21°

Commercio

Pos obbligatorio dal 30 giugno: anche da Parma un coro di no

Tutti concordano: una nuova tegola in un quadro che resta difficile. Artigiani e commercianti: troppi costi, alzare l'importo minimo da 20 a 50 euro

Pos obbligatorio dal 30 giugno: anche da Parma un coro di no

Pagamento con bancomat

Ricevi gratis le news
4

Il 30 giugno, salvo interventi correttivi dell’ultima ora, diverrà obbligatoria l’adozione di apparecchiature Pos per chi eroga servizi o vende beni. «Con l'obbligo si vuole agevolare la diffusione della moneta elettronica, obiettivo condivisibile, ma che presenta, al momento, non pochi problemi in termini applicativi - sottolinea Confartigianato - legate alla mancanza di gradualità nell’introduzione e a una errata valutazione di sostenibilità. L’obbligo di accettare pagamenti elettronici comporta, infatti, per le imprese un considerevole aggravio di costi, soprattutto per quei soggetti economici dal volume di fatturato molto basso o la cui attività prevede margini ridotti».
«Confartigianato ha ripetutamente proposto l’innalzamento dell’importo minimo ad almeno 50 euro e di mantenere una gradualità nell’estensione dell’obbligo, prevedendolo per il 30 giugno 2015 – spiega Leonardo Cassinelli, presidente di Confartigianato Imprese Apla Parma -. Inoltre riteniamo che debbano essere escluse le imprese il cui fatturato dell’anno precedente sia inferiore ai 500.000 euro, per abbassare poi tale soglia a 250.000 ed escludere totalmente i settori di attività a basso margine di redditività. Infine l’abbattimento dei costi di gestione, attraverso accordi promossi dai Ministeri competenti, dal sistema bancario e dalle associazioni imprenditoriali, prevedendo eventuali sgravi anche sotto forma di credito d’imposta. L’auspicio è che si riveda la misura prima della scadenza del termine del 30 giugno».
Anche il giudizio del presidente del Gruppo Imprese Artigiane Michele Pignacca è negativo. «Per l’ennesima volta sulle spalle di artigiani, commercianti e liberi professionisti vengono caricati dallo Stato costi che contribuiscono a rendere ancora più pesante il già difficile andamento delle proprie attività imprenditoriali - sottolinea - .Ben venga l’agevolazione all’introduzione della moneta elettronica in Italia, ma deve essere un vantaggio per tutti. Come già accaduto per il Sistri, anche in questo caso condividiamo gli obiettivi del legislatore ma non gli strumenti scelti per raggiungerli. La tracciabilità del denaro è opportuna, ma riteniamo possa essere raggiunta anche con l’uso di sistemi più innovativi e meno costosi per le imprese, come i pagamenti elettronici tramite email e smartphone. Per un artigiano che non usufruisce di particolari convenzioni con gli istituti di credito. Dotarsi di Pos implica un canone mensile che può arrivare a 25 euro in caso di utilizzo di rete mobile. Ma non solo. Un ulteriore impatto negativo, in particolare per le tante attività economiche che hanno margini di guadagno molto bassi nella vendita dei propri prodotti e servizi, verrà generato dalle commissioni bancarie».
Il presidente del Gia ritiene che «la notizia del Ministero che dal prossimo 29 luglio, come richiesto dall’Unione Europea, il costo delle commissioni sarà ridotto restando sotto al soglia del 0,2% per le carte di debito e dello 0,3% per le carte di credito, sia “sicuramente positiva, ma rimane il forte dubbio che ciò che non si pagherà sulla transazione verrà richiesto sotto altre forme. Chiediamo al governo che nell’approvazione del nuovo Dm di semplificazione in materia venga elevato l’importo minimo da cui scatta l’obbligo da 30 a 50 euro, venga ripristinata l’esclusione dall’obbligo almeno per le attività che dichiarano redditi inferiori ai 200 mila euro annui, e che si introduca la possibilità di utilizzare strumenti di pagamento elettronico più innovativi».
Sul piede di guerra anche Ascom Confcommercio di Parma. «L’introduzione dell’obbligo di accettare pagamenti elettronici dovrebbe essere di per sé un passaggio naturale che ci avvicina al resto d’Europa - premette Claudio Franchini, direttore dell'area associativa -. Purtroppo invece la differenza sta nel fatto che in Italia i costi per le transazioni tramite moneta elettronica sono ancora troppo pesanti da sostenere per le piccole e medie imprese. Una situazione che di fatto rende quasi antieconomico accettare pagamenti di questo tipo specie quando si tratta di piccoli importi. Detto questo è indubbio che la moneta elettronica offra vantaggi sia in termini di efficienza che di sicurezza, la vera svolta tuttavia sarà renderla conveniente per le aziende, per questo continueremo a chiedere a gran voce che si vada verso politica che diminuisca costi a carico degli esercenti per evitare che il passaggio di allineamento dell’Italia al resto d’Europa non gravi interamente sulle spalle delle piccole medie imprese».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federicot

    12 Giugno @ 09.10

    federicot

    mettiamo così cari artigiani....io pago solo con il bancomat. O ce lo avete o vado da un'altro. INSOPPORTABILI.

