16°

29°

Spettacoli

"I concerti del ridotto": domani le opere di Chiari e Traversa

"I concerti del ridotto": domani le opere di Chiari e Traversa
Ricevi gratis le news
0

L’ultimo appuntamento de “I concerti del Ridotto”, la  rassegna di musica da camera con i Solisti del Teatro Regio di Parma, che fin dal suo avvio ha riscosso grande successo e partecipazione, domani alle ore 17 offrirà una vetrina sugli autori contemporanei, con due opere di Francesco Chiari e Martino Traversa accostate al Settimino per sette strumenti a fiato di Paul Hindemith, un vertice nella produzione cameristica novecentesca. 
 
Due pagine composte da due musicisti originari di Parma aprono il concerto. In entrambi i casi si tratta di opere concepite per un organico che riserva sorprese negli accostamenti strumentali: il Divertimento per fagotto, quintetto d’archi e arpa composto da Chiari e Rimane, l’eco per flauto, clarinetto, violino, viola, violoncello, vibrafono, pianoforte di Martino Traversa. “La prima versione del mio Divertimento – racconta Francesco Chiari a proposito della sua opera – è stata scritta nel 2000 per fagotto e quintetto d’archi. In un secondo momento ho deciso di aggiungere l’arpa e ho compiuto una recentissima revisione dell’opera che è ripartita in tre sezioni. Il primo movimento è un Allegro che è fondato su un ritmo che si ripete ossessivo. Alla Cadenza, affidata ad una serie di variazioni disegnate dal fagotto segue il finale, dove mi sono lasciato guidare liberamente da uno slancio lirico e appassionato”.  
 
A illustrare il proprio brano denso di disegni contrappuntistici, Martino Traversa preferisce affidarsi alle parole di Giuseppe Martini, redatte in occasione di una precedente esecuzione di Rimane, l’eco: “Quello che rimane fisicamente dagli strumenti non è l’eco, è una descrizione dell’eco, la forma della sensazione, un gioco a cui si adegua il titolo della composizione, ma ciò che funziona effettivamente è la reazione organica dell’orecchio alla diminuzione improvvisa della densità sonora. Come l’immagine che s’impressiona sulla retina non è l’immagine sintetizzata dal cervello ma solo un insieme di dati empirici paratattici, così nelle orecchie di chi ha ascoltato i sette minuti di Rimane l’eco resta impressa una sensazione uditiva prodotta dall’affastellamento di suoni, che il cervello rielabora a parte. Fra l’impressione fisica e la rielaborazione fisiologica si inserisce la musica di Traversa: proseguendo la propria esplorazione sulla percezione del tempo, lavora sul punto di congiunzione fra sensazione e consapevolezza, lasciando che durante l’affievolirsi degli eventi sonori, durante l’eco formalizzata sulla partitura, il cervello proceda a rielaborazioni indotte e non lineari. Questa musica presuppone quindi l’ascoltatore come componente non terminale ma strutturale. E l’ascoltatore dovrà prestare attenzione non più alla musica, in quel momento, ma alle sensazioni del proprio organismo nel quale i suoni sono penetrati con foga e stanno lentamente svaporando in un’entropia dagli effetti infinitesimali, mentre gli strumenti gli descrivono ciò che è rimasto impresso, non ciò che accade. Rimane l’eco, sì, ma è avvenuta una sfida mentale al mondo fisico delle cose.”
 
In equilibrio fra humour dissacrante e rigore formale, il Settimino per flauto, oboe, clarinetto, clarinetto basso, fagotto, corno e tromba è una sorprendente partitura composta da Paul Hindemith nel 1946. L’avvio è con un movimento segnato da una marcia e al limite del grottesco per poi procedere in un breve Intermezzo, e subito dopo il clarinetto si produce in una serie di variazioni di un tema precedentemente esposto dalla tromba per poi trascorrere al flauto e al fagotto. Un altro Intermezzo, che sembra specchiarsi perfettamente nella forma con cui è stato concepito il secondo movimento, prepara il clima al Finale. È un movimento rapido, definito ‘Fuga. Vecchia marcia di Berna’. Un effetto irresistibile è offerto da quella Marcia degli Orsi, inno popolare della città svizzera e risalente al XVIII secolo, che irrompe all’improvviso e si staglia contro le linee severe di una doppia fuga, con un effetto irresistibile.
 
I Solisti del Teatro Regio di Parma impegnati nel concerto saranno: Michelangelo Mazza, Luisa Bellitto (violini), Pietro Scalvini (viola), Massimo Tannoia (violoncello) Ferruccio Francia (contrabbasso) Filippo Mazzoli (flauto), Stefano Franceschini (clarinetto), Mirco Ghirardini (clarinetto basso), Massimiliano Denti (fagotto) Marco Ambrosini (oboe) Angelo Borroni (corno) Gianni Dallaturca (tromba), Athos Bovi (vibrafono), Donata Mattei (arpa), Claudio Cirelli (pianoforte).
 
I Concerti del Ridotto sono realizzati grazie ad Agricar Group, in accordo con Mercedes-Benz Italia. La stella a tre punte di Stoccarda affianca così il proprio stile a quello del Regio di Parma, grazie a un’azienda parmigiana in costante crescita.
L’ingresso a I Concerti del Ridotto è libero. Per informazioni: Teatro Regio di Parma tel. 0521 039399 fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.org

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

complkeabbo

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Trovato a terra sulla pista da motocross: è gravissimo

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

5commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

10commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

verdi off

Bianchi, rossi, verdi: variazioni (e sorrisi) a tema pic-nic al Parco Ducale Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

paura

Fuori da Buckingham Palace con un taser, arrestato

Firenze

Un sedicente artista rompe un quadro in testa a Marina Abramovic

SPORT

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse