-1°

13°

salute

Mercoledì 16 sciopero dei medici

Mercoledì incrociano le braccia medici di base e ospedalieri
Ricevi gratis le news
4

Dicono no alla diminuzione del finanziamento sulla sanità pubblica, a un federalismo che crea disomogeneità nell’assistenza, alla proroga del blocco dei contratti di lavoro, delle convenzioni e del turn over, a una burocrazia eccessiva.
Questi alcuni dei motivi per cui mercoledì 16 dicembre i camici bianchi pubblici, tra cui i medici di famiglia e i pediatri di libera scelta, incroceranno le braccia. Allo sciopero nazionale aderiscono tutte le sigle sindacali di categoria, per la prima volta dopo vent’anni. «È un malcontento condiviso, manifestato a Roma il 28 novembre, quello che porta allo sciopero, che ha l’appoggio dell’Ordine dei medici nazionale», sottolinea Antonio Slawitz, presidente provinciale e vice presidente regionale dello Snami, il sindacato nazionale autonomo medici italiani.
«Per la sanità pubblica in Italia si spendono due punti di Pil in meno di Francia e Germania. Questo comporta tagli di personale e servizi, riduce l’accesso alle cure», spiega Matteo Curti, consigliere Snami. «Poi è vero che ci sono sprechi e che bisogna puntare all’appropriatezza della spesa, ma le risorse sono necessarie». Temono che il sistema sanitario pubblico vada in pezzi e sia gestito solo in modo contabile: a farne le spese, cittadini e medici.
Lo sciopero di mercoledì sarà «per la salute del cittadino e la chiarezza dei rapporti. In particolare, quello con il medico di base, che non deve essere visto dagli assistiti come un controllore di spesa» commenta Walter Corsi, vice presidente provinciale Snami e medico di famiglia, come Slawitz e Curti. Perciò, non accettano imposizioni sulle prescrizioni a scapito del paziente. Lamentano una burocrazia sempre più invadente, dalla ricetta elettronica on line all’obbligo, da gennaio 2016, per l’invio a casa del 730, di inserire in un sistema informatico le fatture del 2015.
«Pratiche – dicono - che tolgono tempo all’attività clinica: il paziente perde in qualità ed efficienza del servizio, il medico in professionalità». Sta poi a cuore l’uniformità delle cure, che il federalismo ostacola anche all’interno di una stessa regione. In Emilia – Romagna, per esempio, i medici di base possono prescrivere una risonanza magnetica nel settore ortopedico a «macchia di leopardo»: a Parma no, salvo alcuni casi, ed è scelta obbligata dal contenimento dei costi. Rivendicano di aver sempre collaborato tra figure professionali, come medici di medicina generale nelle Case della salute, ma chiedono codifiche chiare per le diverse professionalità, anche in tema di responsabilità civile e penale. Così come lo sblocco dei contratti, delle convenzioni e del turn over.


   Le modalità   

Ambulatori chiusi dalle 8 alle 20

Mercoledì 16 dicembre per 24 ore sciopereranno i medici di medicina generale - cioè medici di famiglia, di continuità assistenziale (ex guardia medica), dei servizi territoriali, di emergenza sanitaria territoriale convenzionata, penitenziari - e anche i pediatri di libera scelta, gli ospedalieri, gli specialisti ambulatoriali. I medici di base terranno chiusi gli studi dalle 8 alle 20. Saranno garantite le visite domiciliari urgenti e quelle in assistenza programmata a pazienti terminali, le prestazioni di assistenza domiciliare integrata e quelle definite nell’ambito degli accordi regionali.I medici di continuità assistenziale si asterranno dal lavoro dalle 00.01 alle 8 e dalle 20 alle 24, i medici di emergenza sanitaria e dei servizi territoriali dalle 8 alle 20.C.G.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    15 Dicembre @ 09.28

    filippo.cabassa.1970@gmail.com

    Parafrasando Totò: "si può benissimo morire da soli, senza l'aiuto del medico"

    Rispondi

  • parmigianodelsasso

    14 Dicembre @ 15.56

    e sa stèma mèl, indò 'ndèma, dal botghèr?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      14 Dicembre @ 18.19

      SE STI MEL , a gh' ì la Guardia Medica e al Pront Socors ad l' Ospedèl ! MO SE STI MEL , miga se gh' ì dil bali che podon aspetèr al gioron dopa !

      Rispondi

  • Vercingetorige

    14 Dicembre @ 12.15

    SECONDO LA BRITISH MEDICAL ASSOCIATION GLI SCIOPERI DEI MEDICI SERVONO A POCO O NULLA , perchè l' assistenza ai casi urgenti viene garantita comunque . D' altronde , come si fa a non garantirla ? NEL FRATTEMPO , IN PARLAMENTO , E' "SALTATO" L' EMENDAMENTO ALLA LEGGE DI STABILITA' che avrebbe dovuto consentire l' assunzione di Medici , necessari per garantire il rispetto degli orari di lavoro stabiliti dall' Unione Europea anche a tutela dei Pazienti , perchè un Medico oberato e stanco sbaglia più facilmente di uno riposato e rilassato. Pare non ci sia la copertura finanziaria. Pochi giorni fa la nostra AUSL ed il nostro Ospedale hanno ispirato la prima pagina della "Gazzetta" , vantando assunzioni a tinchitè di Medici , Infermieri e Tecnici ( in larga parte di là da venire ! ) . Chi sa se , adesso , ispireranno un' altra prima pagina ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'escursione in Appennino e il sorpasso azzardato vincono le iniziative "Gazzareporter". E ora... mandateci le "Curiosità parmigiane"

DAI LETTORI

Gazzareporter: vincono l'Appennino e il sorpasso azzardato. E ora, "Curiosità parmigiane" Foto

Sette calciatrici che vanno in... rete:  Sara Gama

L'INDISCRETO

Sette calciatrici che vanno in... rete

Via Reggio: il 14esimo compleanno del Jamaica Pub - Ecco chi c'era alla festa: foto

PGN

Via Reggio: il 14esimo compleanno del Jamaica Pub Ecco chi c'era alla festa: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Antonia" la custode della tradizione di Parma

CHICHIBIO

"Antonia", la custode della tradizione di Parma

1commento

Lealtrenotizie

Tornano nel negozio che avevano già derubato. E prima dell'arresto picchiano il personale

via d'azeglio

I ladri tornano nel negozio "del delitto". E prima dell'arresto picchiano il personale

12 tg parma

Travolto in bici lungo via San Leonardo, gravissimo un 44enne Video

guardia di finanza

False fatture per 10 milioni, imprenditore reggiano denunciato. Coinvolte 55 aziende, anche a Parma

GATTATICO

Ritrovate le preziose chitarre da collezione rubate a Felino

1commento

allerta siccità

Siccità al Nord, riserve idriche ancora solo per un mese

Anbi, se non pioverà problemi molto seri; neve è grande assente

via sidoli

Tenta il suicidio con 200 pastiglie: salvato dai poliziotti allertati da un'amica

CANTIERE

Il PalaRaschi tornerà ad avere 3000 posti

5commenti

SALA

Carabinieri da Csi: arrestano il ladro analizzando le tracce di sangue

1commento

12 tg parma

Faggiano a Bar Sport:"L'umore non è dei migliori ma non possiamo abbatterci" Video

calcio giovanile

Giocatore del Vicofertile preso a pugni, squadra ritirata

SOLIGNANO

Addio a Sandro Masotti

Solo 11 nozze

A San Secondo non ci si sposa più

FIDENZA

Lorenzo, da «Quelli che il D'Annunzio» a Montalbano

Il personaggio

Laura Gemma Pioli, youtuber del grande calcio a Londra

La storia

Ermanno Cuoghi, lo «scudiero» di Niki Lauda

Intervista

Roberto Tagliavini: «La gioia (e l'ansia) di tornare a Parma»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il clima d'odio: un'altra battaglia per Greta

di Francesco Monaco

SERIE A

Tre sondaggi... in uno per votare "i migliori" del Parma di questa stagione

ITALIA/MONDO

Lodi

Ricattata da un 15 enne per foto osé: 13 enne tenta il suicidio

Orrore

India, 12enne violentata e decapitata da fratelli e zio

SPORT

sport

Tragedia nel nuoto: è morto Kenneth To, 26 anni, aveva vinto 4 medaglie mondiali

L'INTERVISTA

Jarno Trulli: "In Formula 1 il talento non basta"

SOCIETA'

cinema astra

La prima visione del docu-film sul “Màt” Sicuri

12 tg parma

Una settimana di arte per tutti con Enrico Valenti, il papà dei pupazzi tivù Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Ecco T-Cross, il piccolo Suv di Volkswagen

MOTORI

Techroad: Dacia si veste di rosso (e costa solo 3 euro al giorno)