    Rispondi

  • Christian

    11 Giugno @ 17.06

    La tracciatura vera sarebbe eliminare del tutto il contante. Se mi faccio pagare in nero che differenza fa? Lo scandalo è che sono obbligati a fornire questo tipo di pagamento anche le schiere di "finti" professionisti (tipo piccoli avvocati,...) che per lavorare hanno bisogno della partita IVA. Io me ne frego a continuo a ricevere pagamenti tramite bonifico bancario: non credo che il mio unico committente mi faccia dei problemi.

    Rispondi

  • liverpool

    07 Giugno @ 14.15

    Ma pensa, artigiani e commercianti contrari ad uno strumento che permetterebbe di tracciare perfettamente il loro reddito (e le conseguenti tasse) così come avviene per il sottoscritto in qualità di dipendente con busta paga. Chil'avrebbe mai detto. Poi ci si sorprende che i gioiellieri dichiarino 20000€/anno....

    Rispondi

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Elvis

PARMA

"Bravo cantante di ballate, ricordiamolo". Ma era Elvis... Fra storia e musica: video

Spring party al Colle San Giuseppe. Chi c'era: le foto

pgn

Spring party al Colle San Giuseppe. Chi c'era: le foto

La casa degli Animals

IL DISCO

La casa degli Animals Video

Notiziepiùlette

È iniziata la crisi di social e influencer?

EDITORIALE

È iniziata la crisi di social e influencer?

di Patrizia Ginepri

4commenti

Lealtrenotizie

Giornate di primavera: tutti a caccia di tesori nella città-museo Foto

i like parma

Giornate di primavera: tutti a caccia di tesori nella città-museo Foto

PARMA

Incendio in una palazzina a Porporano  Video

CINEMA

"Ricordi?": Luca Marinelli, Linda Caridi e il regista Valerio Mieli si "confessano" al pubblico Video

Intervista di Filiberto Molossi nella redazione della Gazzetta di Parma

PARMA

Torna la domenica ecologica: limitazioni al traffico entro l'anello della tangenziale Mappa

Limitazioni domenica 24 marzo, dalle 8.30 alle 18.30

Il ricordo

Riccardo Bertoli: il dolore dei commercianti e degli amici

varsi

Incidente nel bosco: grave un motociclista 75enne Il video del Soccorso alpino

Teatro Regio

Ecco chi c'era alla prima del "Barbiere di Siviglia" Fotogallery

INTERVISTA

Dal Lago Santo a Torrechiara: Obbiettivo Natura racconta le meraviglie del Parmense Video e foto

Dalle mostre alla rivista online, è un 2019 intenso per il gruppo fotografico. Il presidente Giovanni Garani spiega le iniziative in programma

incidente

Schianto all'incrocio di via Campioni: due feriti e danni anche alle auto in sosta Foto

il caso

Zerbilli, il carabiniere fidentino che ha fermato il bus guidato da Sy: "Ho avuto paura" Foto

vigili del fuoco

Torrile, garage distrutto dalle fiamme. Inagibile l'appartamento al piano di sopra

12 tg parma

Mentre cammina con gli amici rompe il vetro di un bus, 17enne nei guai Video

12 tg parma

Parma City of Gastronomy: inaugurata la sede temporanea. E partono i laboratori Video

MOBILITÀ

Auto in centro: sì o no? Comune vs. comitato

7commenti

BORGOTARO

Terremoto con un cupo boato

PELLEGRINO

Il sindaco Pedrazzi indagato per abuso d'ufficio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

CORSIVO

"Cara mamma, non è giusto"

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Parma 2020: l'Ateneo e il futuro della città

di Nicola Occhiocupo

ITALIA/MONDO

TRAGEDIA

Incidente a Rimini: bimbo di tre mesi muore in ospedale

NORVEGIA

Nave da crociera in avaria: 1.300 persone da evacuare nel mare in tempesta

SPORT

Nazionale

Qualificazioni europee: l'Italia batte la Finlandia (2-0) con i gol di Barella e Kean

scherma paralimpica

Bebe Vio centra la vittoria numero 21 in Coppa del Mondo

SOCIETA'

VELLUTO ROSSO

Il "Barbiere", un Amleto "take away" e proposte "impertinenti" Video

bassa reggiana

Accusa un pirata della strada ma era caduta da sola: casalinga denunciata

MOTORI

ANTEPRIMA

La Porsche Cayenne diventa Coupé Foto

MOTORI

Techroad: Dacia si veste di rosso (e costa solo 3 euro al giorno)