scuola, 400 metri quadrati divisi in tre edifici destinati alla direzione e amministrazione, alle aule e ai laboratori.
Sono già una sessantina gli alunni kenioti che da settembre frequentano l'istituto, pur fra mille difficoltà. I sei corsi  - costruzioni, elettronica, sartoria, informatica, meccanica, italiano, e c'è in progetto anche un corso di pelletteria - non sono ancora tutti pienamente attivi per la mancanza di attrezzature. «Servono pc, macchine da cucire moderne, strumenti per la meccanica e arredi. I rappresentanti del governo keniota hanno promesso il loro impegno, speriamo» dice Massimo Costa. L'Italia ha fatto la sua parte finanziando il progetto  con 120 mila euro (60 mila da Parole ritrovate e 60 mila da Itake),  ma ora è importante che la scuola cominci a camminare sulle gambe degli africani.
Cosa non facile. «In un Paese  dove si vive con due euro al giorno, le tasse scolastiche ammontano a 120 euro l'anno e pochi genitori sono in grado di pagarle», dice Costa. E dei  sette insegnanti della scuola, solo quattro sono stati messi a disposizione - e pagati - dal governo.
Difficoltà che si spera di superare responsabilizzando i genitori,  che saranno comunque chiamati a contribuire secondo le loro possibilità. Intanto è importante che la scuola sia partita e che tanti ragazzi abbiano una prospettiva di istruzione e lavoro.
Il coinvolgimento di Parma nel progetto è partito mesi fa, anche con l'aiuto di Provincia,   Comune e Ausl che hanno contribuito al finanziamento dei viaggi di operatori e utenti. Ma non solo. «Abbiamo coinvolto una trentina di utenti del Servizio salute mentale con attività di raccolta fondi per la scuola: feste, proiezioni di film, vendita di simboliche ‘azioni’ pro Muyeye», spiega Costa. La partecipazione diretta di alcuni pazienti al viaggio del febbraio 2010 e   all'inaugurazione di due settimane fa   è stata la riprova della validità del progetto. «Si sono sentiti parte di un'iniziativa importante di solidarietà e volontariato ed è aumentata la loro autostima - spiega Rossella Cocconi, direttrice della Riabilitazione del Dipartimento  di salute mentale e dipendenze patologiche dell'Ausl -  Sul piano sociale e pubblico, queste iniziative riescono a sconfiggere tanti pregiudizi sulla malattia mentale».
«Muyeye è stata un'esperienza importante perchè per la prima volta siamo stati impegnati a fare qualcosa non per il mondo del disagio mentale, ma per  i più poveri», aggiunge Andrea Panizzi di Va' pensiero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

The Cos-Fighters: in arrivo il secondo Albo del fumetto tutto parmigiano

tg parma

The Cos-Fighters: in arrivo il secondo Albo del fumetto tutto parmigiano Video

Avicii, l'ex fidanzata pubblica foto e chat su Istagram. La rabbia dei fan Foto

social network

Avicii, l'ex fidanzata pubblica foto e chat su Instagram. La rabbia dei fan Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Fanno bere alcol a una bimba di 4 anni, denunciati

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia parmigiana denunciata per maltrattamenti

2commenti

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

3commenti

viabilità

Terrore in tangenziale Nord: auto contromano in corsia di sorpasso

2commenti

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

viale pasini

Parcheggio conteso: medico impugna spadino contro infermiere

3commenti

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

1commento

cosa fare oggi

Domenica al profumo di fiori e di prugnoli: l'agenda

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

gazzareporter

Tutti di corsa a... Langhirun Foto

INCIDENTI

Schianto in tangenziale nella notte: in quattro all'ospedale

ipercoop

"Scassina" le custodie anti-taccheggio e tenta il furto di videogiochi: denunciato

METEO

Caldo anomalo, 30 gradi in città

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

3commenti

Intervista

Mara Redeghieri: «Recidiva e resistente in piazza Garibaldi»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

francia

Riapre il Mont Saint Michel. Ricercato un uomo che ha minacciato poliziotti

FURTI

Romano Prodi è dal Papa, i ladri svaligiano la sua casa a Bologna

SPORT

Calcio

Parma, tre punti costosi

MotoGp

Marquez penalizzato: da primo a quarto in griglia

SOCIETA'

MUSICA

Avicii, best moments live: i concerti più belli del dj svedese Video

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover