20°

Lutto

Il papà: raccoglieremo i ricordi di Filippo

Al campo da rugby si sono ritrovate oltre mille persone fra lacrime, applausi e l'urlo dei giocatori a fine partita. "Con la moglie vorremmo creare una galleria di foto e video per non dimenticare questi 18 anni. Aiutateci"

Il momento di preghiera

Il momento di preghiera

Ricevi gratis le news
0

 

Nel campo dove ha lottato per anni. Al centro di quel rettangolo verde dove spesso riceveva il premio di Man of the match. E’ lì che famigliari e amici – oltre un migliaio di persone assiepate sulle tribune e intorno allo stadio Maini - si sono incontrati per un momento di preghiera nel giorno della convocazione per l’ultima partita di Filippo Cantoni, il 18enne di Colorno scomparso tragicamente sabato mattina sull’argine del Galasso – a poche centinaia di metri da casa – forse colpito da un malore.
«Spero che l’autopsia confermi questa ipotesi – ha detto il papà Stefano al termine del momento di preghiera – ma pare che Filippo si sia addormentato prima di finire nell’acqua con l’auto. Questo per noi, se venisse suffragato dagli esami medici, sarebbe un grande sollievo. Vorrebbe dire che non ha sofferto, che si è addormentato ed è andato in cielo».
Ora spetterà agli esami autoptici, che saranno disposti nei prossimi giorni dal magistrato, chiarire definitivamente cosa ha spento il sorriso di Filippo e causato quell’uscita di strada sabato mattina che ha fatto finire la C3 di Cantoni ruote all’aria nell’alveo del canale Galasso.
«Mi sento in dovere di ringraziare tutti – aveva detto poco prima papà Stefano - a partire dall’intera famiglia del rugby. Non ci rendiamo ancora conto di quello che è successo, ma tutte le manifestazioni di stima, i messaggi, le strette di mano, le parole arrivate in queste ore ci hanno fatto piacere. Non abbiate paura a contattarci. Nessuno disturba perché dopo questo terremoto che ci ha colpito ogni segnale e ogni messaggio serve per ricostruire. Sarà un percorso molto difficile, ma confidiamo in una famiglia così grande come quella del rugby. Dimostrazioni di vicinanza ci sono arrivate da tutto il mondo».
Nel suo discorso agli oltre mille presenti al «Maini» Cantoni ha ricordato anche Alberto Cigarini, il rugbista 25enne scomparso pochi mesi fa. «Io e mia moglie – ha poi ripreso Cantoni - ci siamo interrogati tanto in queste ore. Lei soprattutto mi ha detto: ricordiamo bene questi 18 anni con Filippo e così chiedo a tutti coloro che hanno ricordi di Filippo, dai filmati di una partita alle immagini di un allenamento, di farceli avere nel tempo. Ci piacerebbe avere una galleria di suoi ricordi».
Poi è partito il lungo applauso accompagnato dal classico urlo – tutti abbracciati – dei rugbisti a fine partita da parte dei compagni di Filippo proprio in quel centro sportivo che aveva visto Cantoni protagonista per l’ultima partita ufficiale lo scorso 22 dicembre con la casacca dell’Accademia contro il Colorno e per l’ultimo allenamento solo giovedì scorso.
Un messaggio di saluto a Filippo l’hanno rivolto anche il presidente del Rugby Colorno Mario Padovani e l’allenatore dell’Accademia Roland de Marigny. «Di solito – ha detto Padovani – ci troviamo al campo per vedere dello sport, per festeggiare e divertirci. Oggi è tutto diverso. L’unica cosa che dobbiamo pensare è quella di essere felici di aver conosciuto Filippo».
Toccante anche il messaggio di de Marigny: «Ho avuto la fortuna con Christian Prestera di convocare Pippo quando dovevamo giocare le partite dell’Accademia. Ieri il Signore ha convocato Pippo per la sua squadra. E’ stato un piacere conoscerlo. Dobbiamo dire grazie alla sua famiglia piena di calore, agli amici e compagni di squadra. Grazie Pippo».
Tra gli interventi anche quello di Giovanni Mazzi del Team Exodus di don Antonio Mazzi. «Non sono venuto a Colorno per raccontare favole – ha detto - perché sono padre di una ragazza nata nel ’95 come Filippo, perché ogni giorno assisto ragazzi disgraziati che ne combinano di tutti i colori e ai quali non succede mai niente quando poi a quelli bravi come Filippo è capitato questo e poi perché il nostro slogan è avere una tremenda voglia di vivere. Non so dare spiegazioni. La promessa che posso farvi è quello di portare qui don Antonio Mazzi che in oltre ottant’anni di vita ne ha viste talmente tante da riuscire a dare un senso a qualcosa che come dice Vasco di senso non ne ha. Vi chiedo però di stare vicino a Stefano, Rosanna e Alice. A tutti i ragazzi che sono qui chiedo di vivere anche per Filippo. Viviamo in un mondo in cui il divertimento sembra l’unica cosa e invece quando succedono cose come questa cambiamo tutti. Dobbiamo vivere per lui con l’impegno e la voglia che aveva lui».
Il momento di preghiera, con la recita del rosario, è stato guidato dal parroco di Colorno don Marcello Benedini: «Giochiamo con Filippo la sua partita più importante perché possa arrivare alla meta della pienezza della vita in Dio. Filippo è sempre stato il più forte e così a lui chiediamo di farci vincere tutti perché la sua vittoria sarà anche la nostra».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Disagi anche in autostrada

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

1commento

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

1commento

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno