13°

25°

Spettacoli

Angelo Ravasini: «Noi, ragazzi di strada»

Angelo Ravasini: «Noi, ragazzi di strada»
Ricevi gratis le news
0

di Vincenzo Raffaele Segreto
Un tributo, un ricordo verso amici che non ci sono più, ma per i più giovani la possibilità di scoprire un mondo e un tempo ormai lontani, vista la velocità con la quale tutto si consuma oggi. Ma gli anni '60 (i favolosi anni '60, come sembra non si possa fare a meno di dire) anche se sono spesso (forse troppo) tirati in ballo, certo sono stati un punto di svolta epocale (osiamo la parola?), e non solo in musica. Ecco dunque che questo omaggio a Gimmi e Billo (Gimmi Ferrari e Fabrizio «Billo» Levati, due Corvi che purtroppo sono già volati via) diretto da Egidio Tibaldi nella volontà «di ricordare loro e altri musicisti che sono venuti a mancare», assume diverse valenze. Di questi vecchi amici e compagni di strada, e non solo, abbiamo parlato con Angelo Ravasini, voce e chitarra ancora oggi inconfondibili e attive di quei Corvi, un complesso che certo si distingueva un bel po' dai complessi beat un po' pettinati e fighetti di quei tempi. Più strani a vedersi (per i mantelloni neri, ad ala di corvo, appunto, e per il corvo, vero, appollaiato sul basso di Gimmi) ma ancor di più a sentirsi, per la scelta di canzoni che erano cover di artisti e complessi decisamente «eversivi»: Donovan, gli Electric Prunes, i Brogues (che saranno poi i Quicksilver Messenger Service) di «I ain't no miracle worker», l’intramontabile «Sono un ragazzo di strada». «Beh, sai che lunedì sera a X Factor c'era un complesso, non avevano la mia età in tre, che ha cantato proprio quella?»: la voce graffiante di Angelo Ravasini ride divertita nel raccontare di quest’ennesima testimonianza della vitalità della «loro» canzone.
«Quei tempi non sono passati, e il legame e lo spirito che ci univano sono ancora presenti: e al mio richiamo hanno risposto in tanti vecchi amici, anche più di quelli che mi sarei aspettato».
Cosa c'era di diverso allora, a marcare la differenza con l’oggi?
«La gente, la voglia di fare, la volontà, la certezza, di sapersi conquistare un futuro: che oggi non esistono più, perché un po' il benessere, un po' quest’atmosfera, che è più una cappa, di insicurezza, hanno ‘addomesticato’i giovani».
In cosa si distinguevano I Corvi, rispetto agli altri complessi?
«E' che eravamo dieci anni avanti agli altri! Non voglio dire che fossimo trasgressivi, ma certo anticonformisti lo eravamo di sicuro! Eravamo dei cani sciolti, non c'era l’organizzazione che c'è oggi, ma per me era meglio. Oggi gli artisti sono creati a tavolino, e appaiono e scompaiono a seconda del mercato!».
E la musica di oggi?
«Per me c'è un appiattimento generale che non mi piace. E’ difficile veder emergere delle personalità grosse, e per cercare quelle bisogna voltarsi un po' indietro, e pensare a gente come Battisti, o Vasco...»
Una parola, in fine, per il concerto di domani alle 21 al Palasport.
«E' per me una serata importantissima, ma non tanto e non solo per far rivivere questi ricordi, quel tempo, quegli amici: questi sono un mezzo, lo scopo è la finalità benefica del concerto, dedicato ai piccoli del Reparto di Oncologia Pediatrica del nostro Ospedale. Un concerto destinato ad un pubblico dai dieci ai cento anni: e voglio che siate in tanti!». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paola Di Benedetto dall'Isola al Grande Fratello: faccia a faccia con il suo ex Matteo

TELEVISIONE

Sexy Paola dall'Isola al Grande Fratello: faccia a faccia con il suo ex Matteo Foto Video

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore!": dai "massaggiatori" ai film porno, la rivoluzione sessuale passo per passo Video Foto

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

6commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Pitone di 120 cm in un tombino

vigili del fuoco

Pitone di oltre un metro in un tombino di via Treviso Video

2commenti

TRUFFA

Vende il camper, ma gli rifilano un assegno falso da 30mila euro

3commenti

INCHIESTA

Affitti, a Parma sono ancora tanti quelli che non pagano

3commenti

MUSICA

Concerto del 25 Aprile, piazza Garibaldi si accende con i Baustelle Le foto

1commento

POLITICA

"Resistenza etnica", Pizzarotti contro lo striscione: "Cosa ne pensano i parlamentari leghisti?" Video

Via Farini

Ladro di cellulari incastrato dall'app

Dal 7 maggio

Torna Cibus: 1.300 novità alimentari sul mercato

viabilità

Nuova rotatoria tra via Fleming e via Colli: via libera della Giunta

7commenti

Hobby

Pezzali e i trattori, storia di un amore

tg parma

Fidenza: sono ancora in Rianimazione il 67enne colpito da malore e il cicloamatore ferito Video

Evento

Francobolli, monete e scatti dal passato in mostra a S.Pancrazio Foto

PARMA BASEBALL

400 giocatori in 60 anni di storia

Lutto

Addio a Sergio Alfieri, il partigiano «Felice»

GAZZAREPORTER

Lago Santo: 25 Aprile al rifugio Mariotti

Intervista

Jack Savoretti: «Fiero delle origini italiane»

evento

28 aprile (1 maggio) in Pilotta torna lo Street Food Festival

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pd-Di Maio ultima chance per evitare le elezioni

di Vittorio Testa

4commenti

LA BACHECA

Ecco 20 nuovi annunci per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

napoli

Progettava un attentato: arrestato migrante del Gambia

governo

Martina: "Con M5S passi avanti, ma rimangono differenze. Decisione il 3 maggio"

SPORT

CHAMPIONS

Il Real Madrid sbanca Monaco: 2-1 al Bayern

PARMA CALCIO

Verso Vercelli: Vacca torna in gruppo, si lavora per il recupero di Scavone Video

SOCIETA'

COPENHAGEN

Ergastolo all'inventore del Nautilus per l'uccisione della reporter

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

2017: IL SORPASSO

La CO2 emessa dai benzina supera quella dei diesel

2commenti