17°

28°

Sanzioni

L'embargo russo colpisce anche il Prosciutto di Parma

L'embargo russo colpisce anche il Prosciutto di Parma
Ricevi gratis le news
10

Le Autorità russe hanno diramato la lista dei prodotti agricoli la cui importazione nella Federazione Russa è stata bandita per un intero anno. Fra i prodotti che rientrano in questo lunghissimo elenco c'è anche il Prosciutto di Parma. Ieri aveva lanciato l'allarme anche Giuseppe Alai, presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano

Paolo Tanara, presidente del Consorzio del Prosciutto di Parma, attraverso un comunicato esprime grande rammarico per questa situazione: “E' un brutto colpo, non ci voleva, i mercati esteri sono gli unici dove riusciamo ancora a prenderci buone soddisfazioni, non possiamo permetterci di perdere fiducia anche su questo versante”.
“Pur non essendo ancora un grande mercato di sbocco per noi – prosegue Tanara – con 25.000 Prosciutti di Parma spediti nel 2013 per un fatturato di oltre 2,5 milioni di euro, la Russia è comunque il Paese con maggiori prospettive di tutti i Brics”.
“Il Consorzio del Prosciutto di Parma e alcune aziende del comparto – conclude il presidente Tanara - hanno investito parecchio in questo mercato e i risultati sono stati eccellenti, tanto che lo scorso anno le esportazioni di Prosciutto di Parma sono cresciute del 50% e del 70% nel I semestre 2014. Al di là del danno economico che è comunque rilevante, dispiace dover gettare al vento il tanto lavoro e gli sforzi compiuti in questi ultimi anni”. 

Il parlamentare Giuseppe Romanini e il vicepresidente della Provincia Pier Luigi Ferrari a loro volta lanciano l'allarme: le decisioni di Mosca avranno pesanti ripercussioni sull'economia del Parmense


Prosciutto di Parma: situazione di mercato
Il Prosciutto di Parma ha chiuso il 2013 con un giro di affari complessivo di 1,5 miliardi di euro e una produzione di circa 9 milioni, un livello quantitativo ormai stabile da qualche anno.
Nonostante l’Italia si confermi il primo mercato di sbocco per il Prosciutto di Parma con il 72% della produzione assorbita, nel 2013 l’intero comparto del prosciutto crudo ha registrato una flessione dei consumi che ha interessato sia le produzioni tutelate sia quelle non tutelate, anche se le quote di mercato e i prezzi al consumo non hanno subito particolari variazioni.
Le principali criticità sono legate al generale calo dei consumi che vive attualmente il Paese e ciò ha avuto un impatto anche sulle vendite del Prosciutto di Parma. Il nostro comparto inoltre soffre indubbiamente per l’aggravio dei costi e per le difficoltà nei finanziamenti da parte del sistema creditizio. Credo che il miglioramento dell’offerta di credito alle imprese e il recupero della fiducia da parte di imprenditori e consumatori siano fondamentali per un ritorno alla crescita. Noi continueremo a sostenere le nostre aziende sul mercato e a puntare come sempre sulla qualità del nostro prodotto attraverso azioni informative rivolte al consumatore, un programma promozionale sia con il dettaglio tradizionale sia con la grande distribuzione al fine di incentivare l’acquisto e attraverso specifici eventi che comprendono anche attività di degustazione.
Le criticità del mercato interno sono state fortunatamente controbilanciate dalle ottime performance dei mercati internazionali che rappresentano una vera e propria boccata di ossigeno per l’agroalimentare e il Prosciutto di Parma in particolare. All’estero possiamo inoltre contare sulla forza attrattiva del nostro prodotto tutelato che esercita un grande interesse nei consumatori perché sinonimo di qualità, genuinità e tradizione.

Nel 2013 sono stati esportati complessivamente 2.500.000 prosciutti con la corona per un incremento pari al 2% e un fatturato alla produzione di 237 milioni di Euro.
Si tratta del quarto anno consecutivo in positivo per le esportazioni del Prosciutto di Parma che proseguono nel processo di crescita che nel lungo periodo sta dando risultati davvero importanti. Nel corso dell’ultimo decennio infatti l’export del Parma è cresciuto di ben 900.000 pezzi.
Il contributo maggiore alla crescita è stato dato dal mercato europeo (+3%), mentre è stabile l’area extraeuropea (-0,4%). Nonostante le difficoltà, gli USA si confermano il primo mercato export del Prosciutto di Parma con circa 500.000 prosciutti esportati, sempre seguiti da Germania (450.000) e Francia (420.000) che fanno registrare un discreto aumento, mentre in calo troviamo Regno Unito, Belgio e Giappone; da segnalare poi l’ennesimo exploit dell’Australia che oggi con 80.000 pezzi è il terzo mercato extraeuropeo. Per quanto riguarda i Paesi BRICS, l’unico che ha dato importanti segnali è la Russia che, con un aumento del 51%, è stata la migliore performance del 2013.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federicot

    11 Agosto @ 15.41

    federicot

    @Medioman No mi sa che è meglio che ti informi. 1) la Russia in quanto Russia non può decidere di tagliare il gas, semmai lo decidono i proprietari del gas ( tipo Abramovic per dire uno noto). 4) ti assicuro che non è solo una questione politica, ma volano cifre da capogiro e c'è gente che ha costruito imperi sul gas russo.Imperi = miliari e miliari e miliardi di euri. 3) la crisi energetica sarebbe una bella manna dal cielo va là !!!!! chissà che non cominciamo tutti a capire che dobbiamo usare molta meno energia. 4) a casa mia il gas non ce l'ho. 5) 2,5 mln di prosciutti vuol dire come minimo 1,250 mln di gosini solo per il Parma. Non sono tranti per essere tutti italiani ? ( e questo è solo l'export....)

    Rispondi

  • Medioman

    09 Agosto @ 21.20

    @federicot: per la Russia, la vendita del gas ha un ritorno politico, più che economico, tanto è vero che fa "prezzi diversificati", e quanto lo paghi l'Italia è un "segreto di stato". Comunque, speriamo di poter continuare a scherzarci su, perché chi ha la mia età ha già vissuto una situazione simile (crisi petrolifera) negli anni '70, con conseguente sociali molto pesanti. Ci toccherà chiedere al Berlusca di invitare ancora Putin in Sardegna per rabbonirlo!

    Rispondi

  • federicot

    09 Agosto @ 17.32

    federicot

    Cioè fatemi capire i Russi minaccerebbero di non darci più il gas? Domandina facile facile: e poi i russi come campano? Avete idea di cosa vuol dire per la Russia fornirci il gas? E' una entrato molto molto consistente quella del Gas, non penso che abbiano scritto giocondo in fronte, privarsi di un introito che tiene in piedi mezza nazione ....forse ci pensano un attimo .

    Rispondi

  • Vercingetorige

    09 Agosto @ 16.22

    COMUNQUE , SE , COME SEMBRA , quello di Ugozzolo non è un semplice inceneritore , ma un TERMOVALORIZZATORE , destinato a fornire acqua calda e riscaldamento a tutta la Città , come si evince dal fatto che stanno sbudellandole le strade di tutta Parma per posare le tubazioni , l' idea di "affamarlo" per lasciarci al freddo ed in balìa del gas russo , mi sembra l' ennesima "genialata" del solito genio !

    Rispondi

  • Medioman

    09 Agosto @ 15.45

    Rimetteremo in funzione caldaie e motori a gasogeno, e centrali elettriche a biogas. Comunque, per la produzione di energia elettrica "a pedalata", ci sarebbe occupazione per tanti "giovani laureati" di buona volontà!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

3commenti

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

sicurezza stradale

Massese, allarme per quelle righe orizzontali ormai "fantasma"

politica

Pizzarotti sulla vicenda Casalino: "Le minacce sono il metodo 5 Stelle"

1commento

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

ECONOMIA

Rinnovato il contratto integrativo in Barilla: previsto premio da 10.800 euro in 4 anni

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

6commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